Sumo – Origine, storia e curiosità – Guida completa

[ADS] Pubblicità

Sai cosa significa sumo? Qual è l'origine e la storia del sumo? Come affronta il Giappone questo sport e le sue curiosità? In questo articolo vedremo una guida completa al sumo, uno degli sport più importanti e tradizionali del Giappone.

Sicuramente hai visto in alcuni media, questa antica arte marziale, praticata da pochi. Il sumo è uno sport originario del Giappone, essendo l'unico paese che lo pratica e lo sostiene professionalmente. Questo sport è così importante che alcuni premi vengono assegnati dal primo ministro del Giappone.

Alcune regole e rituali sono stabiliti, ma in fondo lo sport è piuttosto semplice. Consiste in un combattente che cerca di forzare l'altro fuori dal ring o di fargli toccare l'anello con qualsiasi parte del suo corpo. Inizialmente era uno sport apprezzato da persone potenti e facoltose, ma finì per diventare popolare tra tutte le classi sociali.

ORIGINE E STORIA DEL sumo

Nel giapponese romanizzato, sumu è scritto [相撲] dove l'ideogramma [相] significa insieme e [撲] significa colpire, che può essere tradotto letteralmente come schiaffeggiarsi l'un l'altro.

I lottatori di sumo sono chiamati rikishi [力士] che letteralmente significa uomo forte o potente. La cosa interessante è evidenziare l'ideogramma [士] che si riferisce anche a un guerriero o samurai.

arti marziali Simili sono stati segnalati e realizzati in molte parti del mondo per molto tempo. In Giappone, lo sport era già menzionato nei libri di storia giapponesi, scritti nell'VIII secolo.

Sumo - origine, storia e curiosità - guida completa

È stato riferito che al momento della semina del riso era presente il sumo. Le sessioni del succo si sono svolte come forma di preghiera per un buon raccolto. In altri periodi il sumo divenne un evento della corte imperiale.

Ma gran parte di ciò che vediamo oggi nel sumo è dovuto allo shintoismo. Il succo veniva spesso eseguito in rituali e feste, con l'obiettivo di intrattenere gli dei. Una leggenda dice che questi combattimenti erano originariamente praticati dagli stessi dei.

RITUALE E TEMPO PER UN SUMO Wrestling

Molti si chiedono quanto dura una partita di sumo. Per prima cosa, dobbiamo capire un po' i rituali che si svolgono prima dei combattimenti. Questi rituali furono adottati nel XVII secolo.

Sumo - origine, storia e curiosità - guida completa

Prima del combattimento c'è un rituale tra i 2 giocatori che consiste nel bere acqua sacra e gettare sale sul ring prima del combattimento. Entrando sul ring, i combattenti battono i piedi per spaventare i demoni e battono le mani per evocare gli dei.

Anche la sabbia che ricopre il dohyo simboleggia la purezza nel shintoista. Coloro che guardano questi combattimenti non lasciano i loro posti fino a quando non viene eseguito l'intero rituale. L'arbitro si veste anche come un prete shintoista.

Il rituale dura più a lungo del combattimento stesso. Il combattimento in sé è semplice e veloce, di solito non dura più a lungo di 30 secondi. oh obiettivo di contesa è costringere l'avversario a uscire dal dohyo o farlo toccare il suolo con qualsiasi parte tranne le piante dei piedi.

curiosità sul sumo

Mai tralasciando le tradizioni, il sumo oggi è solo qualcosa di religioso. Ci sono sei tornei principali ogni anno, chiamati hon-basho. Per raggiungere tali tornei, i combattenti chiamati rikishi si sottopongono a un rigoroso allenamento. Seguono una dieta potenziata di 16.000 calorie al giorno (quello che una persona normale mangia in una settimana).

Regole dall'avere una buona dieta, dall'esercizio quotidiano ai tagli di capelli e ai vestiti che indossi in pubblico. L'associazione ha vietato ai combattenti di guidare le proprie auto a causa di alcuni incidenti. Il "filo" che indossano nei combattimenti è chiamato mawashi, e il colore di questo rappresenta la regione di origine del combattente.

Sumo - origine, storia e curiosità - guida completa

Le 6 divisioni fondamentali del sumo che dettano il potere e la gerarchia del combattente. La divisione più alta è Makuuchi e la più bassa è Jonokuchi. Affinché il combattente possa aumentare la sua classifica, deve solo vincere la maggior parte dei suoi attacchi nei tornei principali. I combattimenti si svolgono in un unico round e di solito durano pochi secondi.

Un altro fatto interessante è che non c'è separazione del peso nel sumo. Quindi, un combattente può affrontarne un altro con il doppio del suo peso. Non c'è un buon pubblico con le trasmissioni TV, poiché tradizionalmente vengono trasmesse tra le 16:00 e le 18:00. Questo è quando la maggior parte delle persone torna a casa o al lavoro. 

Le curiosità sono tante e ancora maggiore è la tradizione sportiva in Giappone, ma oggi sono pochi i giovani che vogliono dedicarsi allo stile di vita del sumo. Sport come il calcio e il baseball sono molto più popolari.

Altri danno la colpa alle vittime dello sport anche alla tendenza verso i videogiochi. Eppure il sumo continua a vivere non solo come parte della tradizione e della religione del Giappone, ma anche come sport e stile di vita.

È ovvio che Sumo è molto al di là di ciò che è trattato nell'articolo. Quindi non vedi l'ora di leggere ulteriori informazioni su di lui sul nostro sito Web o nei libri consigliati di seguito:

Condividi questo articolo: