Imparare il giapponese con Anya Forger

Condividi e Vinci un Regalo Segreto!

Grazie per aver condiviso! Il tuo Regalo si trova alla Fine della Pagina! Buona Lettura!


Anya Forger di "Spy X Family" ci ha aiutato a sistemare diverse parole dalla lingua giapponese come "Waku Waku" e "Chichi" e "Haha", ma quali sono i significati di queste e di altre espressioni giapponesi?

Consigliamo inoltre di leggere:

Cosa significa Waku Waku quando parla Anya?

"Waku Waku" è un'espressione giapponese che significa "eccitata" o "eccitata". È usato per descrivere un senso di gioia ed entusiasmo. È una onomatopea, qualcosa di molto comune in giapponese.

L'onomatopea waku waku indica il suono di qualcosa che trema, qualcuno nervoso, agitato ed eccitato. È spesso usato per descrivere una sensazione di anticipazione o anticipazione per qualcosa di eccitante che sta per accadere.

L'espressione "Waku Waku" in realtà proviene da due verbi giapponesi [湧く] e [沸く] che pronuncia "Waku". Vedere il significato dei verbi:

  • [沸く] significa qualcosa come bollire, eccitarsi, eruttare, fermentare e sciogliersi.
  • [湧く] trasmette anche l'idea di bollire, ma in questo caso è qualcosa come saltare fuori, aumentare, apparire, provare emozioni, schiudersi, creare, propagarsi, infestare e altro.

Cioè, la parola "waku waku" si riferisce a un sentimento che trabocca e sconvolge il cuore. Nonostante la nozione della sua origine, questa parola è comunemente usata principalmente negli anime e nei giochi.

[湧く] significa spuntare, aumentare, apparire, provare emozioni, covare, creare, propagarsi, infestare e altro.

Imparare il giapponese con Anya Forger

Perché Anya dice Chichi e Haha?

Chichi [父] e Haha [母] sono parole comuni nella lingua giapponese che significano padre e madre, ma non è comune usare queste parole per parlare ai propri genitori, di solito è usato per parlare dei propri genitori ad altre persone.

Leggi anche: Kazoku – Membri della famiglia in giapponese

Anya chiama i suoi genitori adottivi "haha" e "chichi" anche se è una bambina, dove è più comune usare "seno" e "papà", ma come Anya sembra spesso parlare con i suoi pensieri, comprendiamo l'obiettivo di usare espressioni "Chichi" e "haha" per parlare con i genitori.

Anya ha l'abitudine di parlare in terza persona, quindi si sente come se stesse parlando dei suoi genitori con qualcun altro. Il fatto che l'anime sia ambientato in un paese straniero rende anche l'uso errato della parola padre non preoccupante.

Anche questa mossa è perfetta, in quanto finisce per distinguersi tra i lettori di manga e gli spettatori di anime. Qualcosa che finisce per generare discussioni, video e articoli come questo. Il fatto è che vedere Anya dire quelle parole è qualcosa di carino, kawaii!

Leggi altri articoli dal nostro sito web

Grazie per aver letto! Ma saremmo felici se dai un'occhiata agli altri articoli qui sotto:

Legga i nostri articoli più popolari:

Conosci questo Anime?

Grazie per aver letto e condiviso! Prendi il tuo regalo: