Povertà in Giappone – Ci sono giapponesi poveri?

[ADS] Pubblicità

Il Giappone è considerato una nazione ricca e una delle più grandi economie del mondo con un tasso di disoccupazione negativo, una buona sicurezza e un uso organizzato delle tasse. Molti finiscono per creare l'illusione che in Giappone ci siano solo i ricchi, e se immaginiamo un salario minimo di 5000 reais e un costo della vita anche più basso che in Brasile, possiamo sognare che la povertà in Giappone sia zero o ben diversa rispetto alla povertà in Brasile.

Anche la cultura giapponese ha i suoi problemi, il modo in cui funziona il Giappone finisce per lasciare 20 milioni di persone sulla soglia della povertà, la maggior parte donne single e anziani. Certo, la povertà in Giappone è diversa dalla povertà che molte persone in tutto il mondo immaginano, ma gran parte della popolazione vive in Giappone. limita il tuo stipendio.

La povertà può essere raramente visibile ma è presente nel quartieri poveri e baraccopoli, tra i senzatetto, persone che perdono ogni credibilità nel mercato del lavoro, persone che perdono i loro beni materiali a causa di disastri naturali o coloro che usano tutto il loro stipendio per pagare spese e debiti. Non importa il paese, la povertà è inevitabile, poiché facciamo parte di un sistema capitalista che non avvantaggia tutti.

Povertà in Giappone - ci sono i giapponesi poveri?

Madri single e anziani poveri in Giappone

Il Giappone rende difficile la vita finanziaria alle madri single, soprattutto se hanno figli durante la scuola. Molte studentesse incinte finiscono per abbandonare o addirittura sono costrette ad abbandonare gli studi e vengono lasciate senza andare al college. Questo mette fine alle possibilità di trovare un lavoro dignitoso, costringendo la madre a ricorrere a lavori di fabbrica e mezzi pericolosi mentre si prende cura da sola del bambino.

Le prospettive occupazionali per le donne single e gli anziani non sono generalmente buone. Molte aziende giapponesi assumono solo giovani forti ed evitano di assumere persone non istruite, che si avvicinano alla vecchiaia o che hanno altri problemi specifici. I lavori che ottengono queste persone sono a bassa retribuzione (50% dello stipendio medio) e senza alcuna speranza di promozione.

Non importa se la madre single ottiene l'aiuto del governo o se l'anziano è in pensione. L'importo che ricevono è insufficiente per mantenersi, rendendoli dipendenti dalla famiglia o facendo lavori saltuari per guadagnare denaro extra. Alcuni arrivano persino a rubare, il tasso di furti dei pensionati in Giappone è aumentato vertiginosamente negli ultimi anni.

Povertà in Giappone - ci sono i giapponesi poveri?

La povertà visibile per le strade del Giappone

È difficile dire quanti giapponesi siano tecnicamente "poveri" in Giappone, ma è sicuro dire che non troviamo facilmente file di case e famiglie che vivono in condizioni disastrose o persone che soffrono la fame. Il Giappone nasconde così bene la povertà che difficilmente possiamo immaginare che ci siano giapponesi poveri.

Nelle grandi città come Tokyo finiremo per trovare di notte persone sdraiate su un cartone per strada, tende e tende per senzatetto che spuntano nei parchi e scompaiono all'alba. E per lo più persone affamate in fila sperando di ottenere un po' di zuppa. Ovviamente non tutti vivono per strada perché sono poveri.

Ci sono molti aspetti personali che fanno vivere una persona nella povertà, come l'orgoglio o l'idea di non accettare mai l'aiuto del governo o della famiglia. Altri vengono semplicemente buttati fuori di casa o scappano per qualche motivo personale. Alcuni sono semplicemente pazzi, abbiamo parlato di tutto nel nostro articolo su senzatetto in Giappone.

La verità è che ci sono persone povere che vivono per strada raccogliendo lattine e facendo lavori che offrono una remunerazione bassissima. Possiamo vedere questi esempi di povertà in anime e drammi come Hinamatsuri e Yamada tarou monogatari.

Povertà in Giappone - ci sono i giapponesi poveri?

Altri motivi che causano la povertà in Giappone

Per quanto il Giappone sia un paese ricco ed economico, alcune cose finiscono per far sì che la povertà si diffonda in modo diverso nella società giapponese. Crescere un figlio in Giappone è estremamente costoso, la salute è pagata, le scuole pubbliche sono pagate, molti servizi che potrebbero essere gratuiti richiedono un certo costo, anche se piccolo, può essere causa di povertà.

Anche le tasse, nonostante siano ben utilizzate, di solito non sono basse. Una grande percentuale del tuo stipendio viene spesso utilizzata per sostenere le spese domestiche e il cibo. Il Giappone è anche un paese capitalista dominato dal grande svago e dall'intrattenimento accattivante che ti fa rubare i tuoi soldi senza nemmeno rendertene conto, lasciando molti al verde.

Gli aspetti della povertà in Giappone sono così evidenti ed è ancora inspiegabilmente difficile convincere le persone della loro esistenza. Gli strozzini, i club di hostess, i concerti, la prostituzione, il pachinko e molti altri fattori contribuiscono alla bancarotta e al lavoro da schiavi per molti giapponesi. Alcuni bambini vivono anche con i genitori in età adulta come hikikomori senza lavorare.

I motivi per cui i giapponesi affrontano difficoltà finanziarie sono numerosi, l'importante è far capire che anche se la povertà non è a livelli elevati o pesante come in altri paesi, esiste ed è nella società come in qualsiasi altro paese. Qual è la tua opinione sull'argomento? Spero di poter trattare più aspetti dell'argomento in altri articoli. Apprezziamo i commenti!

Condividi questo articolo: