Slang, parolacce, insulti e volgarità negli anime

Ciao a tutti, tutto bene? Guardando gli anime vedo spesso alcune parole volgari e insulti usati principalmente nei momenti di rabbia e in altre occasioni varie. Con questo in mente, in questo articolo impareremo di più su queste parole. Impariamo alcuni slang, parolacce, insulti e volgarità presenti negli anime.

Dire parolacce in giapponese è una delle cose più popolari su internet, tanto che abbiamo già un articolo a riguardo insulti e parolacce in giapponese. Ma questa volta entreremo nei dettagli di queste parolacce, essendo più specifici, parliamo delle più sentite negli anime. Per aiutare a navigare l'articolo lasceremo a riepilogo sotto:

Kuso - 糞 - Merda

Kuso significa merda o merda. Questo è uno dei più versatili della lingua, può essere utilizzato in varie situazioni. Questa parola è informale e offensiva, ma si adatta a situazioni come quando batti il mignolo sull'angolo del divano o quando rovesci del succo sulla tua nuova maglietta, chissà dove la indosserai.

L'ideogramma [糞] della parola kuso significa letteralmente stronzate, merda, dannazione, feci, escrementi, sterco, dannazione, stupido, bastardo e simili. Esistono diverse varianti di parole che possono modificare leggermente il significato dell'espressione. È uno degli insulti più sentiti negli anime.

Slang, parolacce, insulti e volgarità negli anime

Uzai - ウザイ - Irritante

Uzai significa letteralmente fastidioso o rumoroso in giapponese. Vedo che questa parola viene usata molto quando i personaggi femminili sono arrabbiati con qualcuno e fanno i capricci. È comune ma non è l'unico modo per usarlo.

Se diamo un'occhiata alla parola, vedremo che ha diversi modi di essere usati, che possono essere usati o meno come insulti. E non solo questo, ma anche molti altri seguono questo percorso. E questa è la cosa interessante di alcuni insulti, sono derivati da parole comuni.

Nota: Puoi anche usare "uzai" come "zitto". È probabile che questa espressione derivi dalla parola urusai che siamo abituati a sentire molto negli anime, che significa anche zitto o rumoroso.

damare – Un'altra parola che significa zitto. Possiamo classificarlo come una parola aggressiva a causa della sua natura. Ma non si applica in tutti i casi.

Slang, parolacce, insulti e volgarità negli anime

Chikushou – 畜生 – Dannazione, animale

Chikushou significa letteralmente una persona spregevole. Ma l'uso quotidiano è molto diverso. Se usato come interiezione improvvisa, è simile a kuso! Quindi, puoi usarlo allo stesso modo di "droga" o "merda". Questo è un esempio di insulto ambiguo.

La parola è scritta con gli ideogrammi [畜] che significa bestiame, animale domestico e [生] che significa vita. In altre parole, stiamo letteralmente dicendo che la persona conduce una vita animale, una vita spregevole. Variazioni di questa parola possono significare figlio di puttana, incesto, azione imperdonabile e simili.

Baka – バカ- Lingua, asino

Baka è una parola giapponese molto comune. Se lo usi su una persona, puoi usarlo per dire stupido, sciocco o idiota. Penso che sia il più noto perché non ho visto un anime che non menzioni questa parola almeno 5 volte.

Anche se, dopo aver tanto sentito questo insulto in giapponese, lo uso anche quotidianamente e non mi rendo conto che lo sto usando, me ne accorgo solo dopo quello che è successo. È semplice, veloce e facile e molto utile, come non usarlo?

Bakayarou – Non si nota una grande differenza se analizzata superficialmente, ma c'è una marcata differenza tra Bakayarou e Baka. Quando si usa Bakayarou, non significa solo idiota, ma un completo idiota.

Per spiegarci meglio possiamo dire che si tratta di un upgrade da Baka. O meglio, qualcosa di ben oltre un "normale" idiota. Non credo di avere una spiegazione migliore per questo, e ho finito per ricordare che le cose facili sono le più difficili da spiegare.

Slang, parolacce, insulti e volgarità negli anime

Aho - 阿呆 - Idiota

Bene, la lingua giapponese ha sicuramente molti modi per chiamare qualcuno stupido. Aho significa idiota, senile, ingenuo o mentalmente lento. Aho è simile a Baka, sebbene utilizzi ideogrammi diversi. La differenza principale è che aho viene solitamente utilizzato nella regione del kansai mentre baka viene utilizzato in altre regioni centrali e settentrionali come Tokyo.

Non è uno dei modi migliori per essere insultati. Non credo che a nessuno piaccia essere paragonato a una persona senile. Ma a nessuno piace essere insultato, motivo per cui si chiama insulto. I disaccordi accadono sempre ed è bene essere sempre preparati per questi tempi.

