Wakou – I pirati giapponesi

Quando sentiamo il nome ''pirata'', ci viene in mente un uomo con la barba che possiede una nave, una benda sull'occhio, una gamba di legno e una spada, giusto?! Ma lo sapevi che esistono anche i pirati giapponesi?

sveglia (倭寇) è il termine giapponese per i pirati che potrebbero anche essere conosciuti come a ronin (samurai senza signore). Il significato letterale del termine è "banditi del paese di Wa" (Wa è il nome registrato più antico del Giappone).

 Questi pirati o fuorilegge attaccarono le coste della Cina e della Corea durante il XIII secolo. Erano generalmente legati al contrabbando. 

Come sono nati i pirati giapponesi?

Dopo aver perso il loro padre, alcuni ronin sono diventati itineranti. Perché sanno combattere hanno causato molti problemi soprattutto in Cina e Corea.

Durante quello che può essere conosciuto come il feudalesimo giapponese, questi pirati terrorizzavano parte dell'Asia con furti e contrabbando.

Non è chiaro quando siano apparsi per la prima volta, ma hanno guadagnato forza intorno al XIV secolo, poiché in questo momento la Cina e la Corea hanno iniziato a segnalare più invasioni da parte di questo gruppo.

Nell'anno 1405, il terzo shogun del Shogunato Ashikaga, Ashikaga Yoshimitsu catturò alcuni di questi pirati e li mandò in Cina e finì per essere severamente punito. Furono gettati vivi in enormi calderoni di acqua bollente.

Wakou - i pirati giapponesi
Wakou - I pirati giapponesi

Storia dei pirati giapponesi

I pirati erano il terrore dei sette mari, rubavano navi agli imperi, saccheggiavano molte città ed erano temuti. E hanno approfittato delle opportunità per impegnarsi in un contrabbando di alto valore. Questo era comune durante la dinastia Ming in Cina. 

Durante questo periodo, la preoccupazione principale era rafforzare il paese, motivo per cui hanno sospeso il commercio estero. Quindi il commercio legale è stato vietato principalmente sulla costa occidentale.

Dopo queste divisioni commerciali in Cina, i pirati cinesi e giapponesi iniziarono a mescolarsi. 

Sono diventati popolari anche perché alcune persone, persino leader di governo, hanno pagato questi gruppi per ottenere determinati beni illegalmente.

I pirati non sono rimasti in regioni specifiche, sono andati da un paese all'altro a seconda di quale fosse più vantaggioso. Mentre i wakou venivano perseguitati, andarono nelle Filippine e si stabilirono nella città di Parri.

Ma intorno al 1852 le loro attività cessarono quando gli spagnoli invasero il luogo. 

Wakou - i pirati giapponesi
Wakou - I pirati giapponesi

Pirati ritratti negli anime

Sicuramente l'anime non poteva essere tralasciato nella rappresentazione dei pirati! Il più popolare è One Piece. 

Nella storia, il protagonista Rufy naviga con la sua ciurma con l'obiettivo di trovare un tesoro chiamato One Piece che possa renderlo il nuovo re dei pirati.

Rufy ha iniziato il suo viaggio da solo, ma ha finito per cercare persone molto diverse per far parte dei Pirati di Cappello di Paglia.

È interessante notare che la maggior parte dei personaggi dell'anime sono ispirati a pirati della vita reale e persino a celebrità.

Wakou - i pirati giapponesi
Wakou - I pirati giapponesi

Personaggi di One Piece basati sui pirati

– Maresciallo D. Teach, noto come Barbanera, è l'ammiraglio dei Pirati di Barbanera e membro degli Yonkou. 

La sua ispirazione proveniva dal pirata inglese Edward Teach. Ha navigato attraverso le acque dei Caraibi e la costa orientale delle colonie americane. 

Ha ottenuto questo soprannome a causa della folta barba scura che aveva. 

Wakou - i pirati giapponesi
Wakou - I pirati giapponesi

– Gioielli Bonney è ispirato da un pirata irlandese contemporaneamente a Barbanera, Anne Bonny. 

Bonny in seguito fu coinvolta con John Rackham, famoso per la sua bandiera nera con un teschio e due spade. Anne combatteva vestendosi da uomo, indossava una pistola e una spada ed era considerata molto pericolosa.

Wakou - i pirati giapponesi
Wakou - I pirati giapponesi

– Bartolomeo Kuma, è stato ispirato dal pirata gallese Bartholomew Roberts. Questo pirata ha navigato al largo delle coste delle Americhe e dell'Africa occidentale.

 Kuma era considerato il pirata di maggior successo dell'età d'oro della pirateria, quindi la morte di Bartolomeo fu segnata come la fine dell'età d'oro della pirateria nelle Americhe.

Wakou - i pirati giapponesi
Wakou - I pirati giapponesi

– Eustass "Capitano" Kid è stato ispirato da William Kid noto come Captain Kidd. Era un comandante di nave scozzese che ricevette ordini dall'Inghilterra per controllare la pirateria francese nella regione del Madagascar.

Alla fine, Kidd è diventato un pirata ed è stato eletto capitano dalla sua ciurma. 

Wakou - i pirati giapponesi
Wakou - I pirati giapponesi

- Supporto è un pirata che comanda l'equipaggio di Pirates On Air e si ispira al pirata Chui A-poo della vita reale.

Chui A-poo era un pirata cinese del XIX secolo che comandava una flotta nel Mar Cinese Meridionale. Divenne uno dei pirati più famosi dell'epoca. Nel 1849, la sua flotta fu distrutta da navi da guerra britanniche e cinesi.

Wakou - i pirati giapponesi
Wakou - I pirati giapponesi

Basil Hawkins noto anche come "The Mage" è il capitano dei Pirates Hawkins. Il suo nome ha avuto due ispirazioni: Basil Ringrose e John Hawkins.

Basil Ringrose era un pirata inglese proveniente dal porto dei Caraibi.

Già John Hawkins era un commerciante di schiavi inglese, navale e amministratore. Era un generale della propria flotta di navi e di quelle della Royal Navy britannica. 

Wakou - I pirati giapponesi

pirati spaziali

I pirati spaziali sono una rabbia anche in Giappone e hanno un posto speciale in questa categoria, no?! Ne cito solo due, qui sul sito potete trovare altri suggerimenti per anime con pirati per te alla maratona! 

Squadra pirata Gokaiger: questo anime è dal 2011 al 2012 e il loro stile mi ricorda molto i Power Ranger! Questo gruppo di pirati spaziali arriva sulla Terra alla ricerca del più grande tesoro dell'Universo. 

Questa serie commemora i 35 anni di Super Sentai in Giappone e ogni anno lanciano una nuova stagione con personaggi diversi. Usano armi ispirate ai classici pirati, con la garrucha (antica pistola) e la scimitarra (spada ricurva). 

Wakou - i pirati giapponesi
Wakou - I pirati giapponesi

– Capitan Harlock: Questa serie è un po' futuristica e racconta il momento in cui la Terra è in conflitto con molti altri pianeti. Il capitano Harlock e il suo equipaggio sono determinati a combattere gli oppressori del pianeta terra.

Captain Harlock ha anche una versione cinematografica in 3D pubblicata nel 2013 in Giappone e quella serie ha avuto una grande influenza sulla cultura pop.

Wakou - i pirati giapponesi
Wakou - I pirati giapponesi

Condividi questo articolo: