Unko – Cultura degli stronzi in Giappone

Sapevi che i giapponesi sono ossessionati dai bagni? Sì, possiamo vedere anime con stronzi, dio del bagno, stronzi dorati che spiccano in un edificio di Tokyo e molto altro. In questo articolo, entreremo nella cultura dello stronzo in Giappone [unko].

Discarica, cacca o feci in giapponese si chiama unko [うんこ], che può anche essere usato per riferirsi a merda, schifezza o spazzatura. Una parola letterale per riferirsi a sgabelli solidi, che appaiono impensabilmente da qualche parte nella cultura giapponese.

Annuncio

Unko – Feci in Giappone

Lo stronzo giapponese ha preso il nome di unko, perché un è il suono della forza quando si fa la cacca. già il ko [子] è usato come abbreviazione. Un'altra parola usata per le feci è daiben [大便] che significa anche escrementi e merda.

In portoghese abbiamo l'abitudine di dire cazzate per parlare di qualcosa di brutto, in Giappone usano parole come kuzo [糞] ma questa parola raramente si riferisce letteralmente a sterco, feci o escrementi. La parola defecare è kusomaru [糞放る]

Annuncio

Le feci in Giappone sono rappresentate a forma di spirale, come è molto comune trovare bagni in stile motoquinha (quelli con il buco nel terreno su cui accovacciarsi), quindi la forma prevista delle feci giapponesi è in realtà una spirale.

C'è un'azienda chiamata UNCO che produce abbigliamento di qualità, ma dopo un po' ha iniziato a produrre prodotti legati alla cacca. Possiamo trovare articoli come magliette, calzini, scarpe da ginnastica con segni di cacca e personaggi di merda.

Cosa ne pensi del peluche emoji turd? O meglio, cosa ne pensi di mangiare curry su un piatto che sembra un cesso? Queste sono alcune delle cose insolite che troviamo solo in Giappone.

Unko – cultura dello stronzo in giappone
Che ne dici di mangiare in un bagno o abbracciare una cacca?
Annuncio

Kin no Unko – Buona fortuna merda

In Giappone c'è la cacca "portafortuna" conosciuta come kin no unko [金のうんこ]. Questa cacca d'oro è diventata un'icona locale semplicemente perché il suo suono 'un'all'inizio della parola unko corrisponde al suono 'un' dalla parola giapponese per fortuna [運].

Questo stronzo d'oro è diventato così popolare che nel 2006 sono stati venduti circa 2,7 milioni di portachiavi per cellulari simili allo stronzo d'oro. Una delle principali compagnie dietro le stronzate è la Ryukodo di Kyoto.

Koji Fujii, presidente dell'azienda, ha avuto l'idea di produrre letame alla fine del 1999. A causa della recessione economica in Giappone e del clima nazionale depresso. Koji voleva offrire un prodotto economico che facesse sorridere le persone. Così ha tirato fuori l'idea dal gabinetto.

Annuncio

Alcuni dei kin no unko sono realizzati in vera porcellana e placcati in oro 24 carati. Un portachiavi con mini cacca può partire da 105 yen, una cacca gigante su un panno rosso di seta costa almeno 2.100 yen.

I prodotti sono diventati virali nel 200 quando le ragazze delle superiori in gita scolastica hanno iniziato a comprarli come souvenir. I ragazzi hanno avviato un boom di prodotti di successo, con copertura di notizie da tutto il paese.

Nel gioco The Legend of Zelda: Breath of the Wild possiamo trovare un oggetto noto come Il regalo di Hestu, che ricorda un Kin no unko. Non si sa se sia uno scherzo, visto che per ottenere questo regalo bisogna procurarsi tutti i semi di korok.

Alcuni sostengono, con un ragionamento molto credibile, che è da qui che proveniva l'onnipresente ed enigmatica cacca sorridente [?] emoji nel 2014, usata costantemente e affettuosamente chiamata dai giapponesi unchi.

Annuncio
Unko – cultura dello stronzo in giappone
C'è un Kin no Uko?

Asahi Beer Hall – The Poop Building

A Sumida, Tokyo ha un edificio eccezionale chiamato the Birreria Asahi, ma anche soprannominato Kin no Unko per la sua somiglianza con una cacca. A volte viene anche chiamata costruzione unko-biru il che significa costruire cacca.

Ovviamente questo non era lo scopo originale dell'edificio, poiché Asahi è una delle società in La birra più popolare del Giappone. Il progetto è stato realizzato da un designer francese di nome Philipphe Starck ed è stato completato nel 1989.

L'edificio ha la forma di un bicchiere da birra, progettato per completare il vicino edificio a forma di boccale di birra dorato che ospita gli uffici di Asahi Breweries. È considerata una delle strutture moderne più riconoscibili di Tokyo.

La struttura dorata in cima all'edificio Asahi rappresenta il cuore ardente della birra Asahi e una schiuma schiumosa. La fiamma dorata pesa 360 tonnellate ed è stata costruita utilizzando navi e tecniche di costruzione subacquee.

Unko – cultura dello stronzo in giappone

il dio dei bagni

Ci sono più divinità nella religione shintoista di quante se ne possano contare e risiedono quasi ovunque. Anche le feci non sono state tralasciate. Ci sono alcuni divinità giapponesi che ha forti legami con il bagno.

Fino a poco tempo, era comune adorare divinità conosciute collettivamente come benjo-gami (dei privati), mettendo figure religiose dentro o sotto il water. Altri seppellirono figure divine sotto il bagno.

Annuncio

In tempi più tradizionali, le fattorie giapponesi raccoglievano rifiuti umani da utilizzare come fertilizzanti. Da questa ricorrenza quotidiana, la credenza locale nel dio del bagno, noto anche come kawaya kami.

A causa delle sue proprietà agricole, il kawaya kami ha anche svolto un ruolo importante nel promuovere la fertilizzazione. Ogni nuovo anno venivano eseguiti rituali, chiedendo aiuto al kawaya kami per produrre un buon raccolto per l'anno successivo.

Nel rituale si mangiava il riso che simboleggiava qualcosa di grande che il dio aveva lasciato (sono feci?). Spesso un bagno veniva decorato e tenuto il più pulito possibile. Forse questo dio è il motivo per cui i bagni giapponesi sono così puliti.

Ci sono anche i fantasmi del bagno come Hanako-san e Aka-Manto. Storie bionde dal bagno dove dobbiamo fare un rituale ripetendo le parole 3 volte. Quando finirà la bizzarria?

Annuncio
Unko – cultura dello stronzo in giappone
Akamanto e Hanako-san

unko per i bambini

Imparare i kanji è difficile per chiunque, specialmente per i bambini piccoli. Per cercare di alleviare la monotonia dello studio di più di 1.000 caratteri kanji, il Giappone ha creato l'insegnante migliore amico dei bambini, il professor Unko.

Questi baffi maculati, che usano cacca in stile emoji, sono stati un tale successo che i suoi libri hanno venduto finora oltre 1,83 milioni di copie. Chi sapeva che un libro di stronzate spinge i bambini a imparare il giapponese?

A peggiorare le cose, c'è un anime chiamato Unko San pubblicato nel 2009. L'anime racconta la storia di una fata che può portare fortuna. Ma questa fata è uno stronzo, tutti i personaggi sono stronzi, anche l'isola ha la forma di uno stronzo.

Annuncio
Unko – cultura dello stronzo in giappone
Unko san

musei di merda in Giappone

Non stiamo parlando di cose brutte, ma letteralmente di stronzate. C'è un Museo delle feci giapponese all'interno del Museo della letteratura di Himeji. Tra le altre mostre, troviamo “Excretory Literature”, libri sulla cacca e argomenti correlati.

O meglio, c'è stabilmente e letteralmente il Museo Bosta a Tokyo e Yokohama. Il museo era un'idea temporanea, ma alla fine è diventata un'attrazione permanente di Odaiba. Un luogo colorato pieno di feci che riceve 100.000 visitatori al mese.

In questo Museo, tutto ha la forma di uno stronzo o di un gabinetto. Palloncini, cibo, servizi igienici con cacca all'interno e tante cose colorate e divertenti da visitare. Non perdere l'occasione di visitare il museo dello stronzo in Giappone!

Unko – cultura dello stronzo in giappone

Questi erano alcuni punti salienti delle feci dal Giappone. Spero che l'articolo ti sia piaciuto... Grazie per i tuoi commenti e la condivisione! Infine, guarda un video dal museo dello stronzo: