Storie di fantasmi: un anime un po' controverso

Probabilmente non ricordi l'anime Ghost Stories o potresti ricordare vagamente quell'anime.

Ghost Stories, noto anche come Gakkou no Kaidan (Giappone) e Ghost Stories (USA), è stato un anime di 20 episodi che ha debuttato in Giappone nel 2000.

L'anime è stato prodotto da Pierrot Studios, noto per aver prodotto le animazioni per naruto, Candeggina, Yuyu Hakushō, tra gli altri anime.

È la storia di Satsuki Miyanoshita, figlia di un defunto esorcista che ha sigillato gli spiriti che infestavano la sua città e ha lasciato un diario che dava istruzioni per sigillarli se gli spiriti fossero stati liberati.

Annuncio

Il diario si trova in una scuola abbandonata e infestato e, a causa del processo di urbanizzazione della città, gli spiriti si liberano e iniziano a perseguitare la città.

Satsuki, insieme a suo fratello Keiichirou, i suoi amici Hajime e Leo, il suo amico Momoko e il suo gatto Kaya che è stato posseduto dallo spirito Amanojaku, dovrà sigillare indietro tutti i fantasmi.

L'anime, in generale, è stato un fiasco di rating ed è stato cancellato dopo 20 episodi.

Annuncio

Così Pierrot ha venduto i diritti a uno studio americano chiamato ADV.

I giapponesi sostanzialmente hanno detto agli americani che potevano doppiare l'anime come volevano, purché seguissero la trama originale e non cambiassero i nomi dei personaggi.

Storie di fantasmi: un anime alquanto controverso

Gli americani hanno quindi deciso di doppiare in modo tale che l'anime, il cui genere è horror e soprannaturale, finisse per trasformarsi in umorismo nero.

Annuncio

Doppiaggio giapponese e doppiaggio americano

Il doppiaggio giapponese era considerato amatoriale e i personaggi avevano voci simili. Nell'estate originale, Satsuki è coraggioso, Keiichirou è spaventato, Hajime è pervertito, Leo è un ragazzo curioso del soprannaturale e Momoko è una ragazza calma e serena.

Nella versione americana del doppiaggio, Satsuki è un boccone, Keiichirou ha difficoltà di parola, Hajime è un pervertito, Leo è un ebreo e Momoko è un cristiano fanatico.

Inoltre, il doppiaggio americano conteneva umorismo offensivo che coinvolgeva neri, ebrei e disabili mentali paragonabile alle battute di South Park e alcune scene acquisivano connotazioni sessuali che non esistevano nella versione giapponese.

L'anime ha finito per ottenere un contenuto offensivo dalle battute inserite nel doppiaggio americano.

Annuncio

Storie di fantasmi - Reazioni

Molti hanno reagito negativamente al doppiaggio americano ma, nel tempo, l'opinione generale ha preso il sopravvento.

Molti consideravano il doppiaggio una parodia ufficiale dell'anime. Una versione inglese del doppiaggio che è rimasta fedele alla versione originale è stata rilasciata in seguito.

L'anime è uscito in Brasile con la versione doppiata nel 2005 su Cartoon Network. Il doppiaggio brasiliano è rimasto fedele alla versione giapponese.

Difficile capire queste orribili scelte anime per l'adattamento.

Hai mai sentito parlare di questo anime sconosciuto? Hai avuto modo di guardare? Cosa ne pensi? Apprezziamo i tuoi commenti e la tua condivisione.