Kaidan – Storie dell'orrore giapponesi

Kaidan o storie dell'orrore giapponese, questo può essere un argomento molto interessante da discutere. Dopotutto, le storie dell'orrore fanno parte della vita di chiunque, specialmente durante l'infanzia. Ma in Giappone, Kaidan non ha lo scopo di spaventare o spaventare le persone, ma un altro scopo. Curioso non è vero?

Le storie dell'orrore esistono in ogni paese, che sia una cosa buona o cattiva. Alcuni hanno lo scopo di un bene più grande, mettere paura nei bambini affinché non disubbidiscano ai genitori è un esempio. Altri sono concentrati sul fare soldi, che è il mercato cinematografico di oggi.

Kaidan - Le storie dell'orrore giapponese

Nella cultura di ogni popolo, è normale che le storie dell'orrore siano associate alle religioni. Lucifero è un esempio della personificazione del male nelle religioni cristiane. Proprio come Ragnarök è l'evento che porterà caos e distruzione, secondo la mitologia norrena.

Annuncio

Insieme a queste storie dell'orrore, ci sono leggende metropolitane che sono anche un genere specifico all'interno dell'horror. Le leggende metropolitane sono iniziate molto tempo fa, i racconti dei fratelli Grimm sono stati i primi ad essere trasmessi in Europa e poi nel mondo.

Kaidan – Alcune informazioni utili

Mentre nella nostra cultura occidentale, i racconti dell'orrore hanno un solo formato, ad eccezione del leggende metropolitane che hanno un nome proprio – I racconti dell'orrore giapponesi hanno un nome definito: kaidano.

Sebbene molto confuso, il termine non dovrebbe essere usato per riferirsi al j-horror, né ai tradizionali racconti occidentali. Il termine kaidano, in giapponese, si scrive con il kanji: kai e dannazione. Kai significa misterioso o raro e dannazione significa narrazione parlata o recitata.

Annuncio
Kaidan – le storie dell'orrore giapponesi

Alcuni film come squillo (1998) non è un esempio di kaidano. Per quale ragione? Semplice, il film non è altro che un adattamento cinematografico di un libro dell'orrore. Nel caso non lo sapessi, è lui l'ispirazione per i registi di “La chiamata", come è noto qui in Brasile.

A differenza delle storie occidentali, il genere non ha lo scopo di spaventare le persone o di spaventarle. L'intenzione è quella di raccontare cose strane e accadute una volta, che può capitare di essere qualcosa di orribile.

Annuncio

Kaidan nella cultura giapponese

Kaidano è uno dei generi che sono sopravvissuti in Giappone durante i primi anni della storia letteraria giapponese. Fu durante il periodo Edo che ci fu il più grande apprezzamento dell'arte e della cultura giapponese nella storia del Giappone.

Kaidan - Le storie dell'orrore giapponese

Un esempio di una storia del genere è il “La villa dei piatti a Bancho”. La storia si svolge molto tempo fa e ritrae la morte – ingiusta – di un servo, che ritorna sotto forma di fantasma – o yurei come viene chiamato il fantasma in Giappone: perseguitare i vivi. In altre parole, sono storie molto comuni, ma con significati diversi.

Tuttavia, nonostante siano storie con trame note, anche prevedibili, quello che c'è dietro è più grande di quello. La stragrande maggioranza dei giapponesi segue il buddismo, questo influenza gli elementi ritratti nella trama di kaidano.

Annuncio

I buddisti credono molto in quello che chiamano il karma. Sarebbe sostanzialmente un'analogia con la legge di causa ed effetto: per ogni azione c'è un frutto e c'è un risultato. Questo concetto è il fondamento del Buddismo. E questo frutto, o risultato, si riflette nella vita presente o nell'aldilà.

Quando il racconto coinvolge i fantasmi, la possibilità di leggere qualcosa sulla vendetta è enorme. C'è una credenza giapponese che yurei esistono a causa del sentimento di vendetta presente nel corpo.

Conosci qualche Kaidan?

Prima di concludere, è interessante notare che i racconti di stile kaidano hanno riferimenti all'elemento acqua. Perché nella credenza giapponese, l'acqua è la strada per gli inferi.

Comunque, anche Kaidan fa parte di un tipo di gioco giapponese. Il gioco è sostanzialmente dello stesso tipo di quelli di evocazione di spiriti e demoni o qualcosa di simile qui in occidente. Dove devi fare una specie di rituale per giocare. Non entro nei dettagli perché sarebbe inutile.

Sfortunatamente non mettiamo nessun Kaidan qui nell'articolo, ma se ne conosci uno, mettilo nei commenti, sarebbe interessante. E, naturalmente, non dimenticare di condividere l'articolo e il sito web sui social media.