Tsundoku - L'arte di comprare libri e non leggere

Molti hanno una pila di libri a casa che non leggono. Questo è così comune che i giapponesi hanno una parola per le persone che di solito comprano libri e non leggono mai. Questa parola si chiama tsundoku [積ん読] e ci sono molti fatti e informazioni interessanti che prenderemo in considerazione in questo articolo. 

Tsundoku [積ん読] deriva dall'ideogramma [積] che significa impilare e accumulare insieme all'ideogramma di lettura [読]. Si riferisce a persone che accumulano libri o che finiscono per avere una scorta o una pila di libri giganteschi.

Questa abitudine è abbastanza comune, io stesso ho comprato una pila di manga in Giappone e non l'ho mai letto fino ad oggi. Il Giappone è un paese che apprezza molto la lettura, quindi l'esistenza della parola Tsundoku è comprensibile. Quello che pochi sanno è la sua origine.

L'origine della parola Tsundoku

Si ritiene che questa parola sia esistita dall'era Meiji (1868-1912) e possa essere usata sia per indicare una pila letterale di libri sia per riferirsi a una persona che acquista libri ma non legge mai. Una delle prime apparizioni della parola è in un testo del 1879.

Tsundoku - l'arte di comprare libri e non leggere

Se prendi alla lettera la parola tsundoku, potresti scoprire che l'espressione dice "leggere una pila"di libri. Ed è proprio questo lo scopo della parola, fare un gioco di parole sui libri che compriamo per leggere ma non leggere.

Edward Newton derivava dai verbi tsundeoku [積んでおく] che significa accumulare o accumulare in un punto, accanto alla parola dokusho [読書] che significa leggere. Nota che tsundoku e tsundoku sono abbastanza simili, quindi un gioco di parole.

Il verbo tsundeoku [積んでおく] è la giunzione del verbo tsumu [積む] che significa impilare e partire, insieme a ok [置く] che significa mettere in un posto. Da qui l'espressione tsundoku come impilare libri e non leggere, ha perfettamente senso.

Tsundoku - Impilare libri in Giappone

Alcuni potrebbero immaginare che collezionare libri in Giappone debba essere difficile a causa della mancanza di spazio. In realtà il Giappone non ha nemmeno poco spazio come alcuni pensano, solo nelle grandi città e negli appartamenti. Eppure non è così facile avere una biblioteca in casa.

Tsundoku - l'arte di comprare libri e non leggere

Ai giapponesi piace la praticità e il minimalismo. Non sono così abituati ad accumulare libri, alcuni addirittura buttano via un settimanale e donano o vendono i loro libri usati a un negozio. Le librerie di libri e manga usati sono numerose e super economiche.

Tuttavia, l'accumulo di libri non è raro, poiché ci sono giapponesi che non sono organizzati e semplicemente accumulano cose in casa. Per non parlare del Hikikomori che di solito non escono di casa e la loro stanza diventa un disastro.

In Giappone, questo fenomeno di collezionare libri senza leggere è molto comune. Le persone finiscono per leggere un intero manga sul settimanale e semplicemente acquistano i volumi separatamente per condividere una raccolta, senza necessariamente toccarli.

Tsundoku - l'arte di comprare libri e non leggere

Circa 70% della lettura consumata in Giappone è di origine giapponese. Ci sono più di 100.000 nuove opere ogni anno, lasciando il Giappone al quarto posto nella classifica. Il Giappone muove ogni anno quasi 20 miliardi di dollari per libri, metà dei quali sono riviste.

Anche quando la lettura è impossibile, la presenza di libri acquistati porta a un tale estasi che comprare più libri di quanti se ne possano leggere non è niente meno che l'anima che raggiunge l'infinito... apprezziamo i libri anche se non letti, la loro mera presenza emana comfort.

Edward Newton

L'influenza della parola Tsundoku nel mondo

Tra i lettori di tutto il mondo la parola tsundoku è diventata molto popolare. Si scopre che le persone hanno portato questa parola in altre lingue come hanno fatto con il karaoke, lo tsunami e l'otaku.

Alcuni hanno persino usato quella parola per altre cose come ebook, film, DVD, giochi, app per smartphone e altri. Accumulare roba e non usarla mai è molto comune in tutto il mondo. Le nostre vite sono così occupate che finiamo per comprare cose inutilmente.

Tsundoku - l'arte di comprare libri e non leggere

Hai avuto la sensazione di aver comprato qualcosa per disperazione e poi dire, non ne avevo bisogno, né lo sto usando. Con i libri questo è più difficile che accada se una persona ha una pila di libri o non ha tempo per leggerli o è pigra.

Un'altra parola con significato simile è Bibliomania che si riferisce a persone a cui piace collezionare e accumulare libri. La grande differenza è che tsundoku può essere usato anche per riferirsi semplicemente a una pila di libri oa una stanza piena di libri.

Spero che questo articolo abbia spiegato ancora di più il significato di tsundoku, se vi piace condividete e lasciate i vostri commenti. Infine, lasciamo alcuni articoli consigliati di seguito:

Leggi altri articoli dal nostro sito web

Grazie per aver letto! Ma saremmo felici se dai un'occhiata agli altri articoli qui sotto:

Legga i nostri articoli più popolari:

Conosci questo Anime?