Yata no Kagami – Lo specchio sacro del Giappone

[ADS] Pubblicità

Chi non ha uno specchio in casa? Dopotutto, è un oggetto ampiamente utilizzato, e in molti modi. Tuttavia, gli specchi sono spesso associati a fenomeni soprannaturali o qualcosa di religioso. In Giappone, Yata no kagami è uno specchio sacro per il paese.

Perché è considerato un oggetto sacro? Qual è la storia dietro la sua importanza? Queste sono le risposte che daremo in questo articolo per tutti. Dopotutto, non un oggetto qualunque fa parte del tesoro nazionale di un paese.

Sì, Yata no Kagami [八咫の鏡] è uno dei tre oggetti sacri chiamati il sanjingi [三神器] che fanno parte delle Insegne Imperiali del Giappone, ricordando che questo è lo specchio, abbiamo ancora una spada e una pietra magatama. Ma parliamo di questi oggetti in altri articoli. Spieghiamo velocemente cosa abbiamo in mano.

Questi specchi rotondi in bronzo, argento o oro risalgono a molti anni prima di Cristo. Erano comuni anche in Cina e in Egitto, ma erano i giapponesi a considerare tali oggetti come qualcosa di raro e misterioso.

Yata no Kagami – Lo specchio otto-ta

Yata no Kagami, può essere letteralmente tradotto come "lo specchio otto ta”. Ta è un'unità di misura del diametro. Questo nome si riferisce alla sua forma e dimensione, che puoi vedere nell'immagine.

Yata no kagami – lo specchio sacro del Giappone

Questo sacro specchio, come già accennato, fa parte delle insegne imperiali del Giappone e si dice che si trovi nel Grande Santuario di Ise, nella prefettura di Mie, in Giappone. .

Come altri tesori, Yata no Kagami rappresenta una certa virtù. In questo caso, "saggezza" o "onestà", a seconda della fonte. Gli specchi nell'antico Giappone rappresentavano la verità perché riflettevano semplicemente ciò che veniva mostrato.

Inoltre, gli specchi sono sempre stati considerati una fonte di molta mistica e riverenza. Il folklore giapponese è pieno di storie di vita prima che gli specchi fossero comuni. Nello Shintoismo, questo specchio è stato forgiato dalla divinità Ishikoridome.

Yata no kagami – lo specchio sacro del Giappone

Insieme alla pietra Yasakani no magatama, lo Yata no Kagami è stato appeso a un albero dalla divinità. Intenzione di attrarre amatoriale, la divinità del sole, da una grotta. Sono stati consegnati al nipote di Amaterasu, Ninigi-no-Mikoto.

È stato consegnato quando è andato a pacificare il Giappone insieme alla spada Kusanagi. Da lì, i tesori sono passati nelle mani della Casa Imperiale del Giappone e, come sappiamo, fino ad oggi questi oggetti rimangono sacri e immacolati.

YATA NO KAGAMI e i 3 tesori sacri

Lo specchio, la pietra magatama e la spada sono sacri come qualsiasi tesoro in Vaticano. E proprio come loro, di solito non vengono presentati liberamente al pubblico comune.

Le mostre sono molto rare, nel caso di Yata no Kagami possiamo dire che è un mistero. Dopotutto, c'è un certo incidente che offusca la verità.

Yata no kagami – lo specchio sacro del Giappone
Lo specchio nell'immagine rappresenta la vera forma dello yata no kagami

Nell'anno 1040, lo scompartimento che conteneva lo Specchio Sacro fu bruciato in un incendio. Se quello specchio sia stato irrevocabilmente perso o meno rimane un mistero. Questa è una domanda a cui pochi, se del caso, conoscono la risposta.

Si sente spesso dire che oggi è ospitato nel Grande Santuario di Ise. Allo stesso tempo, una replica è custodita nei Tre Santuari del Palazzo Imperiale di Tokyo. Vale la pena dare un'occhiata per confermare come è gestito. Dopotutto, è un tesoro nazionale.

Qual è la tua opinione su yata no kagami?

È difficile cercare di indovinare dove potrebbe essere un oggetto sacro. In effetti, non c'è modo di farlo senza molte informazioni importanti. Che sono spesso accessi ristretti, a cui poche persone possono accedere. Cioè, solo figure curriculari molto bene possono saperlo.

Ma una cosa è certa, questo è un oggetto a cui il Giappone tiene molto. Lo possiamo dire solo perché è uno dei tre oggetti sacri del Giappone.Yata no Kagami finisce per essere un oggetto adorato dalle masse e parte della cultura del paese.

Ma comunque, non è perché non sappiamo che non possiamo provare a indovinare dove si trova. Lascialo lì nei commenti dove pensi di poter essere.

Condividi questo articolo:

6 commenti su “Yata no Kagami – O espelho sagrado do Japão”

  1. (^ワ^=) Já deve ter sido roubado e revendido e niguém sabe. v: ~( ´•︵•` )~ mais vai saber, acho q ele deve está com 天照大神、duvido q ela entregou o espelho verdadeiro para meros mortais. v:

    • se você está falando de Amaterasu, ela entregou os tesouros sagrados para seu neto (me esqueci o nome) que por sua vez entregou ao seu bisneto (o primeiro imperador do japão).

  2. (^ワ^=) Já deve ter sido roubado e revendido e niguém sabe. v: ~( ´•︵•` )~ mais vai saber, acho q ele deve está com 天照大神、duvido q ela entregou o espelho verdadeiro para meros mortais. v:

    • se você está falando de Amaterasu, ela entregou os tesouros sagrados para seu neto (me esqueci o nome) que por sua vez entregou ao seu bisneto (o primeiro imperador do japão).