Yatsu – 奴 – Amico

La lingua giapponese ha molti segreti e misteri, e alcuni di essi si trasformano in cose sottili come questo insulto. Yatsu significa solo "amico", ma porta molta aria negativa. Quindi, mentre non li stai insultando, li stai mettendo in livelli sotto di te, riferendoti a loro come quello (Yatsu può essere usato per riferirsi a cose).

Per spiegarci meglio possiamo fare un'analogia con la “muleque” qui in Brasile, se andiamo a fare ricerca significa solo un ragazzo, ma è anche un modo per svilire le altre persone. Per questo motivo è bene fare attenzione con le traduzioni che si fanno, possono lasciarti in un grosso malinteso.

Fuzakeru na – ふざけるな – Non giocare!

Fuzakeru significa giocare e la particella na è usata per negare la parola. In altre parole, non giocare con me! Se usato in modo aggressivo, questo utilizzato per allertare, intimidire, avvertire o minacciare altre persone.

Potrebbe non essere un insulto esplicito, ma il riferimento è implicito nel significato e nel modo in cui è stato utilizzato. E per questo mi piace classificarla come una parola aggressiva. Come non essere una parola aggressiva quando qualcuno ti intimidisce in quel modo?

La parola fuzakeru [巫山戯る] significa letteralmente giocare nel senso di ingannare, prendere in giro, ridere di qualcosa, fare uno scherzo a qualcuno. È composto dai caratteri [巫] che significa stregone, [山] che significa montagna e [戯] che significa giocare e giocare.

Slang, parolacce, insulti e volgarità negli anime

Shinee – 死ねえ – Muori!

Letteralmente morire! Non ha bisogno di molte spiegazioni per questo, poiché la parola stessa dice tutto. Di solito lo vedo utilizzato subito dopo il cliché della protagonista che vede le mutandine delle ragazze o che entra in camera da letto quando sono nude. Ma non solo in queste situazioni.

Debu - デブ - Fat

Questa parola significa letteralmente grasso o paffuto, il che può essere o meno un insulto. Altri modi per parlare grasso in giapponese sono futoi [太い]; marumaru [丸々] che dà l'idea di un cerchio, grassoccio; e chuubutori [中太り] che letteralmente significa sovrappeso.

Si adatta perfettamente a descrivere il protagonista di accel world, essendo il Debu più conosciuto negli anime, e anche il Debu più fortunato di tutti perché ho raggiunto ciò che molti sognavano di ottenere. Ecco un consiglio da tenere d'occhio, vale anche la pena leggere la light novel poiché non ci sono previsioni per una seconda stagione.

Slang, parolacce, insulti e volgarità negli anime

Hentai - - Pervertito

Parlando con parole classiche, questo significa pervertito sessualmente. Il suo utilizzo è molto comune, ed ecco un consiglio per non confonderlo con il genere anime per adulti. Bisogna prestare attenzione al contesto. Per approfondire la questione abbiamo scritto un articolo qui sotto che spiega perché in Occidente Hentai è usato per riferirsi a contenuti per adulti negli anime.

Nanda – なんだ – Che diavolo?

Che diavolo? La classificherei come una domanda aggressiva, se esiste una tale denominazione. Ma è anche comune vedere questa domanda negli anime, credo che sia più usata di parole più formali. È anche accompagnato da altri per aggiungere più enfasi alle frasi o anche per porre altre domande.

Un esempio è "Nanda yo omae-wa?" che significa "Chi diavolo ti credi di essere?" Ma ha anche altre forme.

Slang, parolacce, insulti e volgarità negli anime

Temee – 手前 – Tu!

Per salvare la discussione sulle parole, prestare attenzione durante la traduzione, questo ne è un esempio ed è un avvertimento per coloro che pensano che non sia un grosso problema. Può letteralmente significare solo "tu", ma in pratica è una storia diversa. Questo "tu" è usato come un insulto, ma non uso un'analogia che posso fare per spiegarlo meglio.

La parola temee si scrive con gli ideogrammi [手前] che significa mano e davanti, indicando così la persona che ho di fronte. Viene utilizzato principalmente dagli uomini e ha un tono molto volgare e aggressivo.

Altro slang e parolacce negli anime?

È tutto per questo articolo. Ci sono molti altri insulti, parole aggressive e simili che non sono in questa lista. Ho cercato di mettere solo quelli più popolari e conosciuti, per questo ho usato la mia esperienza con gli anime per ricordare tutti quelli che avevo sentito prima, e con questo ho fatto la selezione che ho presentato.

Credo che questo argomento abbia le sue controversie, ma non tutto nella vita sono fiori e ogni lingua ha le sue parolacce proprio come un giardino ha le sue erbacce. Ma se hai suggerimenti, domande, critiche o altro del genere, lascia il tuo commento. Inoltre, grazie a te, mio caro lettore, per aver letto questo articolo finora. Arrivederci alla prossima!

Condividi questo articolo:


1 commento su “Gírias, palavrões, Insultos e vulgaridades nos animes”

Lascia un commento