Yayoi Kusama – Artista schizofrenico e Louis Vuitton

[ADS] Pubblicità

Conoscete Yayoi Kusama, l'artista che ha già collaborato due volte con Louis Vuitton? In questo articolo, esamineremo la famosa artista dipendente dagli schemi e dall'infinito, che ha sofferto per tutta la vita di schizofrenia e altre malattie mentali.

La cosa più bella è che questo Artista sta già attraversando un secolo di attività! Guarda le incredibili opere, la letteratura e le collaborazioni di Yayoi Kusama nei musei di tutto il mondo.

Consigliamo inoltre di leggere:

Yayoi Kusama - Artista schizofrenico e Louis Vuitton

Chi è l'artista Yayoi Kusama?

Yayoi Kusama [草間彌生] è un'artista giapponese nota per la sua vasta opera, che comprende non solo pittura, ma scultura, installazione, letteratura e performance.

Yayoi Kusama è nota per il suo uso ripetitivo di motivi, come punti poligonali, e per un approccio minimalista. È anche nota per le sue installazioni immersive come "Infinity Mirrored Room" e "The Souls of Millions of Light Years Away".

Kusama è nata in Giappone a Matsumoto nel 1922 e ha iniziato la sua carriera artistica alla fine degli anni 40. Si è trasferita nel 1957 negli Stati Uniti, dove si è affermata come artista e ha iniziato a sviluppare il suo stile unico, tornando in Giappone nel 1993.

Kusama è una delle artiste più influenti della sua generazione e ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti nel corso della sua carriera. Il suo lavoro è stato esposto in musei e gallerie d'arte di tutto il mondo, tra cui il Whitney Museum e il Museum of Modern Art di New York.

I cittadini cinesi visitano la mostra di yayoi kusama al centro internazionale di fuzhou sansheng nella città di fuzhou, provincia del fujian della Cina sudorientale, 5 agosto 2017

I disturbi mentali di Yayoi Kusama

Yayoi Kusama ha lottato con problemi di salute mentale per tutta la vita. Le è stata diagnosticata la schizofrenia e ha riportato allucinazioni visive e uditive fin dall'infanzia.

Ha anche riferito di disturbi ossessivo-compulsivi e disturbo da stress post-traumatico dovuti ad abusi sessuali infantili.

Kusama ha trascorso vari periodi della sua vita in istituti psichiatrici, compreso un soggiorno prolungato in un ospedale psichiatrico in Giappone negli anni '70.

Attribuisce alla sua arte un modo per affrontare le sue condizioni e un modo per esprimere le sue ansie e allucinazioni.

È importante notare che l'arte di Kusama è un riflesso della sua condizione, non una sua conseguenza. Ha usato la sua arte come mezzo di espressione e come un modo per affrontare le sue condizioni e allucinazioni.

La sua arte ha avuto molto successo ed è considerata un'artista di fama mondiale, tanto che ha già collaborato due volte con Louis Vuitton.

Tokyo, giappone - 26 luglio 2017: modelli di zucche di kusama yayoi pendono dal soffitto del centro commerciale ginzasix.

Yayoi Kusama Cronologia

Di seguito è riportata una cronologia della vita di Yayoi Kusama:

  • 1957: viaggio a New York
  • 1973: rientra in Giappone per problemi di salute
  • 1996: Vince il Best Gallery Award per due anni consecutivi dall'International Association of Art Critics
  • 2000: Vince il Premio del Ministro dell'Istruzione e delle Arti e il Premio del Ministro degli Affari Esteri
  • 2001: vince il Premio Asahi
  • 2002: insignito dell'Ordine al Merito Culturale
  • 2003: partecipa alla Biennale di Lione e vince il French Order of Arts and Letters e il Nagano Governor's Prize
  • 2004: tiene una grande mostra itinerante in Giappone
  • 2005: viene pubblicata la collezione completa delle stampe Kusama dal 1974 al 2004
  • 2006: Riceve il Cultural Merit Award, il Prince Takamado Cultural Achievement Award e il World Culture Award
  • 2009: viene selezionato come contributore alla cultura
  • 2014: vince il Premio Ango
  • 2016: viene insignita dell'Ordine al Merito Culturale e diventa la quarta donna a ricevere il premio
  • 2017: Il Museo Yayoi Kusama è stato aperto e lei è stata onorata come cittadina onoraria.

Di seguito una cronologia delle principali opere e mostre di Yayoi Kusama:

Mostre di Yayoi Kusama

  • "Yayoi Kusama: Exploding into the Universe", Museo Yayoi Kusama/Nigata Museum of Art, 1992
  • "Yayoi Kusama: New York / Tokyo", Museo di Arte Contemporanea di Tokyo, 1999
  • “Kusama Matrix”, Museo d'Arte di Moriyama, 2004
  • Biennale di Venezia, 2007
  • Galleria Victoria Mirò, 2007
  • Biennale di Liverpool, 2008
  • Galleria Gagosian, 2009
  • “Yayoi Kusama Body Festival negli anni '60”, Watari Museum, 2011
  • Mostra itinerante “YAYOI KUSAMA”
  • Madrid, Sofia Art Center, dall'11 maggio al 12 settembre 2011
  • Parigi, Centre Pompidou, dal 10 ottobre 2011 al 9 gennaio 2012
  • Londra, Tate Modern, 9 febbraio-5 giugno 2012
  • New York, Whitney Museum, 12 luglio - 30 settembre 2012
  • “Yayoi Kusama: Festival del Corpo negli anni '60”, Watari Museum, 6 agosto – 27 novembre 2011
  • "Yayoi Kusama: Eternal Eternal Eternity" (solo mostre selezionate)
  • Museo Nazionale d'Arte Internazionale, dal 7 gennaio all'8 aprile 2012
  • Matsumoto Museum of Art, dal 14 luglio al 4 novembre 2012
  • Kochi Museum of Art, dal 2 novembre al 13 gennaio 2014
  • "Yayoi Kusama: My Eternal Soul", Museo Nazionale di Arte Contemporanea, 22 febbraio - 22 maggio 2017
  • "Yayoi Kusama: TUTTO SUL MIO AMORE - Tudo Sobre Meu Amor", Matsumoto Museum of Art, dal 3 marzo al 22 luglio 2018.

Opere principali di Yayoi Kusama:

lavoro piano:

  • Serie “Infinity Net” (1959- )
  • Serie "La mia anima eterna" (2009-)

Lavoro tridimensionale:

  • Installazioni:
  • Serie “Obsessão de Pontos” (1963- )
  • “Mostra delle 1000 barche” (1963)
  • "Viaggio della vita" (1964)
  • Serie “Tra gli infiniti specchi” (1965- )
  • "Infinity Mirror Room - Butterfly on Water" (2000) al Nancy Museum of Art

Arte pubblica:

  • "Pumpkin" (1994) presso la sede artistica di Benesse, Naoshima
  • “Flowers of Shangri-La” (2000) nel Kirishima Art Grove
  • “Tsubaki-Aruesu” (2003) alla Echigo-Tsumari Art Triennale (installato al Matsudai Noh Stage)
  • "Red Pumpkin" (2006) a Port Miyaura
  • “Eyes Are Singing Out” (2012) in George Street, Bristol
  • Pittura murale di Yayoi Kusama nel Metropolitano de Lisboa, Oriente

Musica:

  • "La canzone di un tossicodipendente suicida a Manhattan"
Le opere d'arte dell'artista giapponese yayoi kusama sono esposte alla sua mostra del tour in asia a shanghai, cina, 20 gennaio 2014.

Prima collaborazione con Louis Vuitton

Nel 2012, Yayoi Kusama ha collaborato per la prima volta con Louis Vuitton per creare una collezione di moda e accessori.

La collezione è stata disegnata da Kusama e comprendeva articoli come borse, scarpe, abbigliamento e accessori, tutti caratterizzati dai suoi iconici motivi poligonali e schizzi.

La collezione è stata lanciata in occasione di una serie di eventi in tutto il mondo e resa disponibile per l'acquisto nei negozi Louis Vuitton di tutto il mondo.

La collezione è stata accolta molto bene dalla critica e dal pubblico, ed è diventata rapidamente una delle collezioni più apprezzate di Louis Vuitton.

La collaborazione ha anche portato l'attenzione sul lavoro di Kusama e ha contribuito ad aumentare la sua popolarità tra il pubblico di tutto il mondo.

Louis Vuitton e Yayoi Kusama è stata una delle prime collaborazioni tra artisti contemporanei e marchi di lusso, che ha finito per creare una moda per gli anni a venire.

La collaborazione ha avuto un tale successo che Louis Vuitton e Kusama hanno collaborato nuovamente nel 2019, con una collezione di moda e accessori e una mostra che ha messo in mostra le loro famose installazioni di specchi a sfioro.

Yayoi Kusama - Artista schizofrenico e Louis Vuitton

Yayoi Kusama e Louis Vuitton nel 2023

L'anno 2023 è iniziato con ondate in tutto il mondo quando Yayoi Kusama e il marchio di lusso Louis Vuitton hanno collaborato a una nuova collezione che ha mostrato la loro abilità artistica in tutto il mondo.

Oltre ai negozi completamente decorati nello stile di Kusama, abbiamo avuto anche cartelloni pubblicitari in tutto il mondo, alcune installazioni artistiche e diverse presentazioni della collaborazione del marchio, per non parlare dei nuovi articoli di lusso che stanno inondando i social media di video.

Specchi dell'infinito

Yayoi Kusama: Infinity Mirrors” è una mostra itinerante organizzata dall'Hirshhorn Museum, Smithsonian Institution, Washington DC ed esposta in vari musei d'arte in tutto il mondo.

La mostra era una retrospettiva della carriera di Yayoi Kusama e includeva una varietà delle sue opere tra cui dipinti, sculture, installazioni e video.

Sei delle sue famose installazioni di specchi a sfioro hanno permesso ai visitatori di immergersi nei mondi creati da Kusama e sperimentare il suo approccio unico all'illusione ottica.

Infinity Mirrors è stato un successo di critica e di pubblico, e ha attirato migliaia di visitatori da tutto il mondo. La mostra è stata inoltre accompagnata da un libro e da un documentario sull'artista.

La mostra ha avuto molto successo e ha contribuito ad aumentare ulteriormente la popolarità di Kusama e del suo lavoro.

Vista delle opere d'arte dell'artista giapponese yayoi kusama durante la sua mostra in asia tour a shanghai, cina, 16 dicembre 2013.

Stanza degli specchi dell'infinito

Le Infinity Mirrored Rooms sono costituite da piccole stanze, solitamente di medie dimensioni, con pareti e soffitti ricoperti di specchi, illuminate da luci colorate lampeggianti.

I visitatori sono invitati a entrare nella stanza e stare al centro dell'installazione, creando un senso di infinito e illusione ottica.

Kusama ha iniziato a creare queste installazioni negli anni '60 e continua a creare nuove versioni fino ad oggi. Sono considerati una delle sue opere più iconiche e sono stati esposti in musei e gallerie d'arte di tutto il mondo.

Sono noti per la loro capacità di immersione, creando una sensazione unica e indimenticabile per i visitatori, allo stesso tempo, è una forma di espressione per l'artista, che utilizza queste installazioni per esprimere la sua angoscia e le sue allucinazioni.

13 ottobre 2007 arte dell'installazione di zucche a pois neri dell'artista giapponese ,yayoi kusama.

Le anime di milioni di anni luce di distanza

“The Souls of Millions of Light Years Away” è una delle installazioni realizzate dall'artista giapponese Yayoi Kusama. Simili si possono trovare in tutto il mondo.

Questa installazione è composta da un gran numero di lampade a sospensione, ciascuna contenente una sfera di vetro colorato, che crea l'illusione di stelle che brillano nel cielo.

L'installazione nasce per suggerire l'idea di infinito e immensità dell'universo. L'installazione è progettata per essere vista da più angolazioni e, mentre i visitatori si muovono nello spazio, le lampadine sembrano muoversi e cambiare colore.

L'installazione è inoltre accompagnata da un morbido suono ambientale, che aumenta il senso di immersione.

Condividi questo articolo: