Shintoismo in Giappone – Religioni giapponesi

Shinto è il termine per le credenze e le pratiche religiose indigene del Giappone.Lo Shintoismo non ha un fondatore, scritture sacre ufficiali e credi fissi, ma ha conservato le sue credenze e rituali principali nel corso dei secoli. La parola Shinto è entrata in uso per distinguere le credenze indigene giapponesi dal buddismo, che furono introdotte in Giappone nel VI secolo d.C

Lo shintoismo (insieme al buddismo) è strettamente legato alla società e alla cultura giapponese. Il rapporto dello shintoismo con le altre religioni in Giappone è generalmente cooperativo e armonioso. Gli shintoisti insistono nel mantenere le proprie caratteristiche e profondità interiore mentre lavorano per la pacifica convivenza degli esseri umani.

Annuncio
Shintoismo in Giappone - Religioni giapponesi

Aspetti dello shintoismo

Lo shintoismo è la religione etnica del Giappone che si concentra sulla convinzione che i poteri spirituali si manifestino in luoghi naturali come montagne, fiumi e altri aspetti della natura, inclusi persone e animali.

Annuncio

Non esiste un fondatore dello shintoismo, ma alcune delle sue pratiche risalgono all'VIII secolo. Essendo un'antica religione, lo shintoismo prese possesso di piccoli villaggi e si diffuse poi in tutto il Giappone, fino a diventare una religione riconosciuta.

Lo shintoismo non ha una Bibbia, ma ha diversi testi modello. Lo shintoismo come sistema di religione o credenza è stato originariamente creato per distinguere le credenze dei popoli indigeni giapponesi dalle credenze del buddismo, che ha avuto inizio nel VI secolo.Pertanto, è possibile praticare sia il buddismo che lo shintoismo, poiché non si contraddicono altro. .

Shintoismo in Giappone - Religioni giapponesi

Principi di base dello shintoismo

Al centro dello Shinto ci sono le credenze nel misterioso potere della creazione e dell'armonizzazione (musubi) in kami e nel vero modo (makoto) in kami. la natura di kami non può essere completamente spiegato a parole, perché kami trascende la facoltà cognitiva dell'uomo. I follower dedicati sono in grado di capire kami attraverso la fede e generalmente riconoscere diversi kami in forma politeistica.

Annuncio

oh kami (dei o spiriti) iniziarono come forze misteriose della natura associate principalmente a caratteristiche permanenti del paesaggio, come montagne insolite, scogliere rocciose, grotte, sorgenti, alberi e rocce.

Attorno a questi luoghi sacri si sono evoluti molti racconti popolari, che spesso si riferiscono alla proprietà di animali e coinvolgono principalmente volpi, tassi, cani e gatti tra le persone. I corpi celesti svolgono solo ruoli accessori come divinità shintoiste.

Shintoismo in Giappone - Religioni giapponesi
Annuncio

Lo Shintoismo ha una visione generalmente positiva della natura umana. Un detto shintoista comune è che "l'uomo è figlio di kami“. Primo, significa che a una persona è stata data la vita da kami e che la sua natura è quindi sacra.

Raramente, infatti, si rivela nell'uomo questa natura divina, che fa sorgere il bisogno di purificazione. In secondo luogo, significa che la vita quotidiana è resa possibile da kami e, quindi, la personalità e la vita delle persone meritano rispetto. Un individuo deve onorare i diritti umani fondamentali di ognuno così come i propri.

Pratiche shintoiste

Le cerimonie shintoiste hanno lo scopo di attirare kami per il trattamento e la protezione benevoli e consistono nell'astinenza (io sono), offerte, preghiere e purificazione (harae). La purificazione, il lavaggio con acqua, rimuove simbolicamente la polvere e le impurità che ricoprono la mente interiore.

Una casa tradizionale giapponese ha due altari di famiglia: uno, Shinto, per la sua kami tutelare e la dea Amaterasu Omikami, e un altro, buddista, dagli antenati della famiglia. Le famiglie pure shintoiste, tuttavia, avranno tutte le cerimonie e i servizi in stile shintoista.

Annuncio
Shintoismo in Giappone - Religioni giapponesi

Lo shintoismo non ha servizi religiosi settimanali. Alcuni possono recarsi ai santuari il 1° e il 15 di ogni mese e in occasioni di riti o feste (matsuri), che si verificano in orari prestabiliti durante tutto l'anno. I seguaci shintoisti visitano il santuario a loro piacimento; anche se alcuni devoti di cuore onora il santuario ogni mattina.

I santuari shintoisti sono considerati la casa del kami. L'edificio più importante del santuario è il sancta sanctorum (honde), in cui un simbolo sacro chiamato Shintai ("corpo divino") o mitama shiro (“simbolo dello spirito divino”) è consacrato.

Il simbolo abituale è uno specchio, ma a volte è un'immagine di legno, una spada o qualche altro oggetto. In ogni caso, viene accuratamente imballato e riposto in un contenitore. È vietato vederlo poiché solo il sommo sacerdote può entrare all'interno del santuario.

Torii | Rituali | festival

Uno tori (cancello) è all'ingresso del recinto del santuario. Procedendo con l'approccio principale, un visitatore arriva a una vasca per le abluzioni dove vengono lavate le mani e la bocca. Di solito fa una piccola offerta all'oratorio (haiden) e pregare. A volte un visitatore può chiedere al sacerdote di eseguire riti di passaggio o di offrire preghiere speciali.

Si osservano vari riti di passaggio shintoisti. La prima visita di un neonato al kami tutelare, che avviene da 30 a 100 giorni dopo la nascita, consiste nell'iniziare il bambino come nuovo aderente.

Il festival Shichi-go-san (sette-cinque-tre) del 15 novembre è l'occasione per i bambini di cinque anni e le bambine di tre e sette anni di visitare il santuario per ringraziare la protezione di Kami e pregare per la sua salute crescita.

Annuncio
Le religioni del Giappone - Shinto

Il 15 gennaio è la Giornata degli adulti. I giovani del villaggio di solito si uniscono all'associazione giovanile locale in questo giorno. Al momento, è il giorno di festa per i giapponesi che hanno raggiunto i 20 anni.

I giapponesi celebrano spesso le loro cerimonie nuziali in stile shintoista e pronunciano i voti nuziali per il kami. Tuttavia, i funerali shintoisti non sono comuni, a causa delle preoccupazioni shintoiste sulla purezza rituale. La maggior parte dei giapponesi ha i suoi funerali in stile buddista.

Alcune informazioni sulla religione

  • Il nome "shintoista” deriva dal cinese “stinco così“, che significa “via degli dei”;
  • Ci sono almeno sei filoni shintoisti, vale a dire: 国家神道 (kokkashindo), 神社神道 (jinjashindo), 皇室神社 (kōshitsu jinja), 民俗神道 (minzokushindō), 宗派神社 (shha jinja) e (koshinda);
  • Nello Shintoismo, le trasgressioni e le cattive azioni sono considerate impurità che devono essere ripulite per la pace della mente;
  • noi jinjas (Templi), è considerato tabù fare qualcosa di sbagliato lì;
  • Quando un bambino nasce in Giappone, il suo nome è incluso in a jinja, rendendo il bambino un “figlio di famiglia”. Quando una persona muore, diventa uno “spirito di famiglia”;
  • Gli dei shintoisti sono, per la maggior parte, guardiani delle persone. Tuttavia, alcuni possono essere malvagi;
Annuncio

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con gli amici! Consigliamo inoltre di leggere: