Sasumata – Arma da samurai nelle scuole in Giappone

Sasumata (刺股) è una lancia a forchetta usata dai samurai nel Giappone feudale, nota anche come acchiappauomini. Sasumata insieme ad altre 2 armi chiamate tsukubo e sodegarami sono state utilizzate dalla polizia samurai e dalle forze di sicurezza per arrestare criminali e sospetti senza ferirli o controllare la folla. La Sasumata si presenta come una forchetta a 2 punte con un bastone di 2 metri pieno di spine per evitare che l'individuo si aggrappi alla barra.

Al giorno d'oggi, una versione moderna di sasumata è ancora usata occasionalmente dalla polizia come strumento di autodifesa. Questi moderni sasumata sono spesso realizzati in alluminio, senza le lame e le punte affilate. Essi anche possono essere trovati in luoghi pubblici in Giappone, come le scuole, dove vengono utilizzati per proteggersi da intrusi o ladri violenti.

Sasumata - arma da samurai nelle scuole in Giappone

Sasumata nelle scuole giapponesi

Molte scuole in Giappone hanno tenuto un Sasumata per fermare gli intrusi e le invasioni scolastiche. Quest'arma è molto utile se la persona non è armata, funziona in Giappone perché è raro trovare un'arma lì.

È comune trovare i Sasumata in una posizione strategica appesi al muro, o conservati in un luogo con oggetti preparati contro l'invasione. A volte è possibile trovare uno scudo oltre Sasumata per proteggersi o avanzare strategicamente contro il nemico. Quando si immobilizza una persona con Sasumata, la prossima azione intelligente sarebbe quella di legarlo e imprigionarlo.

Alcuni casi in Giappone che hanno utilizzato Sasumata: Ad Aichi un uomo di 62 anni è entrato nella scuola di Ichinomiya con un coltello da cucina, 3 insegnanti hanno usato un Sasumata e hanno fermato l'invasore. Qualcosa di simile è successo a Tokyo, e ancora una volta 3 insegnanti hanno catturato il sospetto con Sasumata, il preside della scuola ha detto che erano stati addestrati per tali occasioni.

Di seguito alcuni video di Sasumata in azione:

Condividi questo articolo: