Kamagasaki – Tutto sulla favela più grande del Giappone

Kamagasaki [釜ヶ崎] è un quartiere situato nel sud di Osaka in una regione chiamata Nishinari-ku. In questo articolo parleremo di questo famoso quartiere conosciuto come la favela per via dei senzatetto e dei disoccupati.

Molti rapporti e articoli su Internet parlano di questo quartiere di Kamagasaki e lo chiamano la più grande favela del Giappone In questo articolo voglio avvicinarmi il più possibile alla verità e mostrare se questa è davvero una favela.

Annuncio

È già noto che i media internazionali spesso aumentano e generalizzano un determinato argomento per generare più polemiche e opinioni. Fa Kamagasaki è così deprimente?

Dove si trova Kamagasaki?

Kamagasaki è un vecchio nome usato dal 1922 fino al 1966. Dopo quell'anno il quartiere prese il nome airin-chiku [あいりん地区], eppure la maggior parte delle persone lo chiama Kamagasaki.

Annuncio

Il nome Kamagasaki è usato per riferirsi a quartieri Taishi [西成区太子], haginochaya [萩之茶屋], Sanno [山王], Hanazonokite [花園北] e tengachaya [天下茶屋] situato in Nishinari-ku [西成区].

I quartieri che compongono Kamagasaki si trovano vicino alla stazione dei treni Shin Imamiya sulla linea Osaaka Loop Line sotto la famosa regione del quartiere Shinsekai che presenta anche un'atmosfera più cosmopolita.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

inoltre Shinsekai trovi altri luoghi turistici nelle vicinanze come Tsutenkaku, Nipponbashi e Abenobashi.

Annuncio

Alcune teorie sostengono che il quartiere sia stato chiamato Kamagasaki perché il cibo distribuito ai senzatetto veniva cotto in un paiolo.

Il nome Kamagasaki prende i caratteri di [釜] bollitore, calderone e pentola di ferro insieme a [崎] promontorio, pozzo e punta.

La storia di Kamagasaki

Il quartiere di Kamagasaki è stato un luogo in cui i poveri ei senzatetto si sono accumulati sin dal dopoguerra e soprattutto negli anni '60, ma la sua storia di povertà risale a ben prima della seconda guerra mondiale.

Annuncio

Fin dal periodo Edo, numerosi erano gli alloggi in legno per i turisti che si estendevano dall'attuale quartiere. Denden Town attraverso i quartieri Tennoji, Namba e Imamiya di Osaka. Questo posto si chiamava Nagamachi.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

Si crede che il quartiere Nagamachi aveva oltre 2800 alloggi in affitto in legno, ospitando oltre 6000 persone nell'era Meiji nell'anno 1886. Questo ha generato un certo nome che coinvolge Osaka.

Il quartiere era visto come un problema di sicurezza e urbanistica, la suggestione dominava il luogo e alcuni si ammalavano addirittura. Durante l'espansione di Osaka nel 1897 questo quartiere fu diviso e cessò di esistere.

Annuncio

Dopo molti sconvolgimenti riguardanti la strutturazione dei quartieri, nell'anno 1925 nella seconda espansione di Osaka, la regione meridionale fu chiamata Kamagasaki, all'epoca un quartiere comune e senza problemi.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

La città di Osaka è stata prospera fino a quando non è stata colpita dalla seconda guerra mondiale. A quel tempo, persone provenienti da diverse parti del Giappone venivano a Osaka per costruire doya (alloggio e alloggi).

Per qualche ragione, la maggior parte di queste povere persone si è accumulata nella regione di Kamagasaki. Negli anni '50 apparvero nella regione migliaia di vicoli con baracche di legno, a volte ricoperte di tela.

Anche con la rimozione di questi alloggi precari e la costruzione di appartamenti adeguati, sempre più disoccupati, vagabondi e senzatetto frequentavano il quartiere in cerca di amicizie e lavoro.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

Il quartiere era famoso per avere alloggi e alloggi economici, oltre a una buona offerta di lavoro. I lavori vengono pubblicizzati tramite manifesti e altoparlanti. Le persone determinate a lavorare potrebbero ottenere posti di lavoro nell'edilizia, nel trasporto di merci e nei lavori portuali.

Nel 1959 fu condotta un'indagine in cui si affermava che 40% dei residenti erano lavoratori regolari, 40% erano lavoratori a giornata o svolgevano lavori saltuari e solo 20% erano disoccupati. Può sembrare ragionevole in tempi di crisi, ma non è stato risolto.

Annuncio

Kamagasaki è come un quartiere o una regione che non è riuscita a risollevarsi completamente dalla crisi economica e sociale dopo la seconda guerra mondiale. Fortunatamente oggi il quartiere è molto cambiato e migliorato rispetto al passato, ma ci sono ancora molti senzatetto, poveri e disoccupati.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

Chi vive a Kamagasaki?

Gran parte dei residenti della regione sono lavoratori temporanei e lavoratori a giornata che non hanno un lavoro fisso, ma lavorano e conducono una vita normale. Oltre ai residenti, il quartiere ospita molti senzatetto e senzatetto.

È impossibile determinare quante persone vivono a Kamagasaki in quanto il luogo è frequentato da senzatetto, escursionisti, venditori ambulanti e persone sempre in movimento, in arrivo e in partenza.

Annuncio

Si stima che in questo quartiere vivano più di 30.000 persone. Di solito sono persone anziane dipendenti da bevande, droghe, pachinko, malati o abbandonati dalla loro famiglia. Molti sono disoccupati, ma non per mancanza di lavoro.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

Molti di quelli che vivono lì hanno una casa o una famiglia, ma non vogliono tornare indietro per qualche problema personale e per vergogna. Altri semplicemente non possono lasciare le loro dipendenze e continuare a vivere per strada.

Molti scelgono anche di vivere per strada dopo aver sofferto molto stress sul lavoro e si sono ribellati, scegliendo di non lavorare mai più. Alcuni aspettano seduti senza lottare per trovare un lavoro.

Annuncio

Nonostante sia un posto triste, sia i residenti che i disoccupati che vivono per strada sembrano felici, sempre sorridenti, vivono parlando e sorridendo, a differenza di alcuni posti come Tokyo...

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

Perché esiste il kamagasaki?

Come possono esserci una baraccopoli e un quartiere così deprimenti in un paese così ricco e pieno di posti di lavoro? In effetti, cose del genere esisteranno sempre in qualsiasi paese. Il paese può essere ricco com'è, i senzatetto si accumuleranno.

Il Giappone ha pochi senzatetto rispetto ad altri paesi del primo mondo. Il governo investe sempre su queste persone, cercando di toglierle dalla strada, ma gran parte non accetta l'aiuto.

Le organizzazioni religiose e senza scopo di lucro spesso distribuiscono razioni di cibo o zuppa, creando lunghe file di persone nei parchi pubblici. Molti anziani ricevono anche assistenza sociale.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

La comunità di Bairro fa sempre cose per aiutare questi senzatetto, che si tratti di fornire cibo, becchi o consegnare lattine e altre cose per aiutare i vagabondi con il riciclaggio.

la maggior parte delle persone da Kamagasaki vivono così per scelta non è per mancanza di scelta come è nel Brasile. Una delle cause può essere la depressione, dove le persone perdono la gioia di vivere e finiscono in queste condizioni.

Infatti il luogo diventa anche punto di ritrovo e agglomerato di senzatetto per via del basso costo dell'alloggio e del centro comunitario di aiuto e lavoro. aria di cui parleremo qui sotto.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

Il governo della città di Osaka non consente il nome "Kamagasaki” appare sulle mappe ufficiali e scoraggia l'uso del nome nei media. Non per nascondere l'esistenza del luogo, ma anche per scoraggiarne l'esistenza.

Il governo sta lottando da tempo per porre fine alla povertà e ai senzatetto che si sono accumulati in questi quartieri. Alcune delle misure per aiutare i senzatetto a Kamagasaki da parte della comunità e del governo sono:

  • Nishinari Servizio Sanitario Pubblico;
  • Municipio di Ai vicini della città;
  • City Ai quartiere dormitorio;
  • City Imaike Living Hall;
  • Festival estivo a Kamagasaki;
  • Concerto al crepuscolo;
  • Festival dell'Energia;
  • spettacolo di varietà serale;
  • Primo maggio di Kamagasaki;
  • Vieni qui Festival;
Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

I festival organizzati dalla comunità, dai gruppi religiosi e dai gruppi di aiuto sono molto popolari nella regione e sono di grande aiuto per i disoccupati che vivono in questi quartieri.

Kamagasaki è una favela in Giappone?

La definizione di slum è un luogo in cui le persone a basso reddito vivono in costruzioni rozze di materiali a basso budget e improvvisati. Fa Kamagasaki è davvero così?

In questa favela non ci sono né bambini né donne, sono solo senzatetto che si radunano in palazzi dormendo sui futon e ammazzano il tempo in piccoli gruppi nei bar e qualche raramente usando droghe. Questa è l'idea che molti hanno di Kamagasaki.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

Nonostante la grande concentrazione di senzatetto, i quartieri che compongono Kamagasaki non sono necessariamente quartieri poveri pieni di gente povera, criminalità e traffico di droga, come in Brasile.

Infatti, passeggiando per tutti questi posti chiamati Kamagasaki, mi sono accorto che è un normale quartiere residenziale del Giappone, l'unica differenza sono i punti di affollamento degli abitanti delle strade.

Valori delle proprietà in Kamagasaki sono notevolmente inferiori a quelli delle zone limitrofe. Il quartiere, infatti, attrae molti turisti per i suoi alloggi economici chiamati doya.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

Gran parte del quartiere è pieno di hotel e alloggi che aiutano sia i senzatetto che le persone che vogliono risparmiare. Recentemente molti viaggiatori con lo zaino hanno soggiornato in questo quartiere per il prezzo e la posizione.

Kamagasaki non è un quartiere pericoloso pieno di criminalità, rapine e droga. I senzatetto generalmente sono amorevoli, non chiedono elemosine e non fanno casino. Puoi camminare senza aver paura, ma sarai commosso dal triste scenario di alcuni punti.

Nonostante i vecchi edifici e l'ambiente povero, il posto rimane pulito e organizzato, ma attenzione a non inciampare dove i senzatetto montano le tende o montano i futon, può essere ovunque.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

a parte questo per me Kamagasaki è lo stesso di molti quartieri in Giappone, con i loro ristoranti, case di ramen, izakaya, distributori automatici, konbini, ambulatori medici, onsen, appartamenti e case tradizionali.

Bisogna inoltre ricordare che i 5 quartieri che compongono la regione si chiamano Kamagasaki sono enormi. La situazione e i luoghi in cui vivono i senzatetto sono deprimenti, ma penso che sia ingiusto crocifiggere ogni quartiere per questo.

Ci sono infatti senzatetto, senzatetto e disoccupati ovunque in Giappone, in molte città potresti trovarti di fronte a una piazza o a tante tende piene di tende, non è esclusivo Kamagasaki.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

Airin – Centro Lavoro e Benessere

Questo è uno degli edifici più famosi dove c'è una grande concentrazione di disoccupati e senzatetto a Kamagasaki. Al Aria in travaglio le persone possono trovare un lavoro e una nuova vita.

A prima vista è ancora caotico, un posto vecchio, mal restaurato, non dipinto, che sembra un edificio abbandonato. Nonostante ciò, il posto è gestito magnificamente, con interni spaziosi e un'atmosfera da mercato o da tempio.

C'è un ospedale, una caffetteria, un bagno con doccia e il bagno è estremamente pulito. È possibile vedere giocare alcuni anziani shogi lungo il giorno. Il corrente Airin Labor Welfare Center è stato creato nel 1970 all'Expo di Osaka.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone
Annuncio

inoltre Aria in travaglio, abbiamo anche altre comunità che forniscono lavoro e aiutano i residenti temporanei di Kamagasaki. Per non parlare di alcuni edifici, parchi e piazze dove tendono a soggiornare i senzatetto.

Alcuni centri di aiuto umanitario e luoghi di raduno dei senzatetto sono:

  • Parco Sankaku
  • NPO Kama;
  • Parco Haginochaya-minami;
  • Centri di riciclaggio;
  • Ciao lavoro Airin Rodo;

Uno dei principali è il Parco Sankaku, una piazza triangolare dove c'è una famosa televisione collegata ad una grande dove i senzatetto con le loro tende guardano la mattina e la sera.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

Conflitti con la polizia a Kamagasaki

In questo quartiere ci sono anche scontri con la polizia, proteste e sommosse. Il primo è stato registrato nel 1961, dove un lavoratore anziano sarebbe rimasto ucciso in un incidente stradale.

L'ufficiale di polizia che è arrivato sul posto ha ipotizzato che l'uomo fosse morto, anche se non era un medico, lasciando il corpo per più di 20 minuti senza chiamare un'ambulanza mentre parlava con le persone sul posto.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

Ciò ha generato una rivolta davanti alla stazione di polizia che ha richiesto l'arresto di oltre 6.000 agenti di polizia. Si sono verificati diversi conflitti con la polizia sulla percezione delle violazioni dei diritti umani da parte delle autorità.

La 24a sommossa ha avuto luogo nel 2008 ed è durata sei giorni perché un lavoratore in Kamagasaki sarebbe stato torturato dalla polizia. Molti sostengono che la polizia e le autorità locali non li trattino allo stesso modo.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

Come combattere i problemi di Kamagasaki?

Come già accennato, molto è stato fatto per porre fine alla povertà e ai senzatetto a Kamagasaki. Anche così, queste iniziative non bastano e talvolta sostengono ancora di più questo scenario.

È inutile cambiare il nome del luogo per creare una buona immagine, o cercare di distribuire posti di lavoro a una fila enorme di persone, o fornire spazi che aiutino l'agglomerazione di queste persone.

Il Giappone ha un tasso di disoccupazione praticamente nullo, ma purtroppo le aziende sono troppo esigenti. Probabilmente il contesto e la situazione impediscono a questi disoccupati di Kamagasaki di trovare un lavoro.

Kamagasaki: tutto sulla baraccopoli più grande del Giappone

I distributori automatici e i bar della zona incoraggiano ulteriormente i senzatetto ad affollarsi e a rimanere in una Comfort Zone dove semplicemente non vogliono fare un passo avanti nelle loro vite.

Per non parlare del gigantesco commercio di gioco d'azzardo pachinko, una delle cause che portano una persona strutturata a diventare un senzatetto che spende tutti i suoi soldi dispari giocando di più pachinko.

Sfortunatamente nel mondo in cui viviamo, ci sarà sempre qualcosa che rovinerà la vita. L'uomo e la sua avidità di denaro e la ricerca del piacere finiscono per nuocere a se stesso e agli altri.

Cosa pensi si possa fare per migliorare l'immagine di Kamagasaki? Spero che l'articolo ti sia piaciuto, ci è voluto molto lavoro per scriverlo, quindi apprezzo molto i tuoi commenti e la tua condivisione.

Video su Kamagasaki

Per finire l'articolo, lascio alcuni video e report su Kamagasaki: