JAXA - Agenzia di esplorazione aerospaziale giapponese

[ADS] Pubblicità

IL Agenzia di esplorazione aerospaziale giapponese, o JAXA, è l'agenzia spaziale nazionale giapponese. JAXA opera in diversi progetti e sviluppi di grandi opere per l'esplorazione aerospaziale, sia giapponesi che mondiali.

IL JAXA è responsabile delle indagini, sviluppi tecnologici e lanci di satelliti in orbita, che stanno svolgendo molte missioni complesse. Come, ad esempio, l'esplorazione di asteroidi e possibili esplorazioni con equipaggio della Luna, il cui motto è Un JAXA e il suo slogan aziendale è Esplora per realizzare.

storia di JAXA

IL JAXA è l'unione di tre organizzazioni che sono state fuse per formarne una, il 1 ottobre 2003, per la formazione di Nova JAXA: Istituto di Scienze Spaziali e Astronautiche (ISAS), il Laboratorio aerospaziale nazionale del Giappone (NAL), e il Agenzia nazionale per lo sviluppo spaziale del Giappone (NASDA). JAXA è stata costituita per essere un'istituzione amministrativa indipendente, ma gestita dal Ministero dell'Istruzione, della Cultura, dello Sport, della Scienza e della Tecnologia (MEXT) e da Ministero degli Affari Interni e delle Comunicazioni (MIC).

Prima della fusione, ISAS era responsabile della ricerca spaziale e planetaria mentre NAL si occupava della ricerca aeronautica. La NASDA, fondata il 1 ottobre 1969, sviluppò razzi, satelliti e costruì anche il Modulo Esperienze Giapponesi. La NASDA ha anche addestrato astronauti giapponesi, che hanno persino pilotato gli Space Shuttle statunitensi.

Nel 2012 una nuova normativa ha modificato il mandato del JAXA in modo che abbia il diritto di includere, da scopi pacifici, sviluppi militari nello spazio, come i sistemi di allarme rapido per i futuri missili nella terra e nei cieli giapponesi. Con il controllo politico di JAXA venendo fuori da MEXT e andando al Ufficio del Primo Ministro con l'inclusione di un nuovo Ufficio per la strategia spaziale.

Jaxa - Agenzia di esplorazione aerospaziale giapponese

razzi

IL JAXA usa il razzo H-IIA (H "due" A) appartenente all'ex corpo NASDA insieme alla sua variante H-IIB per lanci di satelliti per prove ingegneristiche, satelliti meteorologici, ecc. Per le missioni scientifiche che utilizzano, ad esempio, il astronomia a raggi X, Il JAXA usa il razzo epsilon.

Il Giappone ha lanciato il suo primo satellite, suminel 1970 usando il razzo L-4S dell'ISAS. Prima della fusione, ISAS utilizzava piccoli veicoli per lanci spaziali con combustibile solido. Mentre NASDA ha sviluppato veicoli di lancio con una maggiore capacità netta.

All'inizio, la NASDA utilizzava modelli americani con licenza. Il primo modello di veicolo di lancio è stato realizzato utilizzando carburante liquido, il modello H-II, 1994. Tuttavia, alla fine degli anni '90, con due fallimenti nel rilasciare il H-II, il Giappone iniziò a essere criticato in relazione alla tecnologia missilistica giapponese.

La prima missione spaziale del Giappone sotto il nome di JAXA, è stato il lancio di a H-IIA, il 29 novembre 2003. Finito in un fallimento a causa della grande pressione del momento. Dopo una pausa di 15 mesi, il JAXA ha fatto un lancio di un razzo di successo H-IIA, al Centro spaziale di Tanegashima, mettendo in orbita un satellite il 26 febbraio 2005.

Successi JAXA

prima della nascita di JAXA, ISAS aveva fatto molto bene nel suo programma spaziale nel campo della astronomia a raggi X durante gli anni '80 e '90. Un'altra area di successo per il Giappone è stata Interferometria della linea di base molto lunga (VLBI) con la missione HALCA. Altri successi furono nell'osservazione solare, nella ricerca sulla magnetosfera, tra le altre aree.

Jaxa - Agenzia di esplorazione aerospaziale giapponese

La NASDA era principalmente attiva nel campo della tecnologia delle comunicazioni satellitari. Tuttavia, poiché il mercato satellitare giapponese è completamente aperto, la prima volta che un'azienda giapponese ha vinto un contratto per un satellite per comunicazioni civili nel solo 2005. Un altro obiettivo dell'ente NASDA è l'osservazione del clima terrestre.

IL JAXA è stato assegnato il premio John L. "Jack" Swigert Jr., dà Fondazione spaziale da Space Exploration nel 2008.

Programmi spaziali umani

Il Giappone ha dieci astronauti, ma non è ancora stata sviluppata una navicella spaziale con equipaggio. Un progetto spaziale HOPE-X per il lancio di un H-II, in sviluppo da diversi anni, è stato rinviato. Sono stati proposti diversi altri progetti, alcuni accettati ma rinviati o non accettati.

Il primo cittadino giapponese a volare nello spazio è stato Toyohiro Akiyama, un giornalista sponsorizzato da TBS, chi ha volato il soviet? Sojuz TM-11 nel dicembre 1990. Akiyama ha trascorso più di 7 giorni nello spazio sulla stazione spaziale miro, considerato dai sovietici come il loro primo volo spaziale commerciale, che ha permesso loro di guadagnare circa 14 milioni di US $.

Il Giappone partecipa a programmi nordamericani e internazionali, che includono voli di astronauti giapponesi. Una missione per lo space shuttle STS-47, nel settembre 1992, è stato parzialmente finanziato dal Giappone.Questo volo include il primo astronauta della JAXA, Mamoru Mohri.

I giapponesi hanno in programma di effettuare un atterraggio lunare con equipaggio, che è in fase di sviluppo. Tuttavia, i piani sono stati accantonati nel 2010 a causa di vincoli di budget.

Nel giugno 2014, il Ministero della Scienza e della Tecnologia giapponese ha dichiarato che stava prendendo in considerazione una missione spaziale su Marte. In un documento si diceva un'esplorazione senza equipaggio. Missioni su Marte e insediamenti a lungo termine sulla Luna sono l'obiettivo di JAXA, per il quale cercano la cooperazione internazionale.

Uchuu Kyoudai

Puoi imparare molto sulla stazione spaziale giapponese guardando l'anime Uchuu Kyoudai.

Jaxa - Agenzia di esplorazione aerospaziale giapponese

Uchuu Kyoudai racconta la storia di due fratelli: Mutta e Hibito, di cui Mutta è il fratello maggiore. Quando erano bambini, i due assistono ad un UFO, e da allora promettono di andare nello spazio. Gli anni passano e solo Hibito diventa astronauta e sta per andare sulla Luna, suo fratello Mutta, invece, finisce per perdere il lavoro per aver preso a testate il suo capo.

Mutta ricorda il suo vecchio sogno, che a causa dei problemi quotidiani è stato completamente dimenticato. Con l'aiuto di suo fratello, un tale sogno potrebbe in qualche modo essere realizzato. L'anime mostra tutto il processo necessario per candidarsi e diventare un astronauta.

Condividi questo articolo: