10 scarpe tradizionali giapponesi

Vi siete mai chiesti che scarpe indossano i giapponesi? Hai mai sentito parlare di geta, zori, uwabaki, surippa, setta, okobo, waraji e altri? In questo articolo conosceremo 10 sandali, scarpe, infradito e altre scarpe tradizionali del Giappone.

Voi Scarpe tradizionali giapponesi sono importanti nella storia del Giappone e del mondo. Molte delle infradito che indossiamo oggi sono di origine giapponese, tanto che in Maranhão le infradito hawaiane sono chiamate giapponesi. Pronto per questa avventura?

Annuncio

Zori – Le Havaianas giapponesi

In zouri [草履] sono sandali piatti giapponesi con cinturini che possono essere realizzati con paglia di riso, pelle, legno laccato, stoffa, gomma o materiale sintetico. In zori sono fondamentalmente delle pantofole giapponesi con cinghie a Y simili a quelle hawaiane.

Gli zori tradizionali sono solitamente indossati con un kimono insieme a un calzino chiamato tabi. Sono aperti per prevenire la sudorazione dei piedi a causa del clima umido del Giappone.La stragrande maggioranza è fatta di paglia di riso, ma alcuni sono di legno.

Annuncio

Si ritiene che queste pantofole siano state create con l'influenza della Cina e dell'Egitto e che le loro origini risalgano al periodo Heian (794-1192). Le Havaianas si sono palesemente ispirate agli zori, consigliamo di leggere i nostri articoli su Zori e la sua somiglianza con l'hawaiano.

10 scarpe tradizionali giapponesi

Geta – Le tradizionali scarpe di legno

Prendi un [下駄] è un sandalo tradizionale giapponese, con una base in legno, simile a uno zoccolo, serve ad evitare che il piede entri in contatto con il suolo. Sono indossati con abiti tradizionali giapponesi come kimono o yukata, o durante l'estate.

Voi prendi un sono le scarpe più antiche del Giappone, molto usate nelle paludi e nelle risaie per evitare di sporcare vestiti e piedi, i denti sono adatti a terreni montuosi e duri. Geta fa un rumore quando cammini quello che i giapponesi chiamano a karankoron.

Annuncio

Attualmente il prendi un è utilizzato principalmente da geisha, alcune scarpe moderne cercano di imitare le geta, ma quella tradizionale è in legno con uno o due denti. Se vuoi saperne di più, ti consigliamo di leggere il nostro articolo su geta, la scarpa di legno giapponese.

10 scarpe tradizionali giapponesi

Surippa – Pantofole giapponesi

surippa [スリッパ] viene dall'inglese scontrino e letteralmente significa scivolare. Prende il nome dalla facilità di indossarlo semplicemente facendo scorrere i piedi al suo interno. È molto simile alle scarpe ma sono aperte nella parte inferiore e talvolta nella parte anteriore.

Annuncio

Inoltre non hanno fermagli o nodi da stringere, con diverse dimensioni e design per uso interno ed esterno. Grazie alla loro facilità di indossamento, sono ampiamente collocati all'interno di case in genkan ad uso dei visitatori.

In surippa sono stati inizialmente creati nell'era Meiji per essere indossati sopra le scarpe per facilitare l'ingresso agli stranieri che non sono abituati a togliersi le scarpe per entrare nelle case. Ben presto questa idea divenne una scarpa ampiamente utilizzata.

10 scarpe tradizionali giapponesi

Uwabaki – Pantofole tradizionali per uso interno

Uwabaki [上履き] sono pantofole da corridoio o da interno ampiamente utilizzate in luoghi pubblici come scuole, palestre, uffici, teatri e altri uffici pubblici. Si chiamano anche scarpe superiori o Uwagutsu [上靴].

Annuncio

diverso da surippa ha alcune cinghie da attaccare ai piedi, si apre solo nella parte superiore facendolo sembrare un po' un mocassino. Di solito si vedono di più nelle scuole, specialmente nelle primarie dove gli studenti scrivono persino i loro nomi su di esse.

Di solito sono fatti di gomma e coprono le dita dei piedi e i talloni. Queste scarpe non sono sempre allacciate, alcune sono semplicemente adatte, poiché le scuole incoraggiano gli studenti ad andare a piedi nudi in alcune situazioni.

10 scarpe tradizionali giapponesi

Setta – Sandalo con suola in cuoio

Setta [雪駄] sono sandali giapponesi con suola in cuoio progettati per fornire una funzione impermeabile, hanno una coda di ferro sul lato inferiore, sono durevoli, resistenti all'umidità e resistenti ai danni. La tomaia è intrecciata con bambù, pelle o materiale sintetico.

