Ryu – Incontra 14 draghi giapponesi

I draghi sono creature mitologiche di diverse culture, le più famose provengono dalla Cina, dalla Corea e dall'India, ma anche il Giappone ha le sue leggende e le sue storie sui draghi. In questo articolo parleremo dei draghi giapponesi e di alcune curiosità.

I draghi in Giappone sono chiamati ryu [竜 o 龍] e la stragrande maggioranza è legata all'acqua e non al fuoco come alcuni pensano. Oltre ad essere acquatici, spesso si trasformano in umani o altre cose. A differenza dei draghi cinesi, sembrano serpenti e hanno teste simili a coccodrilli.

I draghi sono raramente menzionati nelle storie giapponesi. Alcuni dicono che queste storie di draghi provengono da avvistamenti di enormi pesci che sono cresciuti in modo sproporzionato. Alcuni sono draghi importati da altre culture, alcuni addirittura compaiono in anime drago.

Ryujin – Dragon God of the Sea e LE SUE FIGLIE

Ryuzhin [龍神] è un dio drago noto anche come watatsumi [海神] che vive nell'oceano e compare in molti miti giapponesi. Si trasforma in umano e ha rubato gioielli inestimabili a un principe.

Ryu - 14 serpenti o draghi giapponesi

La leggenda narra che questo principe si innamori della principessa Tamatori, che riesce a rubare i gioielli del suo amante, ma le taglia il seno per custodire i gioielli dall'ira del Drago Ryujin, morendo così per la ferita.

Si crede che il Ryujin viva in un palazzo sottomarino chiamato Ryūgū-jō, dove custodiva i gioielli delle maree chiamati kanju. Queste gemme magiche sono state usate da Ryujin per controllare le maree.

Annuncio

Otohime, Toyotamahime e Kuniyoshi

Toyotama-hime è un'altra figlia del Dio Drago Ryujin. Toyotama sposa il principe Hoori, ma torna al mare quando infrange il suo voto di non spiarla.

otohime è una delle figlie più belle del Dio Drago Ryujin. È anche la nonna di Jimmu, il primo imperatore del Giappone, presente nella leggenda di Urashima Taro, un giovane pescatore che ha salvato Otohime che era in forma di tartaruga.

Ryu - 14 serpenti o draghi giapponesi
Annuncio

Kuniyoshi – Un'altra figlia del Dio Drago Ryujin, osserva un guerriero di nome Hidesato che non aveva paura della sua forma di Drago e poi chiede al guerriero di uccidere un millepiedi gigante.

Yamata no Orochi – Drago a 8 teste

Yamata no Orochi [八岐の大蛇] è un drago a 8 teste, 8 code e occhi rossi con muschio e alberi sul dorso. Era così grande che occupava 8 valli e 8 vette. Conosciuto anche come il Grande Serpente (Drago) con otto teste.

Ogni anno il Drago Orochi richiedeva il sacrificio di otto vergini. Un giorno, una delle otto vergini richieste era l'amata di Susano. Considerato dio del tuono, Susanoo no Mikoto, con la sua spada, tagliò ogni testa dell'Orochi.

Ryu - 14 serpenti o draghi giapponesi
Annuncio

Dal suo grembo cadde il sacro globo della vita, il Magatama, e dall'ultima testa mozzata rotolò una lacrima che divenne la specchio. Amaterasu ha preso la spada per uccidere il drago Kusanagi, Izumo ha un globo Magatama e la principessa Yata uno specchio.

Questi tre oggetti sono ora conosciuti come "I Tre Sacri Tesori del Giappone" e si dice che siano conservati nel Palazzo Imperiale di Tokyo.

Kiyohime – amante arrabbiato

La famiglia di Kiyohime [清姫] era ricca e suo padre Shoji era il capo del villaggio. La famiglia offriva alloggio a sacerdoti e viaggiatori. Un giorno il giovane Kiyohime si innamorò di un guaritore itinerante di nome Anchin.

Ryu - 14 serpenti o draghi giapponesi

Kiyohime e Anchin avevano una relazione, ma un giorno il guaritore perse interesse per Kiyohime e cercò di fuggire attraverso il fiume Hidaka. La rabbia di Kiyohime era così grande che si trasformò in un drago e inseguì Anchin.

Il guaritore ha cercato di nascondersi dalla rabbia di Kiyohime all'interno di una campana di ferro in un tempio, ma Kiyohime come un drago si è avvolto intorno alla campana, ha colpito la campana più volte e alla fine ha emesso un rutto di fuoco che ha sciolto la campana con Anchin al suo interno.

Seiryu – DRAGO AZZURRO E I 4 DRAGHI

Ci sono due leggende che coinvolgono 4 creature protettive. In uno di essi le 4 creature di verde, rosso, nero e bianco proteggono le città giapponesi, in altri quattro draghi che proteggono i mari.

Ryu - 14 serpenti o draghi giapponesi
Annuncio

Azure Dragon è presente in entrambi. È un drago verde di origine cinese chiamato Qing Long. In Cina è un simbolo delle costellazioni cinesi, ma in Giappone è uno dei quattro spiriti che custodiscono le città giapponesi.

Si chiama anche Seiryu, il protettore della città di Kyoto o del Giappone orientale L'ovest è protetto da una tigre bianca, il nord dalla tartaruga nera e il sud dall'uccello rosso.

Altri draghi giapponesi

Ci sono molti draghi giapponesi che compaiono nelle leggende e nei documenti storici, culturali e religiosi. Di seguito menzioneremo brevemente alcuni famosi draghi giapponesi.

Mizuchi – un altro drago serpente

Mizuchi [蛟] è un serpente/drago d'acqua giapponese e forse una divinità, menzionata nelle cronache di Nihon Shoki e nei poemi Man'yōshū. I registri menzionano sacrifici umani fatti come offerta ai Mizuchi che abitavano i fiumi.

Annuncio
Ryu - 14 serpenti o draghi giapponesi

Wani – Il drago coccodrillo

Wani [鰐] è un drago coccodrillo o un mostro marino menzionato due volte nelle leggende giapponesi. Wani potrebbe anche essere semplicemente un coccodrillo, ma nella mitologia giapponese è classificato come un drago.

Nure-onna – Serpente Yokai

Nure-onna [濡女] è uno yokai simile a un serpente che sono draghi popolari nelle leggende giapponesi. La tua differenza è nella testa di una donna. La si vede spesso sui fiumi e sulle spiagge mentre si lava i capelli.

Zennyo Ryuo – Drago della pioggia

Zennyo Ryuo – È un dio drago della pioggia menzionato nelle storie buddiste e nel Palazzo Imperiale di Kyoto. È un piccolo drago che di solito appare in forma umana, ma con la sua coda di drago.

Annuncio
Ryu - 14 serpenti o draghi giapponesi

Kuraokami – Il drago delle nevi

Kuraokami è indicato come il Drago dell'Oscurità, ma è anche una divinità shintoista della pioggia e della neve. Nacque anche da Izanagi e Izanami, così come dalla maggior parte dei draghi e delle divinità giapponesi.

Kuzuryu – Il drago esorcizzato

Kuzuryu è un drago del folklore della Prefettura di Nagano in Giappone, menzionato come un drago velenoso e feroce che vive nel lago, nel quale gli umani dovevano offrire sacrifici. Un giorno fu esorcizzato e divenne il guardiano locale.

Inari Ōkami – Divinità della prosperità

Questa divinità è molto popolare e ha una montagna piena di portali a Kyoto dedicata a Inari. È spesso raffigurata come una volpe. È anche apparsa come serpente o drago in alcuni resoconti.

Annuncio