Naze x Doushite x Nande – "Perché?" e "Come" in giapponese

so come dire "Come mai?" In giapponese? In questo articolo parleremo dei due modi più diffusi per esprimere i perché e le loro differenze, parliamo del famoso “doushite” [どうして], “naze“[何故] e nuotare [なんで].

In precedenza abbiamo scritto un articolo parlando del differenze tra nuotare, nani, niente e derivati. Dove significano "cosa?", "quale", "come", ecc. Lì menzioniamo anche brevemente doushite e naze.

Annuncio

Cosa significa Doushite?

Dipende dalla situazione, Doushite [如何して] può significare perché; per quale ragione; per quale scopo; per quello; Come; in quale modo; con quali mezzi. Doushite non è così formale, ma nemmeno informale.

La parola doushite ha anche altri usi e aggiunte. Puoi dire per esempio, doushitemo [どうしても] che significa non importa come; con ogni mezzo; ad ogni costo; Certamente; non c'è modo; in nessun caso; che ti piaccia o no; eventualmente, ecc.

Annuncio

L'ideogramma [如] presente in doushite [如何して] passa un significato di somiglianza, come, come se, migliore e uguale. C'è anche la parola ikan [如何] scritto con gli stessi ideogrammi e significa come, in che modo e circostanze.

Naze x doushite x nande – “perché? " e "come" in giapponese

La parola doushite [どうして] è letteralmente la congiunzione della parola dou [どう] che significa Come; in quale modo, insieme a merda [して] che è il suru verbo. Tanto che c'è la parola dousuru [どうする] che significa "Cosa fare?“.

Ci sono variazioni come douchita e doushitan [どうしたの] che significa "Qual è il problema?", "Cosa c'è che non va?", "Cosa c'è che non va?", "Cosa è successo?" e "In qualche modo"...

Annuncio

Cosa significa Nande?

Questo è il modo più completo per dire perché, anche il più informale. Da non confondere con nandesuka [なんですか], poiché quello presente nell'espressione, si riferisce alla particella in [で].

oh nuotare è il modo più informale di tutti. Dovresti usarlo solo tra amici intimi e in situazioni molto informali. oh doushite suona un po' più informale e può essere usato con insegnanti, capi e persone anziane, se hai un po' di intimità.

Ci sono altre espressioni derivate da nuotare Come nandemonai [なんでもない] che significa nulla o insignificante. non deve essere confuso nuotare insieme a niente [なんだ] che significa “cosa?”.

Annuncio
Naze x doushite x nande – “perché? " e "come" in giapponese

Cosa significa Naze?

Dipende dalla situazione, naze [何故] significa perché; Come; in quale modo; perché. Questo è il modo più formale per esprimere il perché o il come. Questo modulo non viene utilizzato con amici intimi o a seconda della situazione.

Se hai bisogno di essere molto più formale, usa nazedesuka [何故ですか] invece di solo naze. Forse è un po' maleducato indossare semplicemente il Naze in una situazione molto formale.

La parola nazenara [なぜなら] significa letteralmente ragione e perché. L'espressione nazeka [なぜか] non è una domanda e significa in qualche modo; per qualche ragione; non sapendo perché e per la ragione.

Annuncio
Naze x doushite x nande – “perché? " e "come" in giapponese

Qual è la differenza tra Naze x Doushite e NANDE?

Anche se entrambi significano quasi la stessa cosa, naze sembra essere più un perché che doushite. La parola doushite è più informale e può dare un'idea di "Come" o "come questo?“.

Doushite finisce per essere usato quando parli direttamente con qualcuno, quando chiedi direttamente alla persona cosa è successo o qual è il problema. Già naze è usato come un semplice perché.

non dirai doushite quando il tuo capo non vuole aumentare il tuo stipendio. Si può dire doushite se il tuo capo sta attraversando una situazione, hai una certa intimità e stai cercando di capire cosa è successo e perché è arrabbiato.

Riaffermando e riassumendo: naze è più vicino a perché e dohshite è più vicino a Comenande è molto informale e caotico, ma è molto comune sentire.

Pensa al lato positivo, almeno non abbiamo 4 perché in giapponese come in portoghese. Fortunatamente le opzioni del perché non ci costringono a capire la scrittura e la forma della frase. Ricorda solo il momento migliore per l'uso.