Alcuni sostengono di essere un tipo di prendi un, ma sembra più simile a zori popolare tra gli uomini. Il nome setta letteralmente significa scarpe da neve. la tecnica jikazuge attacca il fondo in pelle direttamente alla parte superiore.

In passato le calzature si chiamavano Sekid ed è stato creato per il maestro del tè Sen no Rikyu per essere utilizzato nel suo giardino della casa da tè nei giorni di neve. Il nome è stato cambiato da sekida a “setta” quando migrato nel Giappone orientale.

10 scarpe tradizionali giapponesi

Okobo – Zoccolo giapponese con tacco alto

Okobo [おこぼ] sono spessi zoccoli di legno, un tipo di tacco alto indossato dall'apprendista geisha (maiko). Il suo nome cambia regione e può anche essere conosciuto come pokkuri, koppori, pokkuriko e bokkurita. Questo perché alcuni hanno un buco nelle suole con un campanello per fare rumore.

Annuncio

Così come il prendi un, il tuo obiettivo pratico non è sporcare il tuo kimono. Questo tipo di scarpa un tempo era un riferimento di moda, veniva usato per laccare il legno per realizzare disegni e opere d'arte. In alcuni casi viene utilizzato insieme al calzino chiamato tabi.

I bambini di solito indossano questo tipo di scarpe, soprattutto durante il festival. shichigosan. Ha una grande base tagliata da un unico pezzo di legno, solitamente di paulonia. L'altezza di un okobo può raggiungere i 15 centimetri.

10 scarpe tradizionali giapponesi

Waraji – la pantofola del povero

Waraji [草鞋] è una scarpa tradizionale giapponese indossata in passato dalla gente comune ed era realizzata utilizzando corde di paglia. Le dita tradizionalmente sporgono leggermente verso l'esterno oltre il bordo del waraji.

Annuncio

Voi waraji sono realizzati con paglia di riso o di canapa, cotone e palma. Corde dello stesso materiale avvolgono le caviglie e fissano la suola al piede. Oggi i waraji sono ancora usati nei festival e dai monaci buddisti.

Non deve essere utilizzato su terreni duri o lastricati poiché si usurano e ne riducono la durata. Questa scarpa era utile in passato quando non c'erano strade asfaltate, camminare sul terreno permetteva al terreno di entrare nelle fessure della paglia, riducendo così l'usura per attrito. 

10 scarpe tradizionali giapponesi

Altre scarpe tradizionali giapponesi

Kigutsu – Stivali di legno

kigutsu [木靴] sono stivali di legno, tutti o la parte principale, come il fondo, è di legno. Può essere usato per riferirsi ad altre scarpe di legno come asagutsu, prendi un e altre scarpe di legno di origine straniera.

Annuncio

Shigai – Scarpe di seta

Shigai [絲鞋] sono scarpe di filo di seta indossate da famiglie reali minorenni, costumi da ballo per bambini e giovani fanciulle del santuario che partecipano alle cerimonie shintoiste.

Jika-tabi – I calzini si trasformano in scarpe

Jika-tabi è stato inventato e reso popolare durante il 1900. Queste scarpe sono praticamente calzini tabi con una suola più robusta, sono spesso indossate dai giapponesi che lavorano all'aperto come il Jinrikisha.

10 scarpe tradizionali giapponesi

Diverse categorie di scarpe tradizionali giapponesi

Come promesso, vi mostriamo 10 scarpe tradizionali giapponesi, ma ce ne sono molte altre che sono state inventate in Giappone in epoca moderna o varianti delle tradizionali geta e zori. Di seguito proverò ad aggiungere altre varianti di queste scarpe:

Consigliamo di leggere la nostra guida che parla del Scarpe giapponesi, taglie e vocabolario. Spero che il nostro articolo ti sia piaciuto, se ti è piaciuto non dimenticare di condividere e lasciare i tuoi commenti.

  • Taka-ashida geta – Sandali in legno realizzati per essere utilizzati in caso di pioggia e maltempo;
  • Hiyori geta / Masa geta – Sandali tradizionali in legno a due denti usati durante la bella stagione;
  • Ashida [足駄] – Zoccoli alti; zoccoli antipioggia;
  • Yamaget [山下駄] – Geta di montagna, geta grezzo, solitamente fatto di cedro giapponese; 
  • Hachitsuwari [八ツ割] – Zoccolo senza denti;
  • koshi [厚歯] – Zoccoli con denti grossolani in direzione antero-posteriore;
  • Sandaru [サンダル] – Termine di origine occidentale per riferirsi ad alcuni sandali provenienti dal Giappone;