Terrorismo in Giappone – L'attacco al gas Sarin a Tokyo

L'ultima cosa che ti viene in mente quando pensi al Giappone sono gli attacchi terroristici perpetrati da un gruppo di fanatici.

Tuttavia, nemmeno un paese sicuro come il Giappone è al sicuro dagli attacchi terroristici.

L'attacco con gas sarin alla metropolitana di Tokyo è stato un atto di terrorismo interno perpetrato il 20 marzo 1995 a Tokyo, in Giappone, da membri del culto Aum Shinrikyo.

In cinque attacchi coordinati, gli autori hanno rilasciato gas sarin su tre linee dell'attuale metropolitana di Tokyo durante l'ora di punta, uccidendo 12 persone, ferendone gravemente 50 e causando problemi di vista temporanei ad altre 5.000.

Annuncio

L'attacco era diretto contro i treni che transitavano per Kasumigaseki e Nagatachō, sede del governo giapponese.

I responsabili dell'attentato

Aum Shinrikyo (オウム真理教) è una setta giapponese fondata da Shoko Asahara nel 1984. Aum Shinrikyo, divisa in Aleph e Hikari no Wa nel 2007, è stata classificata come organizzazione terroristica da diversi paesi, tra cui Russia, Canada, Kazakistan e gli Stati Uniti.

Terrorismo in Giappone: l'attacco con il gas Sarin a Tokyo

Annuncio

Nel 1992, Shoko Asahara, fondatore di Aum Shinrikyo, ha pubblicato un libro in cui si dichiarava "Cristo", unico maestro illuminato del Giappone, e identificato come "Agnello di Dio".

Ha delineato una profezia del giorno del giudizio, che includeva una terza guerra mondiale, e ha descritto un conflitto finale che sarebbe culminato in un Armageddon nucleare.

L'attacco alla metropolitana di Tokyo

Lunedì 20 marzo 1995, cinque membri di Aum Shinrikyo hanno lanciato un attacco chimico alla metropolitana di Tokyo, uno dei sistemi di trasporto passeggeri più trafficati del mondo, durante l'ora di punta mattutina.

Annuncio

L'agente chimico utilizzato, il sarin liquido, era contenuto in sacchetti di plastica avvolti ciascuno in carta di giornale.

Una singola goccia di Sarin delle dimensioni di una capocchia di spillo può uccidere un adulto. Portando i loro pacchi di sarin e ombrelli con punte affilate, gli autori sono saliti sui treni designati.

In stagioni diverse, i pacchetti di sarin venivano scartati e forati più volte con il bordo tagliente dell'ombrello.

Terrorismo in Giappone: l'attacco con il gas Sarin a Tokyo

Annuncio

Ogni aggressore è poi sceso dal treno e ha lasciato la stazione per incontrare il proprio complice con un'auto. Lasciare i pacchi perforati a terra ha permesso al sarin di fuggire verso il treno e le stazioni.

Il gas Sarin ha colpito i passeggeri, i lavoratori della metropolitana e coloro che sono entrati in contatto con loro.

Il Sarin è il più volatile degli agenti nervini. Ciò significa che può evaporare rapidamente e facilmente da liquido a vapore e diffondersi nell'ambiente.

Le persone possono essere esposte al vapore anche se non entrano in contatto con la forma liquida del Sarin.

Poiché evapora così rapidamente, il Sarin rappresenta una minaccia immediata ma di breve durata.

Il giorno dell'attacco, le ambulanze hanno trasportato 688 pazienti e quasi 5.000 persone hanno raggiunto gli ospedali con altri mezzi.

17 sono stati considerati critici, 37 gravi e 984 moderatamente malati con problemi di vista.

Terrorismo in Giappone: l'attacco con il gas Sarin a Tokyo

Annuncio

Dopo l'attacco al gas Sarin

A metà pomeriggio, le vittime leggermente colpite si sono riprese dai problemi di vista e sono state dimesse dall'ospedale.

La maggior parte dei pazienti rimanenti stava abbastanza bene da tornare a casa il giorno successivo, e nel giro di una settimana solo pochi pazienti critici rimasero in ospedale. Il bilancio delle vittime il giorno dell'attentato è stato di otto.

L'attacco del Sarin è stato l'attacco più grave contro il Giappone, considerato il peggiore dai bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki nel 1945.

Ciò ha causato diffuso turbamento e paura in una società che in precedenza era stata percepita come virtualmente libera dalla criminalità.

Annuncio

Poco dopo l'attacco, Aum perse il suo status di organizzazione religiosa e molti furono arrestati.

Il parlamento giapponese ha respinto la richiesta di bandire il gruppo. Tuttavia, la Pubblica Sicurezza ha ricevuto finanziamenti per monitorare il gruppo e ridurre le attività delle persone coinvolte.

Terrorismo in Giappone: l'attacco con il gas Sarin a Tokyo

Successivamente, 189 membri sono stati incriminati, 5 sono stati condannati all'ergastolo, 13 sono stati condannati a morte, 80 sono stati condannati a varie pene, 87 sono stati sospesi, 2 sono stati multati e uno è stato dichiarato non colpevole.

Annuncio

Spero che l'articolo ti sia piaciuto. Hai qualcosa da aggiungere all'attacco con il gas Sarin? Apprezziamo i tuoi commenti e la tua condivisione! Consigliamo di leggere: