Unità 731 - Il lato oscuro del Giappone

Hai mai sentito parlare di Unità 731? Se sei interessato alla storia del Giappone e hai già fatto ricerche, potresti aver sentito parlare della famigerata Unità 731 che esisteva durante la seconda guerra mondiale (1939-1945) e la seconda guerra sino-giapponese (1937-1945).

L'Unità 731 (Nana-san-ichi Butai) era l'unità in cui il Dipartimento di prevenzione delle epidemie e depurazione delle acque del Esercito di Kwantung situato nel distretto di Pingfang, nell'ex stato fantoccio di Manciukuo, nord-est della Cina.

Tuttavia, nonostante il nome ufficiale, il Dipartimento che forniva servizi in relazione alla salute era, di fatto, una facciata per nascondere le attività effettive dell'Unità 731, svolte nel sottosuolo del distretto.

Le attività si basavano su esperimenti umani su civili e prigionieri di guerra cinesi, russi, mongoli, coreani e persino alleati. Inoltre, sono state selezionate altre cavie. Criminali comuni, nemici catturati e partigiani anti-giapponesi. L'unità era comandata dal generale e chirurgo dell'esercito di Kwantung, Shiro Ishii.

Il lato oscuro del Giappone: unità 731

Unità interna 731

Le orrende attività dell'Unità 731 includevano:

  • Infezione dei detenuti con malattie veneree per studiare gli effetti delle malattie sul corpo umano;
  • Vivisezione di detenuti senza anestesia per studiare l'effetto della malattia sugli organi;
  • Sottoposizione a stupro da parte delle guardie dell'unità;
  • Esporre i prigionieri a test a freddo per studiare gli effetti del freddo gelido;
  • Testare armi da fuoco come granate e lanciafiamme e armi biologiche usando prigionieri come bersagli umani;
  • Privazione di acqua e cibo per determinare quanto tempo impiegassero i prigionieri a morire;

Unità 731 dopo la guerra

Alla fine, dopo la fine della seconda guerra mondiale e la resa del Giappone, l'Unità 731 fu disattivata, ponendo fine alle sue attività. Tuttavia, le persone coinvolte negli esperimenti non sono state processate per i crimini di guerra commessi e hanno ottenuto l'immunità dagli americani in cambio dei dati raccolti durante gli esperimenti effettuati presso l'unità.

Pertanto, l'esistenza dell'Unità 731 è passata inosservata al pubblico. Pertanto, rimase lontano dalla conoscenza popolare fino al 1989, quando furono scoperti resti umani sepolti in fosse da lavoratori che lavoravano lì a Shinjuku.

Successivamente, il governo giapponese ha dovuto ammettere l'esistenza dell'Unità 731 e gli esperimenti effettuati in quel periodo.

Lasciamo un video qui sotto come complemento:

L'Unità 731 è una delle atrocità commesse dall'Impero del Giappone durante la seconda guerra mondiale. Quindi il Giappone ha dovuto ritrattare prima dei suoi vicini asiatici. Questo è qualcosa che rimarrà nella storia del Giappone.

Nonostante la ritrattazione ufficiale, paesi come Cina e Corea mantengono ancora un rapporto di distanza e di sfiducia nei confronti del Giappone, dovuto all'approccio inadeguato a tali atrocità commesse dai giapponesi in tempo di guerra.

Conoscevi l'Unità 731? Qual è la tua opinione sull'argomento? Apprezziamo i tuoi commenti e la tua condivisione, ti consigliamo di leggere anche:

Condividi questo articolo: