Qual è il fenomeno Futoko in Giappone?

[ADS] Pubblicità

Futoko o Futoukou è un fenomeno emerso in Giappone nei primi anni 2000 e si riferisce a bambini e adolescenti che spesso si rifiutano di andare a scuola o abbandonano completamente.

Gli studenti con diagnosi di futoko hanno spesso difficoltà di apprendimento, problemi psicologici e possono mostrare segni di grave ansia.

Spesso preferiscono stare a casa da soli o con gli amici in un ambiente amichevole piuttosto che affrontare le pressioni dello studio e la rigidità delle scuole.

Diverse sono le possibili cause del fenomeno, come le pressioni sociali, il bullismo o il burnout degli studenti, ma ci sono anche molte incertezze al riguardo.

In ogni caso, il governo giapponese si è concentrato soprattutto sulla prevenzione del futoko e si è adoperato per migliorare le condizioni nelle scuole giapponesi.

Questa situazione ricorda molto l'articolo: Sai cos'è un Hikikomori o NEET?

Sorriso asiatico della ragazza che si siede sulla linea gialla delle scale

Cosa significa la parola Futoko?

Sebbene scriviamo "futoko" a causa della romanizzazione occidentale, vale la pena ricordare che quello corretto è "futoukou" [ふとうこう]. L'ideogramma che compone la parola è [不登校] e significa assenza o assenza dalla scuola.

Il termine è scritto con i due ideogrammi [不] (Fu) che significa “no” e [登] (To) che significa “salire”. L'ultimo ideogramma [校] si riferisce alla scuola.

Oltre al suo significato letterale, il termine può anche essere usato per descrivere una persona che non è socialmente attiva o coinvolta nella società. Una persona che raramente esce di casa o qualcuno che evita l'interazione sociale.

L'ideogramma per [不] è composto da una mano e l'ideogramma [登] è composto da una persona e una scala. Ciò implica che non andare a scuola implica evitare attivamente un'opportunità di miglioramento personale, suggerendo che lo studente sta volontariamente perdendo l'opportunità di apprendere e acquisire conoscenze.

Leggi anche: Lo sviluppo dei bambini giapponesi

bambino asiatico che studia

Fushuugaku [不就学] – Non frequento la scuola

La differenza tra Fushugaku e Futoko è che generalmente la parola Fushuugaku è usata per bambini che non si sono mai iscritti a scuola, mentre Futoko sono persone che si sono iscritte ma non frequentano.

Generalmente, gli studenti considerati Fushugaku sono per lo più stranieri che non si sono adattati alla lingua giapponese o per altri motivi personali e familiari.

Poiché non vi è alcun obbligo per i bambini stranieri di frequentare le scuole, il termine Fushuugaku si adatta agli stranieri, in particolare ai genitori che vogliono che i loro figli imparino la loro lingua madre.

Quali sono le cause Futoukou?

Ci sono una serie di motivi per cui i bambini non vogliono frequentare la scuola. Spesso le cause sono complesse, alcune di esse sono:

  1. Bullismo: una delle principali cause di Futoko è il bullismo, ovvero l'abuso fisico e psicologico da parte dei compagni di classe. Questo può portare i bambini a sentirsi insicuri e demotivati a frequentare la scuola.
  2. Difficoltà di apprendimento: i bambini con difficoltà di apprendimento, come la dislessia o difficoltà di concentrazione, possono sentirsi scoraggiati e incapaci di tenere il passo con il ritmo della classe, e possono finire per evitare le lezioni.
  3. Problemi di salute mentale: I problemi di salute mentale come l'ansia e la depressione alla fine influenzano la capacità di un bambino di far fronte alla pressione della scuola.
  4. Problemi familiari: alcuni bambini possono avere problemi a casa, come la separazione dei genitori o problemi finanziari, mentre altri hanno genitori assenti e possono anche vivere da soli.
  5. Demotivazione e mancanza di interesse: la metodologia di insegnamento tradizionale può risultare un po' arcaica, noiosa e faticosa per alcuni bambini, lasciandoli demotivati e senza interesse.

Inoltre, alcuni bambini possono affrontare molti di questi problemi contemporaneamente, ogni bambino ha una situazione e una realtà uniche, quindi l'elenco delle cause può essere molto più lungo.

Leggi anche: Chuunibyou – La crisi del liceo

Ijime – bullismo nelle scuole in Giappone

Sempre più bambini in Giappone abbandonano la scuola

Ne è un esempio la storia di Yuta Ito, un bambino di dieci anni, che ha aspettato fino a una settimana di vacanza per dire ai suoi genitori che non voleva più andare a scuola.

È stato vittima di bullismo e ha sofferto in silenzio per mesi. Ai genitori di Yuta sono state date tre opzioni: mandarlo alla consulenza scolastica, farlo studiare a casa o trasferirlo in una scuola alternativa.

Hanno scelto quest'ultima opzione e Yuta è andata in una scuola riconosciuta dal governo che dà priorità alla libertà e all'individualità dei bambini. La tendenza è stata l'aumento delle iscrizioni a questo tipo di scuola alternativa, mentre il numero di casi di bullismo nelle scuole convenzionali continua ad aumentare.

Il 17 ottobre 2019, il governo giapponese ha annunciato che il numero di assenze tra gli studenti delle scuole medie e superiori ha raggiunto un livello record, con 164.528 bambini assenti per 30 giorni o più nel 2018, rispetto ai 144.031 del 2017.

Consigliamo di leggere: I bambini giapponesi camminano in modo diverso?

Ijime – bullismo nelle scuole in Giappone

Cosa fare in caso di Futoukou?

I bambini che soffrono di futoukou, o rifiuto di frequentare la scuola, hanno alcune opzioni alternative. Alcune delle opzioni includono:

  1. Consulenza scolastica: i bambini possono frequentare sessioni di consulenza scolastica per affrontare problemi come bullismo, difficoltà di apprendimento o problemi di salute mentale che potrebbero impedirgli di frequentare la scuola.
  2. Istruzione domiciliare: alcune famiglie scelgono di insegnare ai propri figli a casa, attraverso programmi di apprendimento a distanza o tramite tutor privati.
  3. Scuole alternative: come accennato, ci sono scuole alternative riconosciute dal governo che danno priorità alla libertà e all'individualità dei bambini, sono scuole meno convenzionali e possono essere una buona opzione per i bambini che non si adattano all'ambiente scolastico tradizionale.
  4. Assistenza psicologica e psichiatrica: I bambini che soffrono di problemi di salute mentale come ansia e depressione potrebbero aver bisogno di cure specialistiche per affrontare questi problemi e tornare a scuola.
  5. apprendimento a distanza: Alcuni programmi VR vengono utilizzati per lezioni a distanza, dove i bambini possono partecipare in una stanza virtuale, con la presenza dei loro compagni di classe e insegnanti e avere ancora l'interazione e l'aiuto di un tutor durante le lezioni.

È importante notare che ogni bambino ha la propria situazione unica e potrebbe essere necessario esplorare varie opzioni prima di trovare una soluzione adatta a lui, il consiglio di un esperto del settore è fondamentale.

Vedi altro: I bambini vanno e vengono dalle scuole in Giappone da soli! Come mai?

Conclusione

In sintesi, Futoko è un fenomeno in crescita in Giappone, dove i bambini si rifiutano di frequentare la scuola, causando preoccupazione nelle famiglie e negli educatori.

Le cause di Futoko possono essere varie e complesse, tra cui bullismo, difficoltà di apprendimento, problemi di salute mentale, problemi familiari e demotivazione.

Le alternative disponibili per i bambini che soffrono di Futoko includono consulenza scolastica, istruzione domiciliare, scuole alternative e assistenza psicologica e psichiatrica.

Inoltre, la tecnologia VR è stata sperimentata in alcune scuole come un modo per rendere l'apprendimento più coinvolgente e coinvolgente.

Tuttavia, è importante che ogni caso venga valutato individualmente per trovare la soluzione migliore per ogni bambino. Un'attenzione e un intervento tempestivi sono essenziali affinché i bambini possano tornare a scuola e svilupparsi in modo sano.

Condividi questo articolo: