La difficoltà e la mancanza di informazioni sui visti turistici per il Giappone

[ADS] Pubblicità

Vuoi ottenere un visto turistico per visitare il Giappone? Quindi devi leggere questo articolo per essere preparato senza dover sopportare la confusione causata dalle ambasciate e dai consolati giapponesi in Brasile. Perché nonostante sia qualcosa di giapponese, la burocrazia e la mancanza di informazioni sono gigantesche come in Brasile.

Il mio obiettivo non è criticare o dire cose sulla mia idea. Voglio solo condividere la mia esperienza e la delusione di essere brasiliano e la burocrazia e la confusione che ho dovuto affrontare. Non voglio criticare nessuno, anche perché in ambasciata ero ben frequentato da tutti, e anche il consolato SP mi ha risposto, quindi non posso che ringraziarvi!

Se hai intenzione di visitare il Giappone per un massimo di 1 mese, le cose saranno facili, soprattutto se non vivi nella regione del Midwest dove la giurisdizione è nell'Ambasciata del Giappone a Brasilia (sono più rigorose). Prendi e basta tutti i documenti richiesti e avendo più di 15mila sul conto puoi ottenere il visto senza problemi.

Il visto per il mio viaggio nel 2016 è stata una delle cose più facili che abbia mai fatto. Nonostante dovessi uscire un paio di volte dall'ambasciata per stampare i documenti che mi erano stati richiesti in quel momento e cambiare il mio itinerario per meno giorni, perché secondo loro 12.000 non erano sufficienti per un visto di 30 giorni, ho fatto un itinerario di 17 giorni e guadagnato 30 giorni, vai a capire?

Ed è inutile dire che farai 10.000 il mese prossimo, perché non lo prenderanno in considerazione. Forse se hai uno stipendio e un contratto formale, ma lavoro online da solo, allora è difficile dimostrare di avere un reddito mensile fisso (e non ho davvero nulla di fisso lol).

Il problema è nel 2018, dove sto cercando di ottenere un visto di 90 giorni per uscire il più possibile dal Giappone, dato che un mese passa troppo velocemente. Ciò che mi fa arrabbiare è la burocrazia che i brasiliani devono affrontare per questo, poiché i giapponesi trovano facile vivere o visitare il Brasile. Sembra che i brasiliani si scheggino solo nella vita, soprattutto perché:

Gli europei possono rimanere fino a 90 giorni in Giappone senza visto e i britannici possono rimanere fino a 6 mesi senza visto. è brasiliano? Si è scheggiato!

Le informazioni contenute nel sito web dell'ambasciata

Nel 2016, quando sono andato a ottenere il visto, le informazioni sul sito Web erano corrette e carine, ma a un certo punto nel 2017 hanno preso alcune informazioni dal sito Web dell'ambasciata giapponese che dice la necessità di prenotazioni alberghiere e voucher bancari e estratti conto . Anche se non lo stai chiedendo, non dimenticare di portarli.

Questo mi ha portato a pensare che il visto fosse più facile, quindi ho preso solo i documenti richiesti in modo che al mio arrivo sarei stato costretto a correre dietro alle lan-house e alle banche di Itau che distano più di 2 km dall'ambasciata giapponese a Brasilia. Vivo a 100 km dall'ambasciata, e sono dovuto tornare a casa senza chiedere il visto, ora immagina chi vive in un altro stato?

Credo che chiarire tutti i dubbi che le persone hanno riguardo al visto in qualche pagina specifica del sito ridurrebbe tutto il lavoro che hanno per rispondere alle e-mail e rispondere ai telefoni. Basta modificare tutte le domande ricevute e con risposta e inserire una pagina delle FAQ.

Lo sapevi che anche argentini, cileni e uruguaiani non hanno bisogno del visto per visitare il Giappone?

Differenze tra consolati e ambasciata del Giappone

Per qualche ragione, ci sono differenze nei documenti richiesti dalle ambasciate a Brasilia e dai consolati a San Paolo, Rio e altre regioni del Brasile. Ad esempio, il consolato di San Paolo ha detto che posso inviare i documenti di visita di amici e parenti via e-mail o fax, mentre l'ambasciata a Brasilia apparentemente accetta solo documenti ricevuti per posta.

In altre parole, visto che vivo nel Midwest, devo aspettare mesi prima che arrivi una lettera per ottenere il visto? Nel frattempo, possono verificarsi molti cambiamenti nei piani, come la data del viaggio, la durata del viaggio, ecc. Non riesco a capire perché San Paolo accetti la stampa e l'e-mail, ma Brasilia no. Anche perché la signora dell'ambasciata ha commentato che i visti sono approvati da qualcuno di San Paolo (ricordo). Santa logica!

Senza contare che lo stesso modulo di viaggio dice che non ho bisogno di un garante se devo pagare le spese, ma per visitare amici e parenti l'ambasciata chiede tutta la documentazione e una lettera di garanzia che obbliga la persona dal Giappone essere responsabile per me, cosa che a quanto pare non accade in altri consolati in Giappone.

La difficoltà e la mancanza di informazioni sui visti turistici per il Giappone

La confusione dell'imposta sul reddito

Sono MEI (Individual Micro Entrepreneur) e fondamentalmente non ho bisogno di dichiarare IR (Income Tax), ma lo faccio ogni anno solo per ottenere un visto, che richiede necessariamente IR, qualcosa che penso sia totalmente ingiusto per coloro che non 't.dichiarare (altrimenti dovrai essere un dipendente).

Il grosso problema è che ho appena messo l'importo totale ricevuto nel mio CNPJ diviso tra reddito imponibile e reddito non imponibile. Poi la signora dell'ambasciata ha detto che la mia imposta sul reddito non è molto dettagliata e non mi ha fatto provare a richiedere un visto di 90 giorni, che mi ha fatto tornare a casa mia a 100 chilometri di distanza, indignato!

Questo mi sta costringendo a rettificare la mia imposta sul reddito per vedere se posso inserire qualche dettaglio in più, qualcosa di molto complicato. Dovrò anche aspettare che cadano dei soldi, visto che non vanno con il mio estratto conto. Se hai intenzione di rimanere in Giappone per 3 mesi, hai almeno 50 mila nel tuo account e potresti trovarlo ancora insufficiente.

Ciò che mi fa più indignare è perché l'imposta sul reddito dell'anno scorso riflette i miei guadagni di quest'anno? Non ha niente a che vedere con quello che ho vinto l'anno scorso con il 2018...

Prossimo tentativo di ottenere un visto turistico per il Giappone

Cercherò ancora una volta di ottenere un visto per viaggiare per almeno 60 giorni, questa volta rettificherò la mia imposta sul reddito e prenderò tutta la mia documentazione MEI e alcuni estratti e documenti extra per dimostrare che sono in grado di cavarmela in Giappone. per una lettera di invito, ma sembra che l'ambasciata giapponese a Brasilia accetti solo via mail...

La cosa brutta è il dollaro alto, il prezzo dei biglietti. Se non accettano il mio visto di 90 giorni entro la fine di settembre, dovrò rimandare il mio viaggio a marzo del prossimo anno. Sono una persona ansiosa e per allora morirò... non ho altro da dire se non: è triste essere brasiliani ed essere poveri... vorrei che qualcuno venisse a sponsorizzarmi.

Condividi questo articolo: