Yakudoshi – Gli anni calamitosi per i giapponesi

Yakudoshi [厄年] significa letteralmente anni critici o calamitoso. È usanza dei giapponesi credere che una certa età sia considerata cattiva, piena di sfortuna e più suscettibile di disgrazie, disgrazie o malattie.

Nel buddismo, i periodi calamitosi della vita sono paragonati ai nodi in un bambù. Quel nodo duro in bambù è necessario per la sua continuità e per mantenere la sua forza. Allo stesso modo, gli anni calamitosi sono necessari per acquisire esperienza.

Queste età sono idealizzate secondo lo yin/yang cinese e possono anche essere considerate un'età di trasformazione e maturità.

Elenco degli anni calamitosi - età cattive

Gli anni sfortunati possono essere visti nella tabella sottostante e possono variare in base al sesso e alla regione. Gli anni calamitosi sono divisi in maetaku, honyaku e atoyaku che si riferisce a prima, durante e dopo l'età critica.

honyaku letteralmente significa: Grande calamità. Molte persone credono anche che l'anno precedente maeyaku e l'anno dopo yakudoshi (atoyaku) sono anche calamitosi e si prendono molta cura.

Per uomo [男性] i suoi anni disastrosi sono:

Tabella reattiva: Ruota il tavolo di lato con il dito >>
Maeyaku [前厄]honyaku [本厄]Atoyaku [後厄]
2425歳26歳
41歳42歳43歳
60歳61歳62歳

Per le donne [女性] i loro anni disastrosi sono:

Tabella reattiva: Ruota il tavolo di lato con il dito >>
Maeyaku [前厄]honyaku [本厄]Atoyaku [後厄]
18歳19歳20歳
32歳33歳34歳
36歳37歳38歳

Perché i giapponesi credono nello yakudoshi?

Perché i giapponesi credono questo? Beh sai che sono pieni di superstizioni. Ma le sue spiegazioni per ogni età sono le seguenti:

  • 42 si può pronunciare “shi-ni” 四二, che ha lo stesso fonema della parola “morte” 死に. 
  • 33 pronunciato come “Sanzan” si intende ”terrível “, o “desastroso”;
  • Alcuni sostenitori di questa teoria spiegano che il 25 è la fine della pubertà per gli uomini e 19 per le donne, e affermano che questi anni sono pieni di sfide.
  • Allo stesso modo 61 e 37 sono per loro la fine della vita adulta. (strano perché le ragazze giapponesi con 37 hanno una faccia di 20);

Bene, chi siamo noi per mettere in dubbio le credenze giapponesi? È abbastanza strano credere a tali superstizioni. Ma per rafforzare tali convinzioni, accadono diverse Coincidenze, oltre alla convinzione e psicologica della persona che le fanno credere che sta passando delle brutte giornate.

Yakudoshi – gli anni calamitosi per i giapponesi

Come evitano questi anni i giapponesi?

Molti giapponesi fanno molte cose per non essere sfortunati a questa età. Cose come:

  • Famiglia e amici organizzano una festa per festeggiare il compleanno dello sfortunato, e lui ricambia l'anno successivo;
  • Alcuni visitano spesso santuari come: Santuario di Chiba, Nishiarai Daishi, Aoyagi Daishi, Myohoji e altri;
  • Alcuni usano spesso amuleti e oggetti per attirare fortuna a questa età;
  • In passato le persone praticavano un rito del bere interesse sotto un susino esistente nei templi per scongiurare le calamità. Al giorno d'oggi, però, pregano con il interesse contenuto all'interno di una zucca;
  • Chi è andato ai templi ha ricevuto un amuleto chiamato ofuda da posizionare in casa per proteggerla. Quando l'anno di Yakudoshi passò, li restituirono, ringraziando che non fosse successo niente di male;

Yakudoshi non era considerato solo una superstizione, ma una credenza che faceva parte della vita quotidiana giapponese. Ma man mano che la situazione progredisce, quasi ogni anno sono disastrose.

Yakubarai – cerimonia per scacciare la sofferenza

la cerimonia buddista yakubarai viene eseguita per rimuovere la sofferenza. La cerimonia può essere eseguita individualmente o insieme ad altre cerimonie come Kannon Hõyo.

Yakubarai si tiene nell'anno di Maeyaku, preferibilmente nei primi mesi dell'anno, e successivamente nell'anno di Atoyaku, come ringraziamento per aver chiuso il periodo critico. È comune eseguire la cerimonia con amici e familiari a una festa.

Secondo tale tradizione, si crede che sia di buon auspicio che gli uomini non lo facciano honyaku visitare i templi ed eseguire cerimonie per chiedere protezione e celebrare l'anniversario con una festa speciale.

Non è chiaro come siano nate queste superstizioni. Cosa ne pensi? Se ti è piaciuto l'articolo, lascia i tuoi commenti e condividilo con gli amici.

Condividi questo articolo: