47 Ronins: un esempio d'onore

Hai mai sentito parlare dei 47 Ronin? Questa storia è descritta come uno dei più grandi esempi di onore e lealtà nella cultura giapponese. È un gruppo di samurai responsabile della protezione dei loro signori e delle loro province.

Non era una missione facile per questi guerrieri, prendevano molto sul serio il Bushido (武士道), una sorta di codice per samurai. Questo manuale non è stato scritto, ma ha soprattutto un forte significato d'onore. Ma in che modo questi samurai sono diventati Ronin e alla fine sono diventati simboli di lealtà?

La vera storia dietro la leggenda dei 47 ronin

La storia si svolge nell'antico Giappone feudale tra il 1701 e il 1703. I samurai erano molto importanti per gli imperi di quel periodo per garantire la sicurezza di tutti.

Ma cosa significa Ronin (浪人) dopotutto? Questo termine si riferisce ai samurai senza padrone. Cioè, per non avere il principio base di bushido erano come ''samurai retrocessi''. Poiché non avevano un padrone, non potevano esercitare le loro funzioni precedenti.

La storia ha guadagnato slancio nel periodo Meiji, ma se ne parla ancora oggi in Giappone.Oihi Yoshio era il braccio destro e servitore di Asano Takumi No KamiNaganori Asano Takumi No Kami Naganori (浅野長矩).

A quel tempo i signori erano governati dallo shogun (generale). Lo shogun all'epoca era Tokugawa Tsunayoshi, scelse il daimyo Asano per ricevere e accogliere i rappresentanti della famiglia imperiale. Tra loro c'era Kira Kozukenosuke Yoshinaka che era responsabile dell'emissione degli ordini di condotta. 

Apparentemente Asano e Kira non andavano d'accordo perché Kira aveva un carattere difficile, quindi si prendeva sempre in giro. Un giorno Asano non poté subire l'offesa e ferì superficialmente il rappresentante con la sua spada.

Quello che ha fatto il daimyo potrebbe non sembrare così grave, ma cercare di ferire un ospite era contro la legge e, come se non bastasse, è stato fatto all'interno del palazzo, il che lo ha reso ancora più disonorevole. La pena per questo tipo di reato era impiccagione, ma aveva la possibilità di commettere il seppuku. Questa forma di rituale suicidario è data come possibilità in alcuni casi di morire con onore e riconquistare l'onore della propria famiglia.

47 ronin: un esempio d'onore - 47 ronin

Cosa hanno fatto i 47 ronin?

Quando la notizia si sparse per il palazzo, i samurai rimasero indignati per l'accaduto e decisero di cercare un modo per vendicarsi di Kira. I samurai che divennero ronin dopo la morte del loro daimyo erano guidati da Oihi Yoshio. Colui che ha guidato tutto ciò che riguarda il piano di vendetta ed è riuscito comunque a convincere altri 46 ad aiutarlo in questa missione.

I ronin sono stati molto attenti a tenerli liberi da sospetti, non hanno deciso di attaccare subito. Hanno aspettato quasi due anni per attaccare Kira. Tutti erano consapevoli che non sarebbero sfuggiti alla morte, ma avrebbero onorato il loro padrone. 

Il piano era per loro di prendere vite come normali cittadini per liberare le spie di Kira dai guai. I ronin nascosero strumenti di battaglia già pensando al giorno che avrebbe vendicato la morte del loro signore.

Quando furono convinti che il signore avesse abbassato la guardia riguardo alle cure decisero di attaccare, cioè quasi due anni dopo. Il 14 dicembre 1702 invasero il palazzo di Kira situato a Edo.I ronin entrarono armati e si divisero in due gruppi, uno entrando da dietro e l'altro da davanti. 

Poiché i vicini del palazzo non amavano molto il signore, non era difficile per loro entrare. Quando Kira ha notato la presenza del ronin, ha cercato di fuggire e nascondersi, ma è stato trovato fuori. Il ronin che lo ha trovato lo ha portato davanti agli altri in modo che potessero vedere "giustizia fatta". Aveva la possibilità di togliersi la vita come il maestro Asano, ma poiché non reagiva, fu giustiziato da un ronin allo stesso modo del daimyo e poi la sua testa fu decapitata.

La testa fu custodita e portata alla tomba di Asano per simboleggiare l'onore da lui fatto attraverso il ronin. La conseguenza fu che il 4 febbraio 1703 dovettero essere uccisi, non come delinquenti, ma con onore. I 47 ronin morirono di seppuku e furono sepolti insieme a Sengakuji.

47 ronin: un esempio d'onore - 47ronin 1

La ripercussione dei 47 Ronin oggi

L'atteggiamento del ronin è un esempio per la cultura giapponese fino ad oggi. Ogni anno il quattordici dicembre le loro tombe vengono visitate e onorate.

Oltre ad essere ricordata in Giappone, questa storia è diventata famosa in tutto il mondo, poiché sono stati scritti libri, opere teatrali e film.

Il film dei 47 Ronin

Ci sono alcune versioni cinematografiche che rappresentano il coraggio di questi ronin, ma attualmente il più recente è il film 47 Ronin. Il film è prodotto in Nord America nel 2013, sotto la direzione di Carl Rinsch. Naturalmente, come la maggior parte dei lungometraggi che ritraggono alcuni fatti, ci sono stati alcuni adattamenti per attirare più attenzione del pubblico.

47 ronin: un esempio d'onore - 47roninfilm

Nel film 47 ronin ha tornei con diritto di combattimento e armatura, la presenza di creature mistiche e persino una maga che si trasforma in una volpe che rappresenta una spia di Kira. Un'altra cosa che non può mancare per attirare ancora più attenzione da parte del pubblico è la parte del romanticismo che si verifica quando la figlia di Asano si innamora di un bastardo che in seguito si unisce al gruppo di ronin.

Nonostante abbia queste scene extra, il film è buono ed è riuscito a raggiungere l'obiettivo di ritrarre la storia del ronin il più fedelmente possibile. Erano molto attenti a vestiti, armi, acconciature, luoghi e cerimonie.

Condividi questo articolo: