Bosozoku, Yankii e Sukeban – Gang giapponesi

[ADS] Pubblicità

Conosci bande e delinquenti giapponesi? Ce ne sono diversi tipi che hanno persino ricevuto nomi e titoli come Yankii, Bosozoku e Sukeban. In questo articolo vedremo tutto sui delinquenti giapponesi, in particolare su quelli citati.

Alcuni non appartengono a bande e possono agire diversamente per le strade o fare bullismo nelle scuole. Non importa se un delinquente giapponese è un bullo della scuola, un membro di una gang e un motociclista. Vediamo diversi tipi!

Finiscono tutti per avere cose in comune e sono ancora abbastanza diversi dai delinquenti occidentali. Alcuni potrebbero non sembrare dei delinquenti o comportarsi in quel modo, quindi dobbiamo osservarli e conoscerli.

Gli anime, i drammi e i film mostrano molto lo stile e l'aspetto di un delinquente standard e come tendono ad agire. Spesso trasmettono un sentimento di rabbia e non riescono a controllarsi. Alcuni tendono a tingersi i capelli, fare acconciature vistose e indossare camicette sbiancate e insolite.

Delinquenti giapponesi: cosa fanno? Come identificarli?

Tipi di delinquenti in Giappone

I criminali in Giappone sono spesso chiamati yankii (ヤンキー), un riferimento alla parola yankee che gli americani usano per riferirsi a cittadini di diverse etnie. Probabilmente i giapponesi adottarono questa parola a causa delle peculiari tendenze della sottocultura delinquente giapponese.

Yankii era già usato in Giappone per riferirsi ai poveri del Kansai all'epoca del 1975. Presto il termine fu usato anche per riferirsi ai giapponesi che imitavano gli americani, finché finalmente il termine si incentrava sulla definizione di giovani ribelli che non seguono le norme e gli standard scolastici. Il film Kamizake Girls (Shimotsuma Monogatari) ritrae bene la vita degli Yankii.

Esistono diverse sottoculture, bande e tipi di criminali che possono essere classificati ed elencati. Di seguito condivideremo brevemente alcuni termini della lingua giapponese e a che tipo di delinquenti si riferisce questo termine.

Bande e delinquenti giapponesi: yankii, bosozoku e sukeban
  • Bosozoku – Sono bande di motociclisti selvagge;
  • banca – Un leader di un gruppo di delinquenti;
  • Tsubari – Termine usato per i ragazzacci degli anni '70;
  • Sukeban – Si riferisce a un gruppo di delinquenti, donne o un capo;
  • Yakuza – Si riferisce alla mafia giapponese;
  • gyaru – Uno stile di moda e cultura che lui può essere un po' aggressivo;
  • Hashiriya – Letteralmente significa street runner, movimento simile al bosozoku;
  • Ijime – Letteralmente significa bullismo, qualcosa che accade nelle scuole giapponesi;
  • furioso – Significa anche delinquente o qualche persona cattiva;
  • Chinpira – Piccola yakuza, apprendista yakuza, punk, delinquente, ragazza delinquente;

Identificare i giovani delle gang in Giappone

Ci sono così tante caratteristiche nelle bande giovanili giapponesi che è difficile descrivere accuratamente tutti i dettagli. Puoi facilmente identificare un giovane che appartiene a un gruppo di delinquenti osservando il loro comportamento.

Gli yankii o qualsiasi altra sottocultura di gang hanno l'abitudine di accovacciarsi e stare in una posizione chiamata unko zuwari o yanki zuwari. Sembra una posizione fecale in cui la persona è con il culo a terra e con le gambe aperte mostrando una sorta di atteggiamento. Probabilmente l'hai già visto in un anime.

Delinquenti giapponesi: cosa fanno? Come identificarli?

I delinquenti che seguono una cultura spesso indossano bandane, maschere chirurgiche, piercing e gioielli in eccesso. Inoltre, alcuni infilano i pantaloni negli stivali o li avvolgono intorno al ginocchio. 

Altri ottengono persino cicatrici e tatuaggi per sembrare hardcore. Le donne delinquenti spesso indossano un'uniforme scolastica disordinata, una sciarpa, calzini larghi e una gonna troppo corta o troppo lunga.

Il comportamento dei delinquenti giapponesi è lo stesso che ci si aspetterebbe: a loro piace combattere, disturbare la pace e non vanno d'accordo con la società. I suoi interessi principali riguardano il baseball, le motociclette, il wrestling e le arti marziali.

Una persona non deve necessariamente avere un aspetto o uno stile per essere un delinquente, lo dirai dal suo atteggiamento. Gli Yakuza di solito non vanno d'accordo con i giovani delinquenti, si considerano dei professionisti, mentre i giovani vogliono solo essere punk.

Delinquenti giapponesi: cosa fanno? Come identificarli?

Anche le persone simpatiche e divertenti possono essere considerate delinquenti in Giappone. Chiunque non obbedisca alle regole, non vada d'accordo con gli altri o abbia un aspetto diverso è spesso chiamato furyou (不良) che può essere tradotto come non buono, cattivo, inferiore e delinquente.

Consigliamo di leggere:

Bosozoku – I giovani ribelli giapponesi

Conosci i giovani ribelli giapponesi chiamati bosozoku? Non gli sarebbe mai passato per la mente che un paese disciplinato con una forte cultura millenaria, come il Giappone, avrebbe avuto una sottocultura di delinquenti che vagavano per il paese, creando problemi, disturbando la pace e dando lavoro alla polizia. Questa è una visione stereotipata dei motociclisti che affermano di avere una buona causa! 

Ebbene, anche il Giappone ha il suo gruppo di giovani arrabbiati che vanno in giro a fare scherzi. Questi sono i Bosozoku, una banda di motociclisti che personalizzano le motociclette, vanno in giro a commettere violazioni del codice stradale in connessione con la Yakuza. In questo articolo, descriveremo in dettaglio cosa sono i bosozoku e le loro attività:

Bosozoku - giovani ribelli giapponesi

Origine e attività del Bosozoku

Il termine bosozoku (暴走族) è stato coniato negli anni '70 e significa letteralmente "tribù fuori controllo". Sono emersi negli anni '50, quando il Giappone si stava riprendendo dalla guerra e l'industria automobilistica era in piena espansione. I giovani della classe inferiore si unirono per esprimere insoddisfazione per la società giapponese dell'epoca, formando una banda di motociclisti per farlo.

A quel tempo, si chiamavano kaminari zoku. La motivazione alla base di tutto ciò era fondamentalmente quella tipica ribellione contro le norme della società. Ma, poiché i bosozoku sono giovani di età inferiore alla maggiore età (che in Giappone ha 20 anni), alcuni hanno ignorato la lotta per la libertà e sono diventati bosozoku solo per far parte di un gruppo.

Bosozoku - giovani ribelli giapponesi

Lo sai che i giovani hanno bisogno di far parte di un collettivo? Così è. Non sono altro che un Clube do Bolinha. Tuttavia, è stato negli anni '80 e '90 che hanno acquisito notorietà commettendo gravi atti di vandalismo e affrontando la polizia.

Ovviamente affermano di fare tutti gli atti menzionati per una buona causa, il che suona bene, ma personalmente non simpatizzo con le persone che commettono un errore per giustificare o combattere gli altri. Forse sto parlando un po' negativamente del bosozokus, ma spero che tu non ti senta offeso da questo.

Nel 1982 c'erano 42.510 bosozoku e si aggiravano per le strade in gran numero. Le loro attività consistono nel mettere in ordine la merda, fare rumore con le motociclette, violare il codice della strada, aprire una fessura, tra le altre buffonate per attirare l'attenzione della società.

I bosozoku sono una famiglia e hanno principi come i membri della Yakuza.

Come si veste Bosozoku?

Indossano spesso un'uniforme composta da una tuta come quelle indossate dai lavoratori manuali o un Tokkou-fuku (特攻服), un tipo di soprabito militare dotato di slogan scritti in kanji. Indossano pantaloni larghi e un paio di stivali per accompagnarli. Decorano le loro motociclette al punto che sembrano provenire da una scuola di samba o da Bom Dia & Cia.

Bosozoku - giovani ribelli giapponesi

Attualmente, i bosozoku sono quasi estinti per coloro che amano il silenzio. Tutto è iniziato nel 2004, quando il governo giapponese ha imposto le leggi sul traffico per dare agli agenti di polizia più poteri per effettuare arresti. Nel 1982 c'erano più di 40.000 bosozoku, nel 2004 il numero era inferiore a 10.000.

Le misure del governo hanno fatto diminuire drasticamente la partecipazione delle bande di motociclisti. Grazie a questo, nel 2011, è stato registrato l'importo di 9.064 bosozoku. Attualmente, i bosozoku viaggiano in piccoli gruppi e, invece di andare in moto, di solito vanno in scooter.

Al giorno d'oggi, alcuni vicini sono ancora infastiditi dal rumore del bosozoku notturno. Sono ben rappresentati negli anime, nei drammi e nei film giapponesi. Si ritiene che le distrazioni quotidiane del mondo moderno abbiano contribuito a scoraggiare i giovani dal farsi coinvolgere dalle bande di motociclisti. La maggior parte spende soldi in giochi e vive nelle proprie stanze guardando gli anime.

Da una banda pericolosa, i bosozoku si sono trasformati in un gruppo molto più amichevole della banda del quartiere, ma sono ancora rumorosi e hanno ancora i loro obiettivi. Hai mai incontrato un bosozoku? Qual è la tua esperienza con questi motociclisti selvaggi? Apprezziamo i tuoi commenti e la tua condivisione.

Delinquenti giapponesi - yankii, bosozoku e sukeban
Sukeban – Gang di ragazze in Giappone

Sukeban – Le gang di ragazze giapponesi

Hai mai sentito parlare delle Sukeban [スケバン|女番], le gang di ragazze delinquenti giapponesi? Per essere più esatti questo termine si riferisce al leader di quel gruppo. Questi gruppi erano molto popolari nel secolo scorso. Oggi sono praticamente estinti.

Questo termine fu usato per la prima volta alla fine degli anni 1960. Nella Yakuza e in altre bande in Giappone, le donne quasi non potevano partecipare. Ciò li ha portati a crearne uno proprio. Attualmente i Sukeban agiscono più come uno stereotipo o una moda tra i giovani. Ma in passato non era solo questo.

Uno scrittore di nome Jake Adelstein, esperto di criminalità in Giappone, commenta l'emergere di Sukebans. Dice che a causa della cultura dominata dagli uomini in Giappone, le donne stavano cercando di trovare il loro spazio. di cui parlava il mondo femminismo e pubblicazione, il che potrebbe aver portato queste donne a sentirsi anche autorizzate a ribellarsi come bande di uomini. Impareremo di più sui Sukeban in questo articolo.

Sukeban - Le gang di ragazze giapponesi
Diverse gang si uniscono in Giappone

Lo stile di vita Sukeban

A differenza di altre bande (per lo più con membri maschi) che commettevano crimini e promuovevano lotte tra gruppi rivali, i Sukeban erano diversi. Hanno mantenuto e applicato un codice di giustizia organizzato e rigoroso. Ogni gruppo di ragazze aveva una gerarchia e i propri mezzi di punizione. Queste ragazze avevano valori morali e si tenevano molto saldi con loro.

In generale, erano indicate per farsi tingere i capelli o per qualche acconciatura luminosa e diversa. E la maggior parte indossava sempre le loro uniformi scolastiche per la maggior parte del tempo. I vestiti provocatori e il trucco eccessivo erano disapprovati. All'inizio, le bande iniziarono con piccoli gruppi di ragazze, entrando nelle scuole con coltelli e sigarette. Ma presto crebbero di numero e di livello di criminalità. I gruppi vanno da 50 a 80 ragazze. Tuttavia, un certo gruppo noto come Kanto Delinquent Women's Alliance ha affermato di avere circa 20.000 membri.

Il fenomeno Sukeban raggiunse il suo apice negli anni '70, con l'emergere del gruppo femminile più temibile. Questo gruppo chiamato K-Ko the Razor, proveniente da Saitama, Tokyo. Questo nome si riferisce all'arma che usavano, un rasoio per tagliare la gola. Lo avvolsero in un panno e lo misero tra i loro seni. Nessun altro gruppo è stato più riconosciuto di questo. Raggiungere persino lo status di leggenda metropolitana.

Sukeban - Le gang di ragazze giapponesi

Regole, Punizioni e Fama

Tra i gruppi Sukeban c'erano molte regole. E, infrangere queste regole non è stato affatto positivo e potrebbe comportare il "linciaggio". Il linciaggio prevedeva vari gradi di punizione. A partire da una punizione “leggera” come l'applicazione di una sigaretta sulla pelle nuda. Andare ad applicare la sigaretta accesa nelle parti intime, considerata una punizione “media”.

Le cause di queste punizioni sono numerose e distinte, da banda a banda. Questi possono includere la mancanza di rispetto nei confronti dei membri più anziani. Anche parlare con i nemici e farsi beccare con la droga valeva come punizione. Ma la causa più comune del linciaggio è stata l'aver litigato con il sesso opposto.

Tradire un fidanzato causerebbe sicuramente un linciaggio. Queste ragazze hanno agito e sembravano più grandi di quanto non fossero in realtà. Un altro fatto sorprendente è che erano super conservatori quando si trattava di appuntamenti, romanticismo e sesso. Ma, nel tempo, le bande stavano diminuendo e i partecipanti si integravano nella società.

Anche così, da allora, i media ne hanno approfittato molto bene. Intorno a Sukebans sono stati creati diversi film, anime, manga e persino giochi. Fino ad oggi, tracce e influenze di loro possono essere viste nella cultura pop e nella vita quotidiana giapponese.

Condividi questo articolo:

1 commento su “Bosozoku, Yankii e Sukeban – Gangues Japonesas”

  1. Muito bom, simplesmente amo essas subculturas de delinquentes, muitos animes e mangás que li durante os anos me fizeram ter esse interesse todo, mais recentemente o maravilhoso Tokyo Revengers! Não apoio nenhum tipo de atividade criminosa mas o estilo deles é cool demais, se ficar apenas no estilo e atitude rebelde(sem violar as leis), é perfeito!