Yasuke – La storia del Samurai Nero in Giappone

Yasuke, era un samurai di origine africana che serviva il daimyo Oda Nobunaga, negli ultimi anni del Periodo Azuchi-Momoyama. In questo articolo parleremo un po' di questo samurai e della sua importanza nella storia del Giappone.

Yasuke [弥助, 弥介, 彌助 o 彌介] era un samurai africano che servì Oda Nobunaga tra il 1581 e il 1582. Fu considerato il primo straniera per servire come samurai in Giappone. Dai un'occhiata alla storia di questo samurai qui sotto:

Origine, vero nome di Yasuke e arrivo in Giappone

Yasuke - la storia del samurai nero in giappone
L'africano viene presentato a Nobunaga

Secondo i racconti storici, Yasuke era del Mozambico. Tuttavia, questi racconti sono stati scritti anni dopo la sua morte. Inoltre, non ci sono altre fonti a sostegno di questa teoria. Probabilmente la teoria è fondamentalmente una supposizione.

Anche il suo vero nome è sconosciuto. La leggenda narra che il suo nome in Giappone sia basato sul nome africano Yasuf o Issuffo. Tuttavia, non c'è nulla a sostegno nemmeno di questo.

Yasuke arrivò in Giappone nel 1579. Era al servizio del gesuita italiano Alessandro Valignano. Valignano era stato nominato ispettore delle missioni dei gesuiti nelle Indie (Africa orientale, Asia meridionale e orientale).

Accompagnò Valignano quando arrivò nella capitale giapponese nel marzo 1581, e la sua apparizione suscitò molto interesse tra la popolazione locale.

Al servizio di Oda Nobunaga

Yasuke - la storia del samurai nero in giappone
Possibile rappresentazione di Yasuke

Quando Yasuke fu presentato a Nobunaga, il daimyo sospettava che la sua pelle fosse colorata con inchiostro nero. Nobunaga lo fece spogliare dalla vita in su e gli fece strofinare la pelle.

Quando si rese conto che la sua pelle non era colorata e, infatti, nera, Nobunaga si interessò a lui. Ad un certo punto, anche se non è chiaro, l'africano è entrato al servizio di Nobunaga.

È probabile che parlasse un giapponese considerevole. Ciò era forse dovuto agli sforzi di Valignano per garantire che i suoi missionari si adattassero meglio alla cultura locale.

Yasuke è stato menzionato da Sonkeikaku Bunko (尊経閣文庫), negli archivi del Clan Maeda. Secondo Bunko, l'africano ha ricevuto la propria residenza e una piccola cerimonia da Nobunaga. Nobunaga gli assegnò anche l'incarico di portatore d'armi.

Yasuke - la storia del samurai nero in giappone

Dopo Battaglia di Tenmokuzan, Nobunaga guidò la sua forza, incluso Yasuke, e perlustrò l'ex territorio del clan Takeda. Sulla via del ritorno, l'uomo di colore ha incontrato Tokugawa Ieyasu.

Nel giugno 1582, Nobunaga fu attaccato e costretto a commettere seppuku a Honnō-ji, Kyoto dall'esercito di Akechi Mitsuhide. Yasuke era lì e ha combattuto contro le forze di Akechi.

Poco dopo la morte di Nobunaga, l'africano si unì all'erede di Nobunaga, Oda Nobutada, che stava cercando di radunare le forze di Oda al castello di Nijō. Ha combattuto a fianco delle forze Nobutada, ma alla fine è stato catturato.

Quando fu presentato ad Akechi, disse che l'uomo nero era un animale senza valore, quindi non avrebbe dovuto nemmeno essere ucciso, ma portato al nanban-ji. Dopo di che, è scomparso dalla storia giapponese. 

Yasuke - la storia del samurai nero in giappone

altri samurai stranieri

Più tardi, dopo la morte di Yasuke, altri stranieri prestarono servizio come samurai in Giappone. daimyos:

  • wakita naokata (nato come Kim Yeo-cheol), samurai coreano che ha servito sotto il clan Maeda durante il Shogunato Tokugawa;
  • Akizuki Tanenobu (vero nome sconosciuto), samurai coreano che ha servito sotto il clan Chosokabe;
  • cappio Seikan (vero nome sconosciuto), samurai coreano che ha servito sotto il clan Nakagawa;
  • Rinoie Motohiro (vero nome sconosciuto), samurai coreano che ha servito sotto il clan Mōri;
  • Yagyū Shume (vero nome sconosciuto), samurai coreano che ha servito sotto il clan Yagyū;
  • Yayōsu (nato come Jan Joosten), samurai olandesi che servì sotto il clan Tokugawa durante lo shogunato Tokugawa;
  • Hiramatsu Buhei (nato come John Henry Schnell), samurai tedesco che ha servito sotto il clan Matsudaira durante gli ultimi anni dello Shogunato Tokugawa;
  • Eugene Collache, samurai francese che ha combattuto per il Repubblica di Ezo;

Condividi questo articolo: