Zengin – Sistema di pagamento istantaneo in Giappone

[ADS] Pubblicità

Zengin può essere spiegato in un modo semplice come il "Pix" che conosciamo oggi. Il pagamento in tempo reale ha superato le barriere nel mondo e i paesi asiatici non sono da meno. Più di 50 paesi in tutto il mondo hanno aderito a questa forma di movimento finanziario.

Il Giappone è stato il primo paese a offrire pagamenti tramite Zengin. Creato nel 1973, Zengin è un sistema che trasmette bonifici domestici, che consente di collegare le banche online e rilasciare fondi dopo le transazioni. Zengin copre quasi tutte le banche private in Giappone.

Nell'anno 2008, il Regno Unito ha introdotto Faster Payment Services. Due anni dopo, è stato il turno di Cina e India di lanciare i propri sistemi. L'India si è classificata come leader globale quando si tratta di pagamenti rapidi. La Unified Payments Interface (UPI) ha rappresentato 1,2 miliardi di transazioni nel solo novembre 2019. Ciò ha contribuito a spostare il Prodotto Interno Lordo (PIL) dall'India su 19%. Con l'attuazione dell'UPI, è stato possibile democratizzare più pagamenti nel Paese al fine di facilitare i processi di trasferimento e ridurre il numero di persone che hanno rinunciato a utilizzare le banche tradizionali per svolgere operazioni finanziarie – dette unbanked.

Zengin - sistema di pagamento istantaneo in Giappone

Zengin

Nonostante il Giappone sia un pioniere nel mondo dell'agilità delle transazioni, Zengin non ha molta penetrazione nel mercato del paese. Secondo il sito web dell'Instituto Propague, solo 3% delle transazioni nel paese nel 2021 sono di questo tipo di strumento. Tuttavia, per quanto riguarda il numero di operazioni, la partecipazione è più presente. Nel 2021 sono stati effettuati in tempo reale 89.6% di pagamenti. La tendenza è che entro il 2026 il valore raggiungerà 90.8%, secondo l'ACI.

Il motivo della scarsa adozione di Zengin è che le istituzioni finanziarie tradizionali sono le uniche in grado di fornire queste forme di pagamento. Tale restrizione impedisce alla fintech (tecnologia finanziaria) di entrare in questo tipo di sistema.

Zengin - sistema di pagamento istantaneo in Giappone

Cina

IL La Cina è il secondo paese al mondo per avere un grande volume di transazioni più veloci. Nel 2021 sono state effettuate 18,5 miliardi di transazioni. ACI sottolinea inoltre che c'è stata una riduzione dei costi di US$15,4 miliardi per le aziende e i consumatori nel paese. Entro il 2026, l'aspettativa è di 31,3 miliardi di transazioni in questo modo.

Tenendo conto delle transazioni totali, 5.7% è istantaneo e 9.5% rappresenta l'importo totale speso. In media, l'80% della popolazione adulta ha portafogli digitali e li utilizza abitualmente attraverso il sistema cashless: tecnologia senza la necessità di "contanti" per funzionare, non è necessaria nemmeno una carta di credito o di debito.

Hong Kong

Viene utilizzato il sistema di pagamento più veloce (FPS). Hong Kong dal 2018. Nel 2021 sono stati effettuati 261 milioni di pagamenti in tempo reale, questo importo corrisponde a 7,3% del totale delle transazioni e 16,8% del totale delle transazioni. Per l'ACI, nel 2026 le percentuali potrebbero balzare a 22.8% e 27.7%.

A Hong Kong la maggior parte della popolazione acquista acquisti di valore più alto come immobili e automobili, quindi la quantità di transazioni utilizzate è inferiore solo a valori elevati.

fintech giapponesi

Il sito fintech.com.br ha elencato le fintech giapponesi più popolari.

Monete Giapponesi - Conoscere lo Yen e la sua Storia

BitFlyer

Conosciuta come la più grande società di scambio di criptovalute al mondo per il suo volume di transazioni – circa $250 miliardi di dollari all'anno – bitFlyer offre anche un'API che consente ai clienti di accedere e controllare i propri account. Dalla sua fondazione, questa fintech ha guadagnato più di 2 milioni di utenti, espandendosi negli Stati Uniti e in Europa.

Con sede a Tokyo, bitFlyer gestisce anche uno dei più grandi scambi di criptovalute al mondo e sviluppa altre tecnologie relative alla crittografia in generale.

  • Fondato nel: 2014
  • Fondatore: Yuzo Kano

foglio

Questa fintech asiatica offre un servizio di intermediazione online, specializzato in investimenti. Inoltre, Folio ha anche realizzato una piattaforma che consente agli utenti di gestire tutte le proprie risorse attraverso la guida di un robot.

  • Fondato nel: 2015
  • Fondatore: Shinichiro Kai

Un tocco ACQUISTA

One Tap BUY, che fa parte di PayPay, è specializzato in servizi relativi a investimenti finanziari. Questa fintech ha creato un'app mobile che consente agli utenti di scegliere e acquistare facilmente azioni quotate negli Stati Uniti e fondi quotati giapponesi, piuttosto che utilizzare piattaforme convenzionali. Inoltre, è supportato da SoftBank, Mizuho e altri grandi marchi.

  • Fondato nel: 2013
  • Fondatore: Hayashi Kazuhito

Origami

Operando in più di 20.000 località in Giappone, Origami offre un servizio che consente agli utenti di pagare con il proprio smartphone semplicemente scansionando il Codici QR registrati. Il denaro viene addebitato direttamente sul conto bancario o sulla carta di credito. Questa fintech asiatica sta guadagnando terreno anche in Cina, Taiwan e nel sud-est asiatico. 

  • Fondato nel: 2012
  • Fondatori: Uemura Toshiyuki e Yoshiki Yasui

Condividi questo articolo: