Il Giappone dimostra che le armi da fuoco non sono necessarie?

[ADS] Pubblicità

Con la crescente violenza in Brasile, l'uso delle armi da fuoco genera discussioni sui social media. Molti vogliono che il Brasile faccia come gli Stati Uniti e faciliti l'accesso alle armi da fuoco per la popolazione. In questo articolo, esamineremo il Giappone e dimostreremo che attraverso la sua storia e cultura, avere un'arma da fuoco può essere o non essere necessario.

Ogni paese ha le sue situazioni e circostanze che determinano come le armi dovrebbero o non dovrebbero essere usate e distribuite. Nello stesso Giappone, le armi da fuoco hanno svolto un ruolo molto importante nella sua storia e cultura. In questo articolo vogliamo affrontare diverse questioni come:

Sono totalmente contrario all'uso di un'arma da fuoco, ma se si tratta di scegliere tra persone innocenti che muoiono più di banditi a causa del disarmo, preferisco persone armate che uccidono banditi. Innanzitutto, dobbiamo pensare se questo sia necessariamente il passo migliore per porre fine all'insicurezza del Brasile.

Quante persone muoiono con armi da fuoco in Giappone e nel mondo?

In Brasile i decessi legati alle armi da fuoco superano i 50.000 ogni anno, mentre negli Stati Uniti d'America il numero è solitamente nell'ordine di 30.000. E il Giappone? Praticamente il numero di morti per arma da fuoco all'anno in Giappone di solito non supera nemmeno le 10 persone.

Circa il 90% della popolazione americana è armato, mentre è armato l'8,8% della popolazione brasiliana, mentre in Giappone non è armata nemmeno tutta la polizia. Anche così, le armi da fuoco riempiono più di 70% di omicidi in Brasile, mentre negli Stati Uniti questo numero è 5 volte più alto e una buona quota proviene da suicidi.

armi da fuoco in giappone

Negli ultimi 30 anni, i decessi correlati alle armi da fuoco in Brasile sono aumentati di 346.5%, mentre i tassi in diversi paesi sono diminuiti ogni anno. Anche i paesi vicini e il famoso Messico hanno statistiche inferiori al Brasile, anche se ha quasi il doppio di armi da fuoco e traffico di droga.

Paesi come la Corea e Singapore vietano e hanno un basso tasso di morti per armi da fuoco. L'Islanda, d'altra parte, ha uno dei numeri più bassi di morti per arma da fuoco anche con 30% della popolazione armata. È evidente che le armi da fuoco non fanno molta differenza negli indici dei diversi paesi. Tutto dipende da come funziona il paese, dalla sua cultura e dalle sue leggi.

Quanto è difficile ottenere una pistola in Giappone?

Quando si parla di possesso di armi, la gente crede che sia totalmente proibito avere armi in Brasile e in Giappone La verità è che chiunque può avere un porto d'armi secondo la legge in entrambi i paesi, ma ci sono migliaia di regole rigide e un costo piuttosto elevato costo per tutto questo.

armi da fuoco in giappone

Ci sono stati diversi cambiamenti recenti che hanno reso la proprietà delle armi ancora più restrittiva in Giappone, perché c'erano momenti in cui i giapponesi potevano avere armi che nemmeno agli americani era permesso avere. Al giorno d'oggi, anche per usare un fucile ad aria compressa in Giappone, è necessaria una licenza.

In Giappone, si devono prendere diverse lezioni di tiro, superare un test scritto, fare test psicologici e antidroga in un ospedale e fare un gigantesco controllo sulla propria vita e sulla fedina penale. Nella tua casa le armi devono essere conservate in un luogo sicuro e separate dalle munizioni. Dopotutto ti sarà permesso di cacciare con un fucile o un fucile ad aria compressa.

Anche con una licenza per portare armi in Giappone, devi segnalare alla polizia ogni volta che vai a caccia e quanti proiettili usi. Dopo la caccia è necessario segnalare il destino di ogni proiettile, quanti colpi sono stati sparati, quanti hanno colpito i loro bersagli e dove sono andati a mancare. Ogni anno sarai ispezionato dalla polizia.

armi da fuoco in giappone

Le armi illegali circolano anche in Giappone come in qualsiasi altro Paese tra i criminali. Fortunatamente vengono usati raramente per rapine o rapine grazie alle pesanti leggi giapponesi. Anche l'importazione illegale di armi è molto rara, alcune armi criminali sono semplici trofei di guerra.

La storia delle armi in Giappone e come sono state vietate

Il Giappone ha trascorso gran parte della sua storia nelle guerre civili. Nell'anno 1500 gli olandesi portarono un'arma chiamata miccia che ebbe un ruolo importante nelle guerre durante il periodo Sengoku. Nel frattempo, il Giappone è diventato il produttore di armi più grande e di più alta qualità al mondo.

Le armi consentivano l'uso dei contadini in battaglia, poiché non richiedevano tanto addestramento ed esperienza quanto spade e archi. le armi hanno aiutato Oda Nobunaga, Toyotomi Hideyoshi e Tokugawa Ieyasu per unificare il Giappone. Shogunato Tokugawa considerato uno dei più lunghi periodi di pace nella storia del Giappone.

armi da fuoco in giappone

Fu Toyotomi Hideyoshi che proibì ai contadini di possedere armi per prevenire ribellioni. Le armi da fuoco in Giappone e la loro fabbricazione furono completamente bandite insieme alle spade poco dopo la loro unificazione. Il possesso di armi in generale fu severamente limitato e persino la classe dei samurai fu trasformata in burocrati.

Dopo la seconda guerra mondiale, le armi da fuoco persero ancora di più la loro popolarità con la fine del gigantesco esercito giapponese. IL Yakuza e i criminali giapponesi sono diminuiti incredibilmente ogni anno, in particolare l'uso delle armi da parte dei mafiosi, portando ancora più pace al Giappone e alla sua popolazione.

Come vedono le armi da fuoco i giapponesi?

La maggior parte dei giapponesi non ha mai visto una pistola in vita sua, figuriamoci ne ha sparata una. Il più delle volte, solo la polizia di alto livello, i criminali, i cacciatori e i militari possono sperimentare l'uso di un'arma da fuoco. Questo rende improbabile il desiderio di avere un'arma da fuoco per un giapponese.

La realtà dei giapponesi fa pensare loro che se un paese come gli Stati Uniti lasciasse cadere le armi, la violenza semplicemente scomparirebbe. Il Giappone non prende nemmeno in considerazione l'idea di rapina a mano armata o di furto d'auto.

armi da fuoco in giappone

In paesi come gli Stati Uniti e il Brasile, le armi da fuoco sembrano avere più senso, a differenza del Giappone, che per molti sembra essere un mondo di fantasia, ma che in realtà non ha bisogno di preoccuparsi della violenza e delle armi.

Non solo i giapponesi, ma anche altre nazioni in via di sviluppo vedono la cultura americana delle armi da fuoco in modo molto negativo. Nella maggior parte dei paesi in cui vengono rilasciate armi da fuoco, il loro uso comune è per la caccia e non per difendersi (anche perché non ce n'è bisogno).

L'unico hobby che coinvolge le pistole che è popolare in Giappone oltre ai videogiochi è il softair. In Giappone puoi trovare un'infinita varietà di pistole softair, anche anime e manga sul softair sono stati rilasciati negli ultimi anni.

armi da fuoco in giappone

Anche la caccia agli animali non è così popolare in Giappone, la maggior parte di coloro che hanno un fucile in Giappone per cacciare lo fanno per lavoro e non per sport. Solo le persone di alta classe con connessioni internazionali tendono a usare la caccia come hobby.

Come fa il Giappone a essere al sicuro senza armi da fuoco?

Vari aspetti della cultura giapponese rendono il Giappone un luogo libero da armi e violenza. La rigidità nelle leggi, nell'istruzione e nella società rende i giapponesi in armonia senza pensare o cercare di fare del male. Questa rigida cultura e pressione sociale ha le sue conseguenze, ma è un fattore chiave per la sicurezza del Paese.

Probabilmente mi ci vorrebbero anni per cercare di spiegare le differenze culturali tra giapponesi e brasiliani e come ciò influisca drasticamente sulla sicurezza di ogni paese. Alcuni usano la scusa che il Brasile è grande e pieno di confini, mentre il Giappone è solo un'isola, ma questa idea non è corretta se analizziamo i dati dei paesi vicini.

armi da fuoco in giappone

Le differenze tra i paesi sono culturali e non geografiche. Il Brasile deve solo applicare leggi severe e investire nell'istruzione per porre fine drasticamente a queste spaventose statistiche di crimini e morti per armi da fuoco nel paese. Se la popolazione di massa avesse un po' più di interesse per i propri vicini e le proprie conoscenze, molte di queste cose sarebbero evitate.

In realtà, nell'attuale scenario del Paese, vedo accadere solo cose negative con il rilascio di armi senza controlli rigorosi e senza modifiche alle leggi e punizioni penali. Per non parlare del fatto che culturalmente i brasiliani non sono preparati a possedere armi. Non tutti gli agenti di polizia mostrano competenza nell'usarli.

Non sono contro il rilascio di armi, solo che non penso sia una buona idea rilasciare armi senza cambiare la legge imperfetta che abbiamo in Brasile. Con questo articolo voglio solo dimostrare che non sono le armi a rendere sicuro il Paese, ma la legge e l'istruzione.

Penso che l'unica e migliore soluzione per il Brasile sia fare come è stato fatto a Singapore, eliminare tutto il male alla radice. I cambiamenti sono possibili, poiché sia il Giappone che Singapore erano paesi violenti e sono diventati paesi pacifici. Sei tu? Cosa ne pensi? Spero che l'articolo ti sia piaciuto, apprezziamo la tua condivisione e vorremmo sentire i tuoi commenti.

Condividi questo articolo: