Cose che non sai sugli sport in Giappone

In questo articolo, andiamo a conoscere alcuni fatti divertenti sugli sport popolari in Giappone Alcuni fatti interessanti e curiosi che probabilmente non conoscevi.

Ma giusto per chiarire! Prima di saltare alle conclusioni, l'articolo non dice che è sempre così. Queste sono solo curiosità che possono essere modificate nel tempo, o che non accade in tutte le regioni del Giappone.

I lottatori di sumo mangiano solo due volte al giorno

Lottatori di sumo mangiano solo due volte al giorno! Una volta subito dopo aver terminato l'allenamento mattutino e poi di nuovo la sera dopo aver terminato l'allenamento pomeridiano.

Un pasto tipico ha la presenza di chanko-nabe, contenente grandi quantità di carne, pesce e verdure. I tuoi pasti vengono consumati in modo tale che le calorie assorbite con i tuoi pasti superino sempre il valore calorico perso durante l'allenamento, mantenendo così lo stesso peso corporeo.

I lottatori di sumo non si lavano i perizomi

oh mawashi (Le pinze) che indossano i lottatori di sumo non vengono mai lavate. Invece, di solito vengono semplicemente messi ad asciugare, per due motivi. Uno è per fortuna e l'altro, e perché lavarli? mawashi indebolisce il tessuto.

C'è più di un tipo di succo

Il sumo ha avuto una forte presa in Giappone fin dai tempi antichi e ci sono molti giochi che lo incorporano. Uno di questi è il gioco kamizumo (carta da sumo), in cui le marionette dei lottatori di sumo sono modellate su carta… Sono poste all'interno di un cerchio ricavato nella parte superiore di una scatola di cartone, dopo essere stati in una posizione adatta per l'“inizio del combattimento” basta cliccare intorno al cerchio fino a uno dei combattenti lascia l'area delimitata.

Le pose di vittoria non sono consentite nel Kendo

kendo è uno sport nato in Giappone ed è considerato di grande importanza. Se un praticante riesce a guadagnare un punto sopra il suo avversario e poi esegue immediatamente una posa di festa, il punto guadagnato da lui verrà ritirato per essersi comportato in modo irrispettoso e insensibile nei confronti di un avversario. E anche affinché i praticanti non perdano la concentrazione e l'intensità dello spirito, cosa cruciale nel Kendo.

kendo

Giochi olimpici per atleti di oltre 60 anni

Ogni anno dal 1988, gli atleti gli anziani oltre 60 anni in Giappone, partecipare a un evento sportivo e culturale chiamato “Nenrinpics”, così chiamato dalla combinazione di nenrin, o “i vecchi anelli di un albero”, con la parola Olimpi.

Questo festival sportivo di quattro giorni prevede una varietà di eventi tra cui tennis, maratona, Kendo (scherma giapponese), ping-pong, giochi da tavolo come go and shogi (scacchi giapponesi) e haiku (poesia giapponese). Ogni municipio del paese trova un modo per ospitare questo evento.

Gli appassionati di baseball professionisti si riuniscono durante le partite

La più grande differenza dal baseball professionistico giapponese, è il modo in cui si comportano i tuoi spettatori. I fan di ogni squadra si uniscono all'unisono, cantando canzoni di combattimento al suono di trombe e taiko (batteria). Rilasciano anche un numero enorme di palloncini in aria, tifando per le loro squadre con infinito entusiasmo.

I giocatori di baseball delle scuole superiori portano a casa la sporcizia

L'estate in Giappone è tempo per il campionato nazionale di baseball delle scuole superiori noto come "koshien", che vede quasi 4.000 squadre di baseball delle scuole superiori in tutto il paese l'una contro l'altra in un torneo di qualificazione per raggiungere questa sacra competizione.

sebbene il koshien presentano atleti studenti, tutte le partite vengono trasmesse in diretta in tutto il Giappone. Coloro che sono stati scelti per rappresentare le loro città hanno grandi aspettative e gareggiano come se le loro vite dipendessero dal risultato.

I giocatori che perdono questa competizione possono spesso piangere e cadere a terra rimpiangendo il risultato e molti dicono “Torneremo! “. Questo viene fatto in un tono emotivo che può far strappare gli occhi a molti spettatori.

Condividi questo articolo:


Lascia un commento