Otaku – Significa davvero dipendenti dagli anime?

[ADS] Pubblicità

Hai mai sentito parlare dell'espressione otaku? Conosci il suo vero significato? Come è nato questo termine? In questo articolo, daremo uno sguardo approfondito alla parola Otaku e alle persone che si sono guadagnate questo soprannome sia in Occidente che in Giappone. Vediamo anche l'influenza della comunità otaku in Giappone e in Occidente.

La parola Otaku [オタク] è un termine giapponese usato per riferirsi a persone che sono dipendenti da qualcosa. Col tempo, questa parola iniziò ad essere usata frequentemente per riferirsi agli appassionati di anime, manga, romanzi e giochi. Preparati ad approfondire il vero significato di otaku, per aiutare lasciamo un riepilogo di seguito:

E i dipendenti dalla cultura giapponese o coreana? Quelli crackati in Giappone si chiamano Weeaboo. Già i tossicodipendenti in Corea e K-POP sono chiamati il fenomeno Hallyu.

Consigliamo di leggere:

Il significato della parola Otaku

originariamente la parola otaku (お宅) era un trattamento rispettoso (sonkeigo) usato in seconda persona, per riferirsi alla propria casa, casa, persona o famiglia. Questa parola è stata usata anche per riferirsi a mariti e organizzazioni.

Esempio: Ti chiamo domani a casa

明日お宅に伺います
Ashita otaku ni ukagaimasu 

L'ideogramma della parola originale è Taku [宅] che letteralmente significa casa. Nel tempo, questa parola ha iniziato ad essere usata in modo negativo per riferirsi a persone che vivono a casa guardando anime, giocando, navigando in Internet, ecc.

Otaku è una delle principali alternative giapponesi alle parole Geek e Nerd, ma più peggiorativa. Nel dizionario è descritto come una persona con un profondo interesse per alcuni hobby, ma manca di conoscenza e socialità in altri campi.

Otaku può anche essere usato come suffisso per le persone a cui piace un certo hobby, ad esempio: Tetsudou-otaku [鉄道 オ タ ク] che significa qualcosa come train junkie (ferrovia) o Mekaotaku [メ カ オ タ ク] che significa Meka junkie.

Leggi anche: Meka – Giant Robot Animes – Origine e curiosità

Otaku - che cos'è? Quale vero significato?

L'origine della parola Otaku

Negli anni '80 Akio Nakamori e altri importanti autori iniziarono a usare l'onorificenza otaku per riferirsi a criminali e serial killer, drogati di anime, henta e simili. E poiché i giapponesi sono superstiziosi, hanno smesso di usare questa parola nella vita di tutti i giorni, quindi è diventata una brutta parola.

Nel tempo questa parola iniziò ad essere usata per riferirsi a persone ossessionate da qualcosa. Non solo anime e manga, ma qualsiasi cosa, automobili, calcio, giochi, computer, ecc.

Supponiamo che a qualcuno piaccia il calcio, abbia le maglie della squadra, idolatri la squadra, assista a ogni partita, metta il calcio al primo posto nella vita. Può essere chiamata otaku.

In Giappone puoi trovare migliaia di persone dipendenti da anime e giochi, che sono considerate otaku, e prendono sul serio questo stile di vita, facendo cosplay, spendendo soldi in prodotti, vivendo una vita normale e divertente, facendo ciò che gli piace.

Otaku - che cos'è? Quale vero significato?

Perché gli Otaku sono esclusi dalla società?

Nel 1989, l'omicidio di una giovane donna nella regione di Saitama è stato sensazionalizzato, poiché il criminale era un collezionista di video, ogni caso è stato ampliato, distorto e pubblicizzato dai media, mettendo il nome otaku come una persona pericolosa che commette crimini.

La campagna negativa è stata fatta con stile. Fino ad oggi, le persone giocano ancora a otaku a causa dell'influenza dei media su quell'incidente. Naturalmente, questo non è l'unico motivo per cui alcuni otaku sono disprezzati sia in Giappone che in Occidente.

I media incolpano otakus per il tasso di natalità del Giappone. La TV giapponese afferma spesso che gli otaku non vogliono relazioni vere e sono piuttosto antisociali e Hikikomori.

Leggi anche:

Un'altra critica contro otaku è l'enorme consumo di contenuti erotici in fumetti, giochi e animazioni, dove si possono trovare tentacoli, loli e altri. Sì, ho già trovato diversi articoli su siti web brasiliani che parlano di questo argomento. Il Giappone è uno dei paesi che consuma più materiale di questo tipo e più della metà sono animazioni.

Anche le persone occidentali tendono a incolpare gli anime e i giochi per vari problemi in Giappone e nella comunità Otaku in Occidente. Pochi si rendono conto che il problema non sono le animazioni e i giochi, ma la dipendenza.

Una persona può essere dipendente da qualsiasi cosa, come film, serie e libri. Lo stesso Otaku è usato per riferirsi a qualsiasi tipo di persona che è dipendente da qualcosa come automobili, giocattoli, treni, computer, ecc.

Otaku - che cos'è? Quale vero significato?

Perché questo pensiero è sbagliato?

Il problema è che non tutti gli Otaku sono antisociali, tendono ad essere socievoli, vivono una vita normale, lavorano e hanno altri sogni. Il fatto che la persona fosse dipendente da qualcosa non doveva essere necessariamente un male.

In Brasile molti sono dipendenti da qualcosa, alcuni vivono in palestra, altri vivono bevendo, molti scelgono priorità diverse nella loro vita e si godono ciò che vogliono. Il fatto che a una persona piaccia qualcosa non determina il suo comportamento.

I giapponesi sono timidi e antisociali per natura, la cultura del paese fa molta pressione sulla società affinché segua le regole alla lettera. Molti finiscono per diventare non solo otaku, ma anche hikikomori NEET, giovani isolati che vivono intrappolati in casa.

Otaku - che cos'è? Quale vero significato?

Otaku in Occidente

In Occidente la parola non ha la stessa connotazione del Giappone. Qui viene solitamente utilizzato solo per identificare le persone a cui piacciono gli anime. Anche gli Otaku del Brasile usano spesso l'espressione Otome per riferirsi a donne che sono fan degli anime, ma vale la pena ricordare che otaku non è una parola maschile, ma unisex.

La quantità di otaku fuori dal Giappone sta aumentando molto. La popolazione occidentale non è preparata o abituata a questo tipo di persone che vengono chiamate otaku, non capiscono perché si vestono e amano questo tipo di animazione. Qualcosa di comprensibile, dal momento che fino ad oggi i fan dei fumetti sono etichettati come nerd e criticati per essersi travestiti.

Otaku - che cos'è? Quale vero significato?

Gli otaku sono criticati in Occidente per il pregiudizio di pensare che le animazioni siano cose da bambini o infantili. Non conoscono la profondità di una storia scritta da giapponesi e non si rendono conto che l'animazione è solo uno stile artistico come i manga.

Altri pensano che l'anime sia pazzesco, pieno di poteri, macumba, lamentele, cliché, ecc. Dimenticano che ci sono generi e che gli anime sono creati sulla base della cultura giapponese, fatti per i giapponesi che pensano e conducono uno stile di vita diverso dagli occidentali. Gli Otaku occidentali tendono anche ad ammirare e godersi la cultura del Giappone.

Otaku - che cos'è? Quale vero significato?

Cosa significa essere un Otaku?

Affinché una persona diventi un Otaku, diventa semplicemente dipendente da qualcosa e mettilo come priorità nella tua vita. È chiaro che sia in Occidente che in Giappone il termine Otaku iniziò ad essere usato per persone che hanno gusti simili. 99% di Otaku probabilmente apprezzeranno almeno 5 cose dall'elenco seguente:

  • anime – Animazioni giapponesi;
  • maniche – Fumetti giapponesi;
  • Romanzi leggeri - Libri romantici;
  • Visual novel – Giochi di relazione, romanticismo e conversazioni;
  • RPGs – Giochi di ruolo dei personaggi;
  • cosplay – Fantasia del personaggio;
  • canzoni giapponesi – Principalmente da anime;
  •  OST – musica di sottofondo anime;
  • Personaggi d'azione – Personaggi d'azione;
  • Giochi – Tutti i tipi di giochi in genere;
  • Giappone – Gli Otaku stranieri apprezzano la cultura giapponese;
  • Serie – Otaku guarda anche le serie;
  • computer – La maggior parte vive su computer;
  • caffè della cameriera – Caffè per cameriere;
  • caffè cosplay – Caffè a tema;
  • Gatti – È raro che a qualcuno non piacciano i gatti, alcuni addirittura si vestono;
  • Moe – Cose carine, carineria di anime e personaggi;
  • Cose carine   Peluche, cuffiette, giocattoli con personaggi;
  • Armi e accessori – shuriken, katana e così via;
  • eroge – giochi erotici e visual novel;
  • Hentai/Yaoi/Yuri (animazioni erotiche);
  • drammi – Drammi/Serie/Romanzi giapponesi;
  • Dakimakura – Cuscini corpo con stampe;
  • itasha – Auto con stampe;
  • Carte – Colleziona carte anime;
  • Nico Nico – Youtube dell'otaku;
  • Akihabara – Il centro di otaku in Giappone;
  • Waifu – La maggior parte degli Otaku ha un waifu;

Questo elenco mostra anche alcune cose considerate discutibili. Il punto a cui vogliamo arrivare è che guardare gli anime non fa di te un otaku. Ci sono degli otaku pazzi, e hanno dei problemi, ma è una questione che va compresa e rispettata.

Otaku - che cos'è? Quale vero significato?

conoscendo la vita otaku

Consiglio alcune animazioni e manga, che ritraggono la vita di un otaku o qualcosa di correlato, lascerò un elenco qui:

  • Ore no Imōto ga Konna ni Kawaii Wake ga Nai
  • Shirobako
  • Renai Shimasen ka? (Manga)
  • Genshiken
  • Seitokai no Ichizon
  • Steins;Gate
  • Danna ga Nani wo Itteiru ka Wakaranai Ken
  • Suzumiya Haruhi no Yuutsu

Guardando l'anime o il manga sopra menzionato, puoi capire un po' di più sulla vita di un otaku e quanto possa essere interessante. Ovviamente ci sono persone pazze e ossessionate dall'hobby come nel video qui sotto. Fai attenzione a non diventare uno di quelli.

Cosa penso degli Otaku?

Siamo giunti alla conclusione che otaku non può essere chiamato atoa, antisociale o vergine, per passare il tempo a comprare prodotti, cosplay e guardare anime. Ci sono molte persone che lo fanno e hanno il loro lavoro, le loro responsabilità e la loro vita sociale.

Ci sono otaku pazzi all'estremo, ma non possiamo basare le nostre critiche solo su di loro. Otaku è una parola che si riferisce a persone che amano molto qualcosa. Tutti hanno una passione, è normale, basta avere il controllo, qualcosa che i giapponesi di solito non hanno.

Opinione personale: Beh, io sono Kevin e, in un certo senso, non mi considero un otaku. Mi piacciono gli anime, ho personaggi, manga e vado agli eventi. Ho già soggiornato ad Akihabara e sono andato in un Maid Café. 

Leggi anche:

Apprezzo alcuni otaku giapponesi, ma metto anche in dubbio la maggior parte di loro, penso che esagerano. Ma se avessi soldi, la mia stanza sarebbe piena di foto, poster, videogiochi, ecc. Non è per questo che non avrò una vita sociale.

Otaku - che cos'è? Quale vero significato?

Otome – Il femminile di Otaku?

Molti Otaku associano erroneamente il termine Otome a una versione femminile di otaku. In Giappone la parola Otome [乙女] in realtà significa “fanciulla”, nel contesto di una ragazza pura e vergine, nulla a che vedere con la parola otaku.

Alcuni Otaku occidentali affermano che questo termine abbia avuto origine a causa di una strada chiamata "Otome Road" a Tokyo dove c'erano diversi negozi di prodotti destinati a Otaku, ma era predominato dalle ragazze.

Sebbene Otome si riferisca alle fan degli anime in Occidente, vale la pena ricordare che in Giappone la parola Otaku è unisex. Per saperne di più, leggi il nostro articolo qui sotto:

Consigliamo di leggere: Otome non è la femmina di Otaku! Come è nato il termine?

Guida per i tossicodipendenti di anime: cosa significa otaku?

Video su Otaku

Per finire l'articolo, lascerò alcuni video che parlano più di questo significato. Spero che l'articolo ti sia piaciuto. Se ti è piaciuto, condividilo con gli amici e lascia i tuoi commenti. Secondo te cosa significa essere un Otaku?

Condividi questo articolo: