Kodomo no Hi, Hina Matsuri e 753 – Giornata dei bambini in Giappone

[ADS] Pubblicità

Sapevi che in Giappone ci sono 3 festività per celebrare la Giornata dei bambini? Ognuno con un obiettivo specifico? In questo articolo parleremo delle date di Kodomo no Hi, Shichigosan [753] e Hina Matsuri, ci avventuriamo in ognuna di esse.

Vi siete mai chiesti che giorno dei bambini è in Giappone? Ci sono diverse feste e date che coinvolgono i bambini, una data speciale per i ragazzi e una per le ragazze. Come vengono celebrate queste date?

Kodomo no Hi - Giornata dei bambini - 5 maggio

Kodomo no ciao (子供の日) letteralmente significa i giorni dei bambini, e quella data cade il 5 maggio a settimana d'oro. In questo giorno le stelle filanti di carpe hanno chiamato koinobori, sono appesi nei giardini a simboleggiare forza e determinazione.

Le famiglie espongono anche bambole samurai, armature, elmi e altre armi samurai per rappresentare gli eroi. Kintaro. Inoltre vengono utilizzati altri simboli come Shoki, Momotaro e Shobu. 

Secondo l'articolo 2 della legge sulle vacanze, l'obiettivo è “rispettare la personalità dei bambini, rendere felici i bambini e ringraziare la madre”. Quel giorno fu stabilito dal Holidays Act il 20 luglio 1948.

Conosciuto anche come Tango no Sekku [端午の節句]. Quel giorno i bambini mangiano i chimaki, palline di riso avvolte in foglie di bambù e kashiwa mochi. Quel giorno la canzone della carpa chiamata koinobori uta.

Tango no sekku - kodomo no hi
Tango no Sekku – Kodomo no Hi

Canzone delle carpe – Koinobori uta

Yane yori Takai koinobori.
Okii magoi otoosan wa.
Chisai higoi wa kodomotachi.
Omoshiro soni oyideru.

irakanan namito kumono nami
kasanarunamino nakazorawo
tachibanakaoru asakazeni
takaku oyoguya koinobori

hirakeruhiroki sonokuchini
funnewo monoman samamiete
yutakani furuu obireniwa
mononi dousenu sugataari

Kodomo no hi, hina matsuri e shichigosan - Giornata dei bambini in Giappone
kawaii questi bambini

Festa delle ragazze – Hina-matsuri

Il giorno delle ragazze si svolge il 3 marzo e si chiama Hina Matsuri [雛祭り] o Hina no sekku. La giornata è ricordata dai fiori di pesco che simboleggiano un felice matrimonio e onorano le ragazze. Questa data sottolinea i legami del matrimonio con prosperità, felicità, fortuna e salute per le ragazze.

Hina Matsuri è tradizionalmente caratterizzata da un'esposizione di bambole, tramandata di madre in figlia da generazioni. Le bambole vengono poste su un altare ogni anno.

Di solito consiste in 15 bambole che indossano abiti da corte imperiale nel Periodo Heian (794-1192). Secondo la credenza giapponese, le bambole hanno il dono di spaventare gli spiriti maligni, le malattie, la sfortuna e tutto il resto.

Il giorno delle ragazze è comune bere lo Shirozake che è simile all'Amazake, a bevanda a base di riso fermentato senza gradazione alcolica. Il cibo tradizionale è Hina Arare, un biscotto di riso e soia ricoperto di zucchero colorato. 

Altri cibi tipici sono Hishimochi e Sakuramochi (torta di riso mochi), Chirashizushi (riso ricoperto di frutta e verdura colorata) e una zuppa di vongole chiamata Hamaguri Ushio-jiru.

Kodomo no hi, hina matsuri e shichigosan - Giornata dei bambini in Giappone
Bambole Hina Matsuri tradizionali

Il festival delle ragazze o delle bambole ha anche la sua musica tradizionale chiamata Ureshii Hina Matsuri. Vedi sotto:

Ureshii Hina Matsuri – Testi

Akari wo tsukemashou bonborini
Ohanawo aguemashou momo no hana
go'nin bayashi no fue taiko
Kyou wa tanoshii Hinamatsuri

Da Odairisama a Ohinasama
Futari Narande sumashigao
oyome ni irashita neesama ni
yoku nita kanjono shiroikao

Kin no Byoubuni utsuru ciao wo
kasukani yusuru haru no kaze
sukoshi shirozake mesaretaka
akai okaono udaijin

Kimono wo kikaete obi shimete
Kyou wa watashi mo haresugata
Haru no yayoi no kono yoki hi
Nani yori ureshii hinamatsuri

Kodomo no hi, hina matsuri e shichigosan - Giornata dei bambini in Giappone
il giorno delle ragazze

Shichi-go-san [753] – Festival dei bambini

Oh Shichi-go-san [七五三] è un festival che si svolge ogni 15 novembre in Giappone. Il suo nome è letteralmente scritto nei kanji dei numeri sette, cinque e tre, poiché i genitori portano le loro figlie di tre e sette anni e i loro figli di tre e cinque anni vecchio ai santuari per chiedere la salute, la buona crescita e la felicità di tutti i bambini lì presenti.

Una seconda ragione per andare al santuario sarebbe quella di evitare gli spiriti maligni, sebbene questa pratica sia già comune al di fuori di Shichi-go-san. Poiché il giorno festivo non è considerato festivo, se cade in un giorno lavorativo, viene celebrato nel fine settimana più vicino.

In questo festival, i bambini sono in genere vestiti con kimono o abiti formali occidentali, molti per la prima volta nella loro vita, e ricevono amuleti e il loro chitose ame (千歳飴), noto come "proiettile millenario".

La chitose ame è una caramella lunga, sottile, rossa e bianca che viene avvolta in carta di riso commestibile, anch'essa molto sottile al punto da sembrare plastica.

È associato alla longevità e viene fornito in una borsa adornata con un airone e una tartaruga (simboli di longevità in Giappone). C'è una credenza comune che questa caramella dia mille anni di felicità ai bambini che la ricevono.

Il motivo per cui l'età dei bambini che partecipano al festival è di sette, cinque e tre anni è di due. In primo luogo, la numerologia orientale adotta i numeri dispari come numeri fortunati. La seconda ragione sarebbe il fatto che queste tre età sono le più importanti nell'infanzia di una persona.

Kodomo no hi, hina matsuri e shichigosan - Giornata dei bambini in Giappone
Shichigosan e un bambino di 5 anni

La storia di Shichi-go-san

La festa è stata istituita nel periodo Heian (794-1185), quando i nobili celebravano la crescita dei loro figli in quello che era considerato un giorno fortunato a novembre. Fu durante il periodo Kamakura (1185-1333) che il 15 novembre fu ufficialmente adottato come giorno di Shichi-go-san.

Dal periodo Edo (1603 al 1868), divenne una popolare festa giapponese. Un addendum sarebbe che, nel periodo Meiji (1968-1912), la tradizione avrebbe presentato alcuni altri cambiamenti.

In precedenza, il festival era trattato in modo più serio, quindi aveva delle peculiarità rispetto a ciò che osserviamo oggi. Quando il festival passò al tempo dei samurai, la credenza era che i bambini fino a tre anni dovessero farsi rasare i capelli e che solo dopo il festival potessero farli crescere per la prima volta.

All'età di tre anni, le ragazze indossavano il loro primo kimono, di solito a fiori, e all'età di sette anni indossavano l'obi su di loro per la prima volta. I ragazzi avrebbero indossato il loro primo hakama all'età di cinque anni.

Come affermato in precedenza, nell'era Meiji i giapponesi divennero più indulgenti nei confronti delle tradizioni Shichi-go-san e persino i bambini di tre anni si vestivano con abiti tradizionali. Questo è anche il momento in cui la pratica di radersi i capelli dei bambini finì per essere abbandonata.

Nonostante tutta la bellezza dietro tutti i festival giapponesi, il motivo per cui è nato Shichi-go-san è piuttosto malinconico. In passato, il tasso di mortalità infantile era alto in Giappone e la festa era il tentativo dei nobili di trovare una risposta all'interno di un credo condiviso.

Attualmente il Giappone non è più ossessionato da questo problema, ma da allora la tradizione del festival è rimasta. Lasciamo un video che mostra un po' di questo giorno:

Sekai Kodomo no Hi – Giornata mondiale dei bambini

L'ONU ha istituito nel 1954 la Giornata internazionale dell'infanzia per il 20 novembre, ma ha permesso a ciascun paese di fissare la propria data. Il Giappone ha scelto il 5 maggio, ma è bene ricordare la data universale del Children's Day.

Spero che l'articolo vi sia piaciuto, se vi è piaciuto condividetelo e lasciate i vostri commenti.

Condividi questo articolo: