Maneki Neko – Gatto fortunato giapponese – Significato e origine

[ADS] Pubblicità

Hai mai visto un ornamento di gatto che ondeggia in qualsiasi negozio o luogo? Questo gatto si chiama Maneki Neko [招き猫] o il gatto invitante, noto anche come il gatto fortunato e denaro. In questo articolo vedremo alcune curiosità e significati.

Non è una razza di gatto o un essere vivente, ma piuttosto una scultura, solitamente in ceramica, la scultura mostra un gatto, di solito un Mike (Bobtail giapponese) che è anche considerato un gatto fortunato.

La maggior parte degli ornamenti per gatti, con le zampe alzate e ondeggianti, vengono collocati in esercizi commerciali, templi, ristoranti, anche in casa, quasi sempre all'ingresso, per accogliere l'ospite o il cliente.

I gatti venivano usati per proteggere i bachi da seta dai ratti che si nutrivano di bachi da seta. Con il declino dell'allevamento di questi animali, i gatti finirono per essere considerati un portafortuna per la prosperità aziendale.

Il significato del gatto fortunato giapponese

La parola manekineko letteralmente significa gatto che saluta o invita. Se un gatto alza la zampa destra, ti sta invitando alla fortuna. Se sta alzando la zampa sinistra, sta invitando una persona o un cliente.

Alcuni gatti alzano entrambe le mani, ma a molte persone non piace, considerando che è troppa avidità. Generalmente questi gatti sono di tre colori, ma è comune tutto bianco, bianco con rosso, bianco con nero o rosso e nero.

Questi gatti si possono trovare anche in rosa, blu e oro e i significati variano a seconda del colore, come "miglioramento accademico", "sicurezza del traffico" (blu) e "amore" (rosa).

Nell'antico Giappone, il gatto nero è considerato un simbolo per allontanare il male. Inoltre, sventolare il rosso ha lo scopo di prevenire le malattie, perché si dice che il rosso sia un colore che non piace a vesciche e morbillo.

Inoltre, il fatto che il kanji della fortuna sia scritto capovolto indica l'arrivo di un kanji simile da lì, poiché sconfigge la fortuna.

Maneki neko - Gatto fortunato giapponese - significato e origine

Caratteristiche di Maneki Neko

Nella cultura popolare di oggi, maneki neko ha lo stesso significato, quello di fortuna, denaro e benvenuto, ma come tutte le cose, i suoi usi e significati si sono ampliati. Di seguito sono riportate alcune altre caratteristiche popolari dei gatti fortunati in Giappone.

  • Alcuni sono elettrici e la zampa si muove lentamente;
  • Maneki è disponibile in diversi colori, il più comune è bianco, nero, oro e persino rosso;
  • Oltre alla scultura, si può trovare sotto forma di portachiavi, salvadanai, deodoranti per ambienti, vasi per piante e molti altri oggetti;
  • La zampa destra alzata attira denaro e la zampa sinistra alzata attira i clienti;
  • Alcuni potrebbero confondere il gesto di Maneki, ma in realtà sta cercando di attirare l'attenzione, in qualche modo chiamando le persone, non solo annuendo;
  • La composizione dei Maneki Neko più antichi, può essere in legno intagliato o pietre, porcellana lavorata artigianalmente o ghisa, i più costosi possono essere realizzati in Giada e persino Oro;

Il maneki neko si trova al terzo piano di alcuni palazzi in quanto si crede sia imparentato con il numero 3, date le qualità di buon auspicio, il maneki neko può essere utilizzato anche come portafortuna, spesso gli studenti lo usano per farsi valere voti e successo nelle vostre vite future.

Maneki neko - Gatto fortunato giapponese - significato e origine

marushime no neko

marushime no neko [丸〆猫] è un ornamento per gatti ondeggiante proveniente da Imado-yaki (tipo di ceramica), popolare nel Tempio di Asakusa e nel Santuario di Asakusa a Tokyo. Si ritiene che questi antichi siti e gatti, che ora sono rari, diano origine a Maneki Neko.

Questo è il modello di gatto agitato più antico che in realtà assomiglia al modello attuale. Il gatto è seduto su un fianco invitante con la testa rivolta in avanti, alcuni potrebbero essere sdraiati.

L'ideogramma [〆] intorno alla vita posteriore del marushime no neko significa il arrotondamento del denaro e di fortuna. Questi gatti erano popolari alla fine del periodo Edo, sono stati scavati e confermati come il gatto più antico e affidabile.

Maneki neko - Gatto fortunato giapponese - significato e origine

Origine di Maneki Neko – Gatto che saluta

Abbiamo già visto che forse Maneki Neko ha avuto origine dall'ex popolare marushime no neko. Ci sono in realtà diverse teorie sull'origine del gatto che saluta. Che ne dici di vedere altre origini del gatto fortunato giapponese?

I primi dischi di Maneki-neko compaiono nella voce di Bukō nenpyō (cronologia di Edo) datata 1852. A ukiyo-e di Utagawa Hiroshige del 1852, raffigura il marushime-neko in vendita Tempio Senso-Ji, a Tokio.

Ci sono prove che Maneki-neko vestito in kimono fosse distribuito in un santuario di Osaka in questo momento. Questo crea diverse teorie sull'origine di Maneki-Neko, alcune insistono sul fatto che fosse a Tokyo, altre su Kyoto.

Teoria di Imado Ware

Nella geografia del periodo Edo “Takee Chronology”, Kaei 5 (1852), una vecchia che viveva ad Asakusa Hanakawado rinunciò al suo amato gatto a causa della sua povertà, ma il gatto apparve sul cuscino dei sogni e disse: Se fai una mia bambola, sarai fortunato.

Quindi, trasformò una bambola a forma di gatto in una ceramica Imado-yaki e la vendette al Santuario di Asakusa, che divenne rapidamente popolare. Inoltre, l'esistenza del gatto ondeggiante realizzato da Imado-yaki nel periodo Edo può essere confermata da antiche tradizioni e manufatti scavati nelle rovine, che corrispondono alla descrizione di kaei 5.

Inoltre, dall'inizio di Heisei, il Santuario di Imado, che è custodito ad Asakusa Imado, cavalca il boom del gatto ondeggiante. Puoi vedere un grosso gatto che saluta nel santuario principale, ma questo non ha prove storiche.

Maneki neko - Gatto fortunato giapponese - significato e origine

Teoria Hotoku-ji

Alcuni dicono che il gatto fortunato sia nato nel tempio Gotokuji a Setagaya-ku, Tokyo. Durante il periodo Edo, Ii Naotaka, secondo signore del clan Hikone, attraversò un piccolo tempio chiamato Kotoku-in sulla via del ritorno dalla caccia ai falchi.

A quel tempo, un gatto appartenente al monaco del tempio fece un cenno alla porta del tempio, quindi il signore feudale e il suo gruppo si fermarono al tempio per riposare. Poi iniziò a cadere una tempesta.

Naotaka fu felice di essere risparmiato dalla pioggia e nel 1633 donò una grande quantità di denaro a Kotokuan e lo designò come tempio della famiglia Ii a Edo, e Kotokuan divenne un grande tempio, Goutokuji.

Circa la metà dei successivi signori feudali e le loro camere ufficiali sono sepolti qui, così come la tomba di Ii Naosuke, un signore feudale nel tardo periodo Edo che fu assassinato nell'incidente di Sakuradamon-gai.

Quando morì, il monaco gli costruì una tomba. In tempi successivi, sul terreno del tempio fu costruita una sala per gatti e fu realizzata una statua di un gatto che alza una mano a forma di Manekineko.

C'è un'altra storia sullo stesso tempio Goutokuji. Quando Naotaka e il suo entourage si stavano riparando dalla pioggia sotto un albero nel tempio di Goutoku-ji, un gatto li fece cenno di venire al tempio. Quando Naotaka si avvicinò al gatto, un fulmine colpì l'albero dove si erano appena riparati dalla pioggia.

Nella storia, Naotaka ha ringraziato e donato una grossa somma di denaro a Goutokuji. Il famoso personaggio basato su questi gatti è "Hiko-nyan", la mascotte del castello di Hikone a Hikone City, nella prefettura di Shiga, l'ex casa della famiglia Ii.

Generalmente, un manekineko viene visualizzato con la mano destra o la zampa sinistra, ma tutti i manekineko venduti nei terreni del tempio Gotokuji vengono visualizzati con la mano destra senza sacchetti.

Maneki neko - Gatto fortunato giapponese - significato e origine

Teoria di Neko Jizo

C'è una teoria che ha avuto origine a Jiseiin, nel quartiere di Shinjuku, a Tokyo. Durante la battaglia di Numabukurohara a Ekoda, un gatto nero apparve di fronte a Ota Dokan quando era in inferiorità numerica e si era perso, e gli fece cenno di venire a Jiseiin.

Ciò ha portato a una rinascita del tempio di successo e Ohta Dokan ha dedicato una statua di Jizo al gatto, che si dice sia l'origine di "Manekineko" attraverso il gatto Jizo.

L'altro è che un ricco mercante ha perso un bambino nel bel mezzo del periodo Edo e ha dedicato una statua con la faccia di gatto di Neko Jizo a Jiseiin per pregare per il resto della sua anima. Comunque, questa è l'origine di Neko Jizo e non di Manekineko.

altre teorie

C'è una teoria che il santuario Fushimi Inari Taisha a Fushimi-ku, Kyoto, è il luogo di nascita. Ci sono molte altre teorie, come la teoria dell'origine di Seiho-ji e la teoria delle credenze popolari a Toyoshima-ku, Tokyo, non è chiaro quale sia corretta.

C'è anche la teoria che il modello del gatto che ondeggia possa essere il risultato di un'azione di pulizia della pelliccia che le spese fanno. In inglese questa azione si chiama toelettatura che è la cura del pelo (quando un gatto si lecca le zampe).

C'è uno leggenda giapponese, che dice che un gatto che si lava la faccia significa che stanno arrivando nuovi clienti, un altro proverbio cinese dice che un gatto che si lava la faccia significa che pioverà.

Maneki neko - Gatto fortunato giapponese - significato e origine

Tokonyan – Il gatto gigante che saluta

Nella città di Tokosur nella prefettura di Aichi, c'è una strada chiamata Tokoname Maneki Neko Douri con una stazione ferroviaria e una sala della ceramica in loco. In questo posto abbiamo trovato un gigantesco gatto che saluta chiamato e Tokonyan [とこにゃん].

Il Tokonyan è largo 6,3 metri e alto 3,2 metri. Oltre a "Tokonyan", ci sono 39 gatti in ceramica che salutano e 11 gatti in ceramica in mostra, il tutto per pubblicizzare il più grande sito di produzione di gatti in ceramica del Giappone.

Un'altra famosa zona di produzione è la città di Seto nella stessa provincia, entrambe realizzate principalmente in ceramica. Inoltre, viene prodotto nei sobborghi di Takasaki City, nella prefettura di Gunma.

Maneki neko - Gatto fortunato giapponese - significato e origine

Maneki Neko in Cina – Gatto fortunato cinese

Anche in Cina, puoi vedere un gatto dorato che saluta. Molti hanno una “forma ovale” con la mano sinistra alzata. Dal boom dei gatti fortunati nella cultura giapponese negli anni '90, molti negozi a Taiwan hanno lo stesso tipo di gatti che salutano nei loro negozi.

I gatti che salutano sono popolari nella città cinese di New York, negli Stati Uniti, e sono comuni in stabilimenti e ristoranti, causando persino confusione in alcuni pensando che sia un gatto fortunato cinese.

I gatti fortunati sono anche popolari negli Stati Uniti e sono anche realizzati come souvenir ed esportati in tutto il mondo. Sono chiamati "gatti di benvenuto", "gatti fortunati" e persino gatti del dollaro. Tuttavia, la direzione della mano del gatto è opposta al Giappone, poiché il modo di salutare a ovest è diverso.

Maneki neko - Gatto fortunato giapponese - significato e origine

Bobtail giapponese – Mi-ke – Lucky Cat Breed

Il Bobtail giapponese o Mike [三毛] è una razza di gatto originaria del Giappone. Mike portare fortuna, felicità e prosperità, avendo la sua massima rappresentazione nei templi e negli stabilimenti giapponesi, avendo l'uso dell'accoglienza.

Bobtail è emerso in Giappone nel VII secolo. Questa varietà di razza probabilmente è arrivata attraverso la Cina, perché la Cina invia i suoi gatti in Giappone da oltre 1000 anni. La razza è diventata popolare negli anni '90 grazie all'influenza degli Stati Uniti.

Il nome Mike [三毛] evidenzia esattamente una delle sue caratteristiche. Il numero 3 [三] rappresenta la quantità di colori che ha il gatto. Già [毛] rappresenta la tua pelliccia. indicando che Mike letteralmente significa pelliccia a 3 colori.

Per saperne di più sulla razza dietro il gatto fortunato, ti consigliamo di leggere il nostro articolo su Mi-Ke – Bobtail giapponese.

Maneki neko - Gatto fortunato giapponese - significato e origine

28 settembre – Maneki Neko Day

Il 29 settembre si celebra la “Giornata del Gatto che Invita” o manekineko no hi [招き猫の日] stabilito dal Japan Invitato Cat Club e certificato da Associazione Giappone Anniversario. Intorno al sabato e alla domenica prima e dopo questo giorno, il Festival fa Maneki Neko fuku si tiene nelle città di Ise a Mia, Seto ad Aichi, Shimabara a Nagasaki e in molte altre città.

Infine, lasciamo un video del nostro amico Crazy Japan TV:

Condividi questo articolo: