Bonsai – L'arte giapponese degli alberi in miniatura

bonsai [盆栽] è una forma d'arte giapponese che produce alberi in miniatura. Il suo nome significa letteralmente "albero in un vassoio" o "albero in un vaso". In questo articolo parleremo un po' di quest'arte giapponese di coltivare alberi in miniatura.

I bonsai non sono geneticamente piccoli, sono piccoli a causa del loro contenitore, della limitazione della crescita delle radici e dell'innesto. Riceve anche meno fertilizzante e azoto ed è moderatamente bagnato.

Un bonsai deve avere attributi diversi dal semplice essere in un vaso poco profondo. La pianta deve essere una replica di un albero naturale in miniatura. Quest'arte è coltivata anche da altre culture come quella cinese pensare o Viatnemite Hon Non Bo.

Dovrebbe simulare i modelli di crescita e gli effetti della gravità sui rami, oltre ai timestamp e alla struttura generale dei rami. Essenzialmente è un'opera d'arte prodotta dall'uomo attraverso cure specializzate.

Bonsai - l'arte giapponese degli alberi in miniatura

Qual è lo scopo del Bonsai?

Gli scopi del bonsai sono principalmente la contemplazione per lo spettatore e il piacevole esercizio di fatica e ingegno per il coltivatore.

A differenza di altre pratiche di coltivazione delle piante, i bonsai non sono destinati alla produzione di cibo o medicine. Invece, la pratica dei bonsai si concentra sulla coltivazione a lungo termine e sulla formazione di uno o più piccoli alberi in un vaso.

La pratica dei bonsai è talvolta confusa con il nanismo, ma il nanismo si riferisce generalmente alla ricerca, scoperta o creazione di piante che sono miniature genetiche permanenti di specie esistenti.

Il nanismo delle piante spesso utilizza l'allevamento selettivo o l'ingegneria genetica per creare cultivar nane. I bonsai non richiedono alberi geneticamente nani, ma dipendono dalla coltivazione di piccoli alberi con ceppo e semi regolari.

I bonsai utilizzano tecniche di coltivazione come la potatura, la riduzione delle radici, l'invasatura, la defogliazione e l'innesto per produrre piccoli alberi che imitano la forma e lo stile di alberi maturi a grandezza naturale.

Qual è l'origine del Bonsai?

Quest'arte è stata praticata per oltre 1000 anni ed è associata a una vasta gamma di rituali, tecniche e termini. Nonostante la forte associazione tra la coltivazione dei bonsai e la cultura giapponese, infatti, i cinesi furono i primi a coltivare alberi e arbusti in vasi di ceramica.

Ci sono prove che, già nel 200 d.C., i cinesi coltivassero piante in vaso (meglio conosciute come Penjing) come parte regolare della loro attività di giardinaggio. La parola bonsai è derivato dal cinese pensare.

L'arte giapponese del bonsai ha avuto origine nella pratica cinese dal VI secolo in poi, funzionari dell'ambasciata imperiale e studenti buddisti dal Giappone hanno visitato e sono tornati dalla Cina continentale. Hanno riportato molte idee e merci cinesi, comprese le piante portacontainer.

Nel corso del tempo, queste piantagioni di contenitori iniziarono ad apparire nella scrittura giapponese e nell'arte figurativa. Nel periodo medievale, bonsai riconoscibili erano raffigurati in dipinti a rullo a mano come l'Ippen shonin eden (1299).

Una stretta relazione tra il buddismo zen giapponese e gli alberi in vaso iniziò a plasmare la reputazione e l'estetica dei bonsai. Durante questo periodo, i monaci buddisti cinesi insegnavano nei monasteri del Giappone.

Una delle attività dei monaci era quella di introdurre i leader politici alle varie arti dei paesaggi in miniatura, come mirabili realizzazioni per uomini di buon gusto e conoscenza. Gli arrangiamenti di questo periodo includevano figure in miniatura alla moda cinese.

Bonsai - l'arte giapponese degli alberi in miniatura

La storia del Bonsai in Giappone

Gli artisti giapponesi alla fine adottarono uno stile più semplice per i bonsai, aumentando l'attenzione sull'albero rimuovendo miniature e altre decorazioni e utilizzando vasi più piccoli e più semplici. Inizia una lunga storia di Bonsai in Giappone.

Intorno al XIV secolo, il termine per alberi nani in vaso era Hachi no Ki [鉢の木] che letteralmente significa albero nella ciotola. Alla fine del XVIII secolo, la coltivazione dei bonsai in Giappone si stava diffondendo e iniziò ad interessare il grande pubblico.

Uno dei più antichi bonsai conosciuti, considerato uno dei tesori nazionali del Giappone, può essere visto nella collezione del Palazzo Imperiale di Tokyo. È un pino a cinque aghi con oltre 500 anni chiamato il Sandai-Shogun-no-Matsu.

In Giappone, dopo il 1800, il bonsai iniziò a passare dall'essere la pratica esoterica di alcuni specialisti a diventare una forma d'arte e un hobby molto popolare. Gli studiosi si sono riuniti all'inizio del XIX secolo per discutere gli stili recenti nell'arte bonsai.

La versione giapponese degli alberi in vaso, precedentemente chiamata hachiue o altri termini, fu ribattezzata bonsai nel 19° secolo.Ci volle quasi un secolo perché questo nome si diffondesse in Giappone e si diffondesse in Occidente.

Dopo la seconda guerra mondiale, diverse tendenze hanno reso la tradizione bonsai giapponese sempre più accessibile al pubblico occidentale e mondiale. Una tendenza importante è stata l'aumento del numero, della portata e dell'importanza delle mostre bonsai.

Cominciarono ad emergere diversi eventi e convegni mondiali, guadagnando spazio e apprezzamento da parte del pubblico occidentale. Una terza tendenza è stata la crescente disponibilità di formazione specializzata in bonsai, seguita da stoccaggio specializzato di piante e componenti.

Bonsai - l'arte giapponese degli alberi in miniatura

Come si coltiva un Bonsai?

Un bonsai viene creato partendo da un campione di materiale di partenza. Può essere una talea, una piantina o un piccolo albero di una specie adatta allo sviluppo dei bonsai. Per coltivare un Bonsai sono note 3 pratiche: 

  • Misho – Cresciuto da seme;
  • Yamadori Cresciuto dalla piantina;
  • alpore – Metodo di riproduzione asessuata delle piante che fa apparire le radici avventizie;

I bonsai possono essere allevati da quasi tutte le specie perenni di alberi o arbusti legnosi che producono veri rami e possono essere coltivati per rimanere piccoli mediante confinamento in vasi con potatura a corona e radice.

Alcune specie sono popolari come bonsai perché hanno caratteristiche, come foglie piccole o aghi, che le rendono adatte al campo visivo compatto del bonsai.

Il campione di origine è modellato per essere relativamente piccolo e per soddisfare gli standard estetici dei bonsai. Quando il bonsai candidato si avvicina alla dimensione finale pianificata, viene piantato in un vaso da esposizione.

Da quel momento in poi, la sua crescita è limitata dall'ambiente della nave. Durante tutto l'anno, i bonsai vengono modellati per limitare la crescita, ridistribuire il vigore delle foglie nelle aree che richiedono un ulteriore sviluppo e soddisfare il disegno dettagliato dell'artista.

Cura dei bonsai

Un bonsai dovrebbe sempre essere potato per il rinnovamento e il ringiovanimento dei rami. Vengono rimossi rami difettosi, mal posizionati o morti, vengono rimosse le aree fogliari meno sane. 

La potatura è fondamentale per i bonsai, stabilire una struttura di base, evitare problemi, bilanciare o deviare le energie (forza) di crescita.

Bonsai - l'arte giapponese degli alberi in miniatura

Tipi, dimensioni e stili dei bonsai

I bonsai possono essere separati per stili, tipi di alberi e dimensioni. Di seguito mostreremo gli stili e le dimensioni più comuni.

Dimensioni dei bonsai

Le mostre e i cataloghi di bonsai giapponesi fanno spesso riferimento alle dimensioni dei singoli esemplari di bonsai. Esistono numerosi stili e tecniche specifici associati a determinate dimensioni.

Tabella reattiva: Ruota il tavolo di lato con il dito >>
bonsai di grandi dimensioni——-——-
Nome comuneClassificazionealtezza dell'albero 
bonsai imperialeotto mani152–203 cm (60–80 pollici)
Hachi-uyesei mani102-152 cm (40-60 pollici)
DaiQuattro mani76-122 cm (30-48 pollici)
omonoQuattro mani76-122 cm (30-48 pollici)
bonsai medio ——-——-
Nome comuneClassificazionealtezza dell'albero 
respiro sibilanteDue mani41-91 cm (16-36 pollici)
guidaDue mani41-91 cm (16-36 pollici)
katade-mochicon una mano25–46 cm (10–18 pollici)
bonsai in miniatura——-——-
Nome comuneClassificazionealtezza dell'albero 
komonocon una mano15-25 cm (6-10 pollici)
shohincon una mano13-20 cm (5-8 pollici)
mammadimensione del palmo5–15 cm (2–6 pollici)
Shitodimensione della punta delle dita5-10 cm (2-4 pollici)
Keshitsubodimensione del seme di papavero3-8 cm (1-3 pollici)

Stili Bonsai

Vedi sotto gli stili Bonsai e cosa hanno in comune:

  • Chokan: Stile formale eretto;
  • Moyogi: Stile eretto informale;
  • Shakan: Stile inclinato;
  • kengai: Stile a cascata;
  • hankengai: Stile semi-cascata;
  • Fukinagashii: ventoso;
  • Hokidashi: stile scopa;
  • Bunjingi: Stile letterario;
  • Takosukuri: stile tentacolo;
  • Nejikan: stile drago;
  • banca: Stile a spirale;
  • Sharimiki: Stile legno morto;
  • Sabamiki: Stile legno morto;
  • Sekijoju: Radice su pietra stile;
  • Ishisuki: stile albero su roccia;
  • Neagari: Stile radici esposte;
  • soju: Stile mamma e bambino;
  • Sokan: Stile a doppio tronco;
  • tosho: Stile a triplo tronco;
  • Kabudashi: Stile tronchi ad incastro;
  • Netsunagari: Stile zattera di avvolgimento;
  • Ikadabuki: Stile zattera dritta;
  • yose eu: Stile forestale;
  • penjing: Stile paesaggistico in miniatura;

Tipi di Bonsai - Alberi

I tipi di alberi utilizzati nei Bonsai sono infiniti, ma abbiamo separato i più conosciuti qui per fare un breve elenco:

  • acer
  • Acerola
  • Mora
  • Arrack
  • Aroeira
  • Azalea
  • Bertholletia excelsa
  • Bouganville
  • cofanetto
  • callistem
  • Carmona (genere)
  • ciliegio
  • Signora della notte
  • Eugenetica
  • Falso galateo
  • Ficus
  • gambero
  • Ilex
  • Ipe
  • Jabuticaba
  • lantana
  • Ligustro
  • albero di mele
  • malpighia
  • Nandina
  • Paineira
  • pau-mulatto
  • Pistacchio
  • pitangueira
  • Reseda
  • Melograno
  • Scheffler
  • serissa
  • tassodio
  • Ulmus

Guida alla cura dei bonsai

Quindi vuoi imparare la cura dei bonsai o persino creare il tuo bonsai interamente da zero? Sappi che sei sul Sentiero e nel posto Giusto perché ciò accada!

La guida alla cura dei bonsai – È un E-BOOK digitale con più di 50 fogli di puro contenuto esplicativo che ti insegnerà passo dopo passo come realizzare il tuo primo bonsai, anche se non l'hai mai fatto prima!

Inoltre, guadagnerai ancora altri 4 BONUS esclusivi per E-BOOK digitali che completeranno i tuoi studi sui Bonsai e ti insegneranno anche come guadagnare con la coltivazione dei bonsai...

Cosa imparerai?

  • STORIA DEL BONSAI
  • COME ORGANIZZARE!
  • STILIZZAZIONE E FORMATTAZIONE TAZZA!
  • SPECIE ADATTO!
  • COME MANTENERE IN SALUTE!
  • PARASSITI E MALATTIE!
  • STRUMENTI DI CUI HAI BISOGNO!
  • POTATURA DI MANTENIMENTO!
  • POTATURA RADICALE E RAMO DI SACRIFICIO!
  • COME FARE UN BONSAI!
  • POTATURA DI MANTENIMENTO!
  • QUANDO E COME IRRIGARE E FERTILIZZARE!

COME LASCIARE IL BONSAI STORTO – Questa guida ti guiderà come modellare i rami, lasciandoli piegati in modo naturale e perfetti per l'arte della rete metallica! Il concatenamento è una tecnica cruciale per l'addestramento e lo styling dei Bonsai.

TIPI DI CONCIMI PER BONSAI – Qui troverai alcuni tipi di fertilizzanti per rafforzare i tuoi Bonsai e renderli più belli. E preziosi consigli!

COME MONETIZZARE LA COLTIVAZIONE DI BONSAI – Coltivare Bonsai fa bene alla salute fisica e mentale. Attira anche molta attenzione. In questa guida ti insegnerò come monetizzare la tua coltivazione di bonsai e guadagnare denaro extra.

COME INTRAPRENDERE CON BONSAI – Questa guida è una versione esclusiva, sentiti privilegiato di ricevere questa guida per imprenditori bonsai completamente gratuita come IL NOSTRO BONUS PER TE!

Condividi questo articolo: