Oyatsu: tradizionale tè pomeridiano giapponese

[ADS] Pubblicità

Probabilmente, quando sei invitato a mangiare cibo giapponese, la tua immaginazione è già legata al sushi, al sashimi o a qualche altra specialità salata. Ma quello che molti non sanno è che i giapponesi hanno anche un programma per il tè pomeridiano, chiamato Oyatsu. A poco a poco, la pratica sta arrivando in Occidente.

Conosciuto anche come Oyasudoki o Osanji, è un pasto leggero il cui scopo è quello di rendere le persone in grado di aspettare il prossimo pasto principale. Ancora oggi c'è chi mangia tra colazione e pranzo, e tra pranzo e cena; ma per la maggior parte dei giapponesi, l'oyatsu viene eseguito principalmente nel pomeriggio, tra le quattro e le quindici.

Oyatsu - Tè pomeridiano giapponese tradizionale

Fonte

Ci sono alcuni disaccordi sulla data corretta dell'emergere di questa usanza in Giappone, ma tutti i documenti fanno riferimento al periodo Edo, nel XVII secolo, quando fu installato il sistema scolastico, le cui attività terminarono intorno alle 14:30. Così, quando i bambini lasciavano la scuola e tornavano a casa lamentandosi della fame, la famiglia forniva già uno spuntino leggero in modo che potessero aspettare fino all'ora di cena.

Questo piccolo pasto era chiamato Oyatsu perché, dall'antico orologio giapponese, il periodo tra le due e le tre del pomeriggio era chiamato yatsu (otto), riferendosi all'ottava ora del giorno. Anche con il passaggio dal conteggio del tempo del periodo Edo all'attuale conteggio di 24 ore al giorno, il nome oyatsu è stato mantenuto per mantenere la tradizione.

Questo rito iniziò ad essere seguito anche dagli adulti, che avevano bisogno di reintegrare le energie spese durante la giornata lavorativa. Tradizionalmente, lo spuntino pomeridiano consiste in tè e una varietà di dolci zuccherati. In tempi di scarsità di cibo, soprattutto nel dopoguerra, questo piccolo pasto subì delle modifiche ed era sostanzialmente composto da verdure cotte o quant'altro fosse disponibile all'epoca.

Scopri 50 tipi di tè giapponesi
Scopri 50 tipi di tè giapponesi

L'usanza in tutto il mondo

Naturalmente, il tè pomeridiano non è solo un'invenzione o una tradizione giapponese. In Svezia la merenda pomeridiana si chiama Fika; nei paesi di origine spagnola si chiama Merienda; e il più famoso di tutti è il Chá das Cinco o Afternoon Tea, in Inghilterra. 

La differenza è che la base della tradizione giapponese viene dalla classe operaia, che aveva bisogno di molte energie per svolgere tutte le attività agricole e altri lavori pesanti, mentre in altri paesi è un'usanza svolta principalmente dall'élite.

La tradizione Oyatsu oggi

Il tradizionale tè pomeridiano giapponese continua ancora oggi. È rappresentato in film, serie, libri e persino negli anime. È il caso di Ouran High School Host Club, che è un club di ragazzi delle scuole che usano il loro tempo per intrattenere le ragazze della scuola durante il tè pomeridiano, le cui attività iniziano alle 15:00; è il Kaichou wa cameriera Sama, dove il rappresentante studentesco, considerato coraggioso e perfezionista, lavora part-time vestito da 'domestica' (cameriera) in un caffè a tema.

Maid cafe - il Maid Cafe in Giappone?
cameriera Kissa

IL Città di Tokio è ora considerato il principale specialista di oyatsu. Passeggiando, puoi trovare diverse panetterie o negozi specializzati in snack classici. Molti usano tecniche tradizionali e secolari per realizzare i dolci più leggeri e belli che si possano immaginare. Inoltre, un'altra informazione importante è che i giapponesi usano frutta e cibi di stagione per diversificare il loro cibo.

È possibile vedere che il tè pomeridiano è stato fortemente influenzato dall'Occidente. Al giorno d'oggi, molti giapponesi hanno iniziato a includere diversi tipi di torte e dolci industrializzati all'ora della merenda. A volte per essere più accessibili, altre volte per risparmiare tempo durante la giornata. In fondo l'oyatsu non deve per forza essere costoso, l'importante è che lo spuntino sia un pasto leggero e che porti soddisfazione a chi lo sta mangiando.

In Brasile è possibile trovare alcuni dolci giapponesi nei luoghi che hanno una colonia giapponese, come a San Paolo, nel quartiere Liberdade, e in altri stati, come Pará, Porto Alegre e Rio Grande do Sul.

Cosa caratterizza la merenda pomeridiana?

Il nome Oyatsu può riferirsi sia all'usanza stessa che ai dolci serviti a questo pasto. Poiché l'intenzione è quella di essere un intervento alimentare delicato tra i pasti principali, anche gli alimenti hanno questo formato. 

Nel tempo, Oyatsu è diventato un po' più sofisticato. Oltre al tè, puoi trovare dolci raffinati in molte varietà, ma la loro essenza è la delicatezza. Ecco alcuni tipi di dolci che i giapponesi apprezzano nell'oyatsu:

– Hanabiramochi: tradizionalmente servito alla cerimonia del tè, nel capodanno giapponese, significa “mochi di petali di fiori”. Le caramelle hanno forme e colori diversi e il ripieno tradizionale è la pasta di fagioli mung.

Mochi - tutto sulle caramelle di riso giapponesi
Hanabiramochi

– Namagashi: dolci realizzati con ingredienti naturali, solitamente a forma di fiori o piante. Esteticamente gradevoli, i namagashi sono ripieni di pasta di fagioli o gelatine, gelatine e altri. 

– Botamochi: uno dei cari dei giapponesi, è un dolce stagionale a base di riso dolce e pasta di fagioli rossi.

– Compeito: Caramelle piccole, colorate e rotonde realizzate con zucchero puro. Presenta piccole crepe nella sua forma dovute alla cottura. È ampiamente consumato in Giappone, ma è arrivato nel paese attraverso i portoghesi, nel XVI secolo.

Oyatsu - Tè pomeridiano giapponese tradizionale
competo

– Monaca: realizzato con una croccante cialda di pasta mochi ripiena di marmellata di pasta di fagioli rossi.

Taiyaki: è una torta la cui pasta ha la forma di un pesce, solitamente lo snapper. I ripieni sono i più diversi e possono essere dolci o salati. La più comune è la tradizionale pasta di fagioli rossi, ma si possono trovare ripieni di formaggio e marmellata. La cosa migliore è mangiarlo molto caldo, soffiando il fumo. 

Dango: Simili ai mochi, i kushi dango sono gnocchi giapponesi serviti su spiedini e con una guarnizione caramellata. Hanno gusti diversi a seconda della stagione.

Dango - Dolce giapponese - curiosità e ricetta
Dango al tè pomeridiano

Manju: Gustosi biscotti bianchi a forma di luna piena per onorare il più bel chiaro di luna che puoi vedere in Giappone durante l'autunno. Ha una varietà di ripieni, dai fagioli alle gelatine.

C'è un'enorme varietà di dolci giapponesi e questi erano solo alcuni esempi. Dopotutto, l'oyatsu è una tradizione che dura da secoli. Se vuoi fare questo rituale del tè anche a casa, compra dei dolci che ti piacciono di più e prenditi questo tempo per rilassarti e connetterti con te stesso.

Condividi questo articolo: