Anime – Tutto sui cartoni giapponesi

In questo articolo risponderemo a diverse domande sugli anime, le famose animazioni giapponesi che hanno successo in tutto il mondo. Vedremo curiosità, origine, fatti, generi, classifiche, assolutamente tutto sui design giapponesi in questo articolo.

L'industria del design giapponese è una gioia per molti, generando molti soldi nel mercato. Conosci davvero gli anime? Come vengono prodotti? Perché sono popolari e creano dipendenza? Perché sono criticati da alcuni?

Cosa significa Anime?

Anime (アニメ) è la parola giapponese derivata dall'inglese animazione. I giapponesi usano la parola anime per riferirsi a qualsiasi cartone animato, occidentale o giapponese. Gli occidentali generalmente usano la parola anime per riferirsi ai cartoni giapponesi.

Per gli occidentali, l'anime ha una caratteristica specifica nelle linee, un tema più adulto e le sue peculiarità. Molti occidentali non chiamano anime alcuni cartoni animati giapponesi, proprio per la mancanza di queste caratteristiche, come nel caso di Sazae-san.

Anime è una parola abbreviata e adattata per il giapponese, senza l'abbreviazione corretta. animeeshon [アニメーション]. L'uso di parole abbreviate nel linguaggio formale e scritto è comune nella lingua giapponese, quindi continua a usarlo anime.

Anime: tutto sui cartoni giapponesi

Qual è l'origine dell'anime?

Animazioni e disegni giapponesi sono apparsi all'inizio di 19esimo secolo, ma è stato solo nel 1960 che è emerso lo stile anime che conosciamo oggi. Molti artisti giapponesi durante la seconda guerra mondiale furono influenzati dagli americani.

Osamu Tezuka, con il tuo famoso lavoro Astro Boy [鉄腕アトム] ha creato quell'identità. Astro Boy è stato il primo manga (fumetto giapponese) a vincere una serie animata. Nel 1967 il Giappone aveva già creato La principessa e il cavalierefantasmi e corridore di velocità.

A quel tempo i fumetti giapponesi dominavano il Giappone, quindi era solo questione di tempo prima che emergessero diversi film e animazioni serializzate. A quel tempo gli anime avevano caratteristiche specifiche come i robot giganti.

Anime - Cartoni animati giapponesi - dubbi e curiosità

Qual è stato il primo anime realizzato?

Molti credono che il primo anime ad essere realizzato sia stato Astro Boy, ma non è del tutto vero. Hakujaden (La leggenda del serpente bianco) ha debuttato il 22 ottobre 1958, primo produzione lanciata sul circuito commerciale di Toei Animation.

Questo era davvero il primo anime realizzato appositamente per la televisione, trasmesso da TBS con produzione in studio Otogi. In precedenza, sono state rilasciate alcune brevi animazioni e film d'animazione giapponesi, senza le caratteristiche dell'anime.

La prima animazione giapponese si chiama Katsudō Shashin, in cui esce un ragazzo marinaio, uscito nel 1907. Il Giappone aveva diverse animazioni prima di Hakujaden come Momotaro, Chikara to Onna e La battaglia della scimmia e del granchio.

Come vengono creati gli anime?

Il Giappone è un paese che ama leggere, quindi uno dei mercati che fruttano di più sono i fumetti chiamati Mango, hanno adottato il proprio stile e tratti adattati per la TV, creando così gli anime.

Oltre ai manga, ci sono libri conosciuti come Romanzi leggeri (romanzi di luce), e giochi chiamati Racconto illustrato, (pieno di dialoghi come un manga), che si trasformano anche in adattamenti televisivi seguendo tratti simili.

Il Giappone è famoso per la creazione di migliaia di anime o cartoni animati giapponesi, solo nel paese ci sono più di 400 studi di animazione. Ogni anno vengono rilasciate più di 350 animazioni, ma si tratta solo di 1 opera d'arte creata in Giappone.

Ci sono migliaia di opere che non hanno mai avuto la possibilità di vincere un adattamento animato, per questo motivo il mercato dell'animazione giapponese non ha fine. Per non parlare del fatto che non sono solo manga, giochi e libri a ricevere animazioni.

Anime - Cartoni animati giapponesi - dubbi e curiosità

Come vengono prodotti e rilasciati gli anime?

Gli anime vengono rilasciati nelle stagioni: Inverno (Gennaio), Primavera (Aprile), Estate (luglio) e Autunno (Ottobre). Ogni stagione di solito ha più di 50 trasmissioni settimanali, gli anime di solito hanno 12/13 episodi chiamati 1-pelle.

Alcuni hanno 24 episodi e si chiamano 2-pelle, o ricevere due stagioni da 12 episodi con un intervallo chiamato crosta di pelle. Vengono rilasciati anche film, OVA (speciali non mostrati in TV), speciali e altri.

I cartoni giapponesi hanno un mercato simile a serie, film, soap opera e altri. Non avendo un target specifico, gli anime vengono rilasciati principalmente per adolescenti e adulti. Mentre le animazioni per bambini acquisiscono un contorno diverso, come nel caso di Doraemon.

Anime - Cartoni animati giapponesi - dubbi e curiosità

Quali sono i generi anime?

Chiunque pensi che gli anime siano cose da bambini si sbaglia di grosso. Gli anime sono divisi in generi con un pubblico specifico. Alcune sono storie senza senso, altre sono storie più commoventi di qualsiasi film drammatico o romantico che tu abbia mai visto.

Ci sono migliaia di anime che fanno sudare gli occhi, o che ci fanno riflettere sulla condotta o sulla vita che conduciamo. Guarda i generi anime qui sotto o nel nostro articolo su tipi di anime.

Shounen – (Young Boys) – Si tratta di animazioni create con un target di giovani maschi di età compresa tra 14 e 21 anni, con contenuti più fantasiosi, con combattimenti, azione e commedia. Esempi: Un pezzo e naruto.

Shojo - (Young Girls) – Queste sono animazioni create con un focus sulle ragazze, la maggior parte sono romanzi, drammi, vita scolastica, musical, molta commedia. Questo genere ha attratto non solo le ragazze, molti di questi lavori sono guardati dagli uomini, e sono piuttosto famosi come nel caso di Kimi ni todoke, Maid Sama e Itazura na Kiss.

Kodomo – (Bambini) – Le animazioni rivolte ai bambini dai 6 ai 12 anni sono simili alle animazioni americane, le linee di solito non sono dettagliate come quelle degli anime per adulti e la maggior parte sono di solito commedie o educative. E sono guardati da persone di tutte le età come nel caso di Doraemon e Sazae-san che ha più di 7.000 episodi.

Anime - Cartoni animati giapponesi - dubbi e curiosità

stoppino – Anime che fanno uso di robot giganti o cose simili. Come Evangelion, Gundam e Code Geass.

Kemono – Dove i personaggi principali sono animali, bestie, chimere, ecc.

Naturalmente ci sono altri generi per dividere gli anime. Generi come: avventura, azione, fantascienza, commedia, sport, dramma, fantasy e romanticismo. c'è ancora temi che si ripetono più volte: studentesse, arti marziali, magia, terrore... questi sono solo alcuni.

Generi anime per adulti

Gli anime sono opere d'arte realizzate per persone di tutte le età. Una grande prova di ciò è l'enorme mercato dell'animazione per adulti, ma non parliamo solo di loro qui, ci sono alcuni generi di anime per adulti, ma senza indecenza.

seinen  Anime per un pubblico più anziano, oltre i 20 anni. Con storie più adulte e serie, può coinvolgere azione, commedia, dramma, fatti realistici, ecc.

Josei – Anime rivolto ad adulti e giovani femmine.

Ecchi (indecente) – Anime che fanno uso di sex appeal, come le telecamere incentrate sul seno e sulla biancheria intima dei personaggi.

hentai (pervertito) – È il termine occidentale usato per riferirsi agli anime pornografici.

Yuri / Shoujo-Ai (ahi = amore) – Anime che fanno appello all'omosessualità femminile. Yuri un genere pesante che shoujo-ai.

Yaoi / Shounen-Ai – Anime che fanno appello all'omosessualità maschile. Yaoi è un genere più pesante dello shounen-ai.

Anime - Cartoni animati giapponesi - dubbi e curiosità

Anime e media

Gli anime insieme ai manga, giochi e libri dello stesso stile, hanno generato miliardi di dollari nel mercato ogni anno. Grazie a questo vengono lanciati numerosi prodotti, come vestiti, giocattoli, carte, action figure, ecc.

Anime - Cartoni animati giapponesi - dubbi e curiosità

Gli anime riescono a fare soldi anche con concerti e vendite di CD audio, basta rendersi conto che ogni anime riceve un'apertura e una chiusura cantate dalle band, che pubblicano il loro album e la colonna sonora.

grazie al otaku, migliaia di persone beneficiano delle vendite di anime, manga e altri prodotti. Insegne, negozi, spot televisivi, copertine degli album dei cantanti, tutto guadagna, tutto grazie ai cartoni giapponesi. Il Giappone è circondato da tutto questo tipo di media, specialmente il quartiere di Akihabara.

I media di tutto il mondo sono influenzati dalle animazioni e dalle creazioni giapponesi. Diversi manga insieme alla licenza di animazione vengono rilasciati in Occidente, doppiati in inglese, generando così la creazione di prodotti per le vendite, dimostrando che ciò non accade solo in Giappone.

Anime - Cartoni animati giapponesi - dubbi e curiosità
Esempio di come gli anime hanno influenzato il commercio di prodotti.

Disegni giapponesi in Brasile

L'anime è diventato molto popolare tra i giovani brasiliani. Allo stesso tempo, è discutibile tra alcuni giovani e adulti. Il Brasile è dominato da un cattivo senso del machismo, dove alcuni giovani considerano la visione di cartoni animati qualcosa di infantile, non riescono a capire o amano le animazioni, o addirittura si lamentano di leggere i sottotitoli.

Nel caso degli adulti, ci sono dei genitori protettivi o religiosi disinformati. Pensano che tutti gli anime siano in stile Yugioh, Dragon Ball e Naruto, pieni di violenza e occulto. Dimenticano totalmente che esistono i generi.

Sfortunatamente il Brasile è stato fortemente influenzato dagli anime, fino ai tempi antichi, le uniche animazioni ricevute in Brasile erano discriminate dalla società adulta, il nostro paese ha ricevuto solo anime d'azione shounen con contenuto soprannaturale o irreale.

Anime - Cartoni animati giapponesi - dubbi e curiosità

Attualmente non ci sono studi che rilasciano animazioni nella nostra lingua, una delle ultime opere famose rilasciate in portoghese è stata Full Metal Alchemist Brotherhood. Fortunatamente i manga hanno guadagnato popolarità grazie a Panini, JBC e New POP e Netflix ha portato in Occidente alcuni anime doppiati.

Gli anime sono una grande fonte di conoscenza e cultura sul Giappone, guardandoli è possibile imparare molte cose, inclusa la lingua. Gli anime non possono in alcun modo essere considerati qualcosa per i bambini, poiché il target di riferimento sono i giovani e gli adulti.

Non può nemmeno essere considerato unico, l'anime è completamente diversificato, quindi non possiamo fare riferimento all'anime nel suo insieme, ci sono adattamenti di genere, ecc. Se non hai visto nessun anime, dagli una possibilità, potresti essere sorpreso. Non dimenticare di lasciare il tuo commento e la tua opinione qui sotto.

Condividi questo articolo:


9 commenti su “Animes – Tudo sobre os desenhos japoneses”

Lascia un commento