Quali sono le religioni del Giappone?

Vi siete mai chiesti qual è la religione predominante in Giappone? Quali religioni esistono in Giappone? I giapponesi credono alla Bibbia? In questo articolo parleremo delle religioni giapponesi e di alcune curiosità.

Parlare di religioni in Giappone è un po' confuso. Mentre metà della popolazione dichiara di non avere religione, quasi 100 milioni di abitanti dichiarano di essere buddisti e scintoisti. Coloro che negano partecipano ancora alle loro pratiche e usanze.

Annuncio

Qual è la religione ufficiale e predominante del Giappone?

Ci sono differenze nel sapere quale sia la religione predominante in Giappone, alcuni dicono che sia buddismo, altri dicono che sia shintoista, ma è una risposta complicata perché circa l'80% dei giapponesi pratica rituali shintoisti legati ai precetti del buddismo.

La religione tradizionale del Giappone è la Shintoismo (Shinto – 神道) che letteralmente significa "Via degli dei". Lo shintoismo incorpora pratiche spirituali derivate da varie tradizioni giapponesi preistoriche, sia locali che regionali, caratterizzate dal culto di divinità che rappresentano le forze della natura. Ci sono più di 88.591 santuari shintoisti diffuso in tutto il Giappone.

Annuncio

La storia del buddismo in Giappone si è diffusa in diversi periodi fino a diventare dominante in Giappone.Il buddismo comprende diverse tradizioni, credenze e pratiche generalmente basate sugli insegnamenti di Buddha. Ci sono più di 85.439 templi buddisti in tutto il Giappone.

Coesistenza delle religioni in Giappone

Lo shintoismo e il buddismo convivono pacificamente, la maggior parte dei giapponesi afferma di appartenere a entrambe le fedi, inclusi templi buddisti e santuari shintoisti che si trovano spesso insieme negli stessi luoghi.

È comune per i giapponesi sposarsi con una cerimonia shintoista e avere un funerale buddista. I giapponesi non frequentano regolarmente questi luoghi di culto. Entrambe le religioni influenzano notevolmente lo stile di vita giapponese.

Un buon numero visita templi e santuari il più delle volte per eventi, turismo, rituali e necessità. Circa 100 milioni di giapponesi affermano di essere shintoisti e 80 milioni di buddisti. Entrambe le religioni sono piene di superstizioni e tradizioni.

Annuncio
Religioni in Giappone: elenco e curiosità
Templi giapponesi e portali tori

Shintoismo in Giappone

Shinto è il termine per le credenze e le pratiche religiose indigene del Giappone.Lo Shintoismo non ha un fondatore, scritture sacre ufficiali e credi fissi, ma ha conservato le sue credenze e rituali principali nel corso dei secoli.

La parola Shinto è entrata in uso per distinguere le credenze indigene giapponesi dal buddismo, che furono introdotte in Giappone nel VI secolo d.C. Lo shintoismo (insieme al buddismo) è strettamente legato alla società e alla cultura giapponese.

Annuncio

Lo shintoismo è la religione etnica del Giappone che si concentra sulla convinzione che i poteri spirituali si manifestino in luoghi naturali come montagne, fiumi e altri aspetti della natura, inclusi persone e animali.

Cosa predica la religione shintoista? – Shintoismo piega il rapporto armonico tra uomo e natura.

Qual è l'origine dello shintoismo? – In origine, il shintoista non aveva nome, dottrina o dogmi. Come accennato, è stato creato per distinguersi dal buddismo. La tradizione di shintoista spiega il fonte dal mondo, dal Giappone e dalla famiglia imperiale giapponese.

Consigliamo di leggere: Shintoismo in Giappone – Religioni giapponesi

Annuncio
Religioni in Giappone: elenco e curiosità
festival a tokyo

Buddismo in Giappone

Il buddismo è una religione nata in India tra il IV e il VI secolo a.C. incentrata sugli insegnamenti di Siddartha Gautama, noto postumo come Il Buddha, che mira ad aiutare qualsiasi essere vivente a porre fine al ciclo della sofferenza (samsara) e raggiungere l'estinzione della sofferenza (nirvana) diventando a bodhisattva (quello che raggiunge il nirvana).

La religione emigrò dall'India e si diffuse in tutta l'Asia. Il buddismo ha avuto una grande influenza sullo sviluppo della società giapponese. Nei tempi moderni, le scuole di buddismo più popolari in Giappone sono quelle della Terra Pura, Nichiren, Shingon e Zen.

Anche se solo il 35% dei giapponesi afferma di essere buddista, il 90% pratica il buddismo in qualche modo, sia visitando i templi che avendo qualche oggetto correlato. Circa 60% dei giapponesi hanno un Butsudan (santuario buddista) nelle loro case.

Consigliamo di leggere: Buddismo in Giappone - Religioni giapponesi

Quali sono le religioni del Giappone?
statua buddista

Cristianesimo in Giappone

Ci sono cristiani in Giappone? Molti si chiedono se ci siano cristiani in Giappone, sì, ma solo 1% dei 126 milioni di persone sono cristiani, la maggior parte della regione di Nagasaki, la più grande comunità cristiana del Giappone.

La storia del cristianesimo in Giappone inizia nel 1549 quando un missionario gesuita, Francesco Saverio, arriva a Kagoshima accompagnato da un samurai, Ansei Yajiro. Nonostante la grande opposizione dei leader e dei buddisti giapponesi, il cristianesimo guidato dai gesuiti ricevette pieno sostegno dai governanti, Oda Nobunaga e Hieyoshi Toyotomi.

Annuncio

Ma nel luglio 1587, il generalissimo Hideyoshi, in preda a un'ira malsana, stabilì che i missionari non potevano rimanere nel paese. Ci furono persecuzioni, espulsioni e distruzione di chiese.

E nel 1612 il cristianesimo viene messo al bando. Un'inquisizione fu istituita nel 1640 dallo Shogun Iemitsu Tokugawa che iniziò una persecuzione dei cristiani. Fu solo nel 1792 che questa inquisizione terminò e nel 1873 il cristianesimo fu riconosciuto in Giappone.

Attualmente ci sono circa 3 milioni di cristiani in Giappone e quasi 10.000 chiese e templi. Il cristianesimo in Giappone è ancora considerato da molti giapponesi una religione straniera.

Una delle difficoltà della crescita del cristianesimo in Giappone è l'impegno a rinunciare al politeismo dello shintoismo e del buddismo giapponese. Ci sono 32.036 sacerdoti e pastori cristiani in Giappone.

Annuncio

È interessante analizzare che il fatto che il Giappone non abbia un impegno per la spiritualità non significa che le persone non siano buone. Un sondaggio condotto in tutto il mondo ha indicato che 57% dei giapponesi afferma di non avere una religione, mentre in Brasile 92% afferma di appartenere a una religione. E abbiamo notato una controversia nell'atteggiamento e nello stile di vita delle persone.

Religioni in Giappone: elenco e curiosità
cerimonia del tè

Altre religioni in Giappone

Di seguito vedremo alcune altre religioni presenti in Giappone, oltre ad alcuni fatti divertenti su di esse:

Shinshukyo (新宗教) 

Nuove religioni come shinshukyô e shinkô-shukyô sono emerse e si sono rapidamente espanse in Giappone, utilizzando abilmente i mass media, le tecniche di marketing e pubblicitarie, fondando le proprie istituzioni educative, promettendo miracoli e benefici materiali e spirituali in questa vita e mostrando un proselitismo più attivo .

Annuncio

Testimoni di Geova (Ehoba no shonin エホバの証人)

In Testimoni di Geova sono cristiani e attualmente ce ne sono 215.703 in Giappone, e 18 gruppi sono di lingua portoghese. La traduzione giapponese del nuovo mondo, la Bibbia da loro usata, è una delle uniche che ha la lettura furigana.

Il Giappone è noto per uno stile di vita frenetico e frenetico e la popolazione non crede alla Bibbia. Eppure il Giappone è il Paese più dedicato all'opera di predicazione, dove 1 su 3 si offre volontario per dedicare almeno 50 ore al mese al servizio di casa in casa (in Brasile è 1 su 10).

Quali sono le religioni del Giappone?
Sala del Regno di Osaka

SGI – Soka Gakkai Internazionale

Come un'altra religione influenzata da paesi al di fuori delle usanze giapponesi abbiamo il Soka Gakkai Internazionale. IL SGI è un'organizzazione non governativa (ONG) affiliata alle Nazioni Unite dal 1983 e presente in 190 paesi e territori.

Il suo obiettivo fondamentale è promuovere la pace e il rispetto della dignità umana. I suoi membri svolgono ampie attività nei settori della pace, della cultura e dell'istruzione che includono mostre, scambi culturali ed educativi, nonché aiuti umanitari in tutto il mondo.

Ryukyu (琉球神道)

Il Ryukyuan è un sistema di credenze indigene del gente di Okinawa e le altre isole Ryukyu. Mentre leggende e tradizioni specifiche possono variare leggermente da luogo a luogo, la religione Ryukyuan è generalmente caratterizzata dal culto degli antenati.

A differenza dello Shinto, dove gli uomini sono visti come l'incarnazione della purezza, c'è un gruppo di donne superiori della dea Amamikyo.

Ainu è un altro sistema di credenze indigene del popolo Ainu di Hokkaido e parti dell'Estremo Oriente della Russia. Credono che gli spiriti o gli dei vivano in ogni cosa.

eisa
festival a okinawa

Ebraismo (Yudayakyō ユダヤ教)

In Giappone ci sono circa 2.000 ebrei. Con l'apertura del Giappone al mondo esterno nel 1853, alcuni ebrei emigrarono in Giappone e, incredibilmente, alcuni ebrei trovarono rifugio in Giappone durante la seconda guerra mondiale.

Islam (Isuramukyō イスラム教)

C'è un buon numero di musulmani in Giappone.In Giappone la maggior parte dei musulmani erano immigrati, si stima che da 70 a 100.000 musulmani siano immigrati in Giappone.

Confucianesimo (Jukyo 儒教)

Il confucianesimo è una dottrina (o sistema filosofico) creata dal pensatore cinese Confucio. Il confucianesimo è considerato una filosofia, un'etica sociale, un'ideologia politica, una tradizione letteraria e uno stile di vita.

Ci sono molte altre religioni e gruppi in Giappone, ma per oggi limitiamoci a questo. Se hai dei dati da aggiungere, puoi commentare qui sotto. Apprezzo i commenti e la condivisione.