Tre vecchi giochi giapponesi che hanno segnato l'infanzia – e che hanno ancora successo

Ah, l'infanzia... Quell'età dell'oro (o non sempre) quando tornavamo a casa da scuola e guardavamo i cartoni nel tardo pomeriggio, e il cui problema più grande era chi preferiva Toddynho a Nescau o viceversa.

Ma l'infanzia ha avuto anche dei bei momenti per i giochi che oggi forse, pur essendo dei classici, sarebbero considerati Vintage ▾ e forse non lo sai nemmeno. Con la tecnologia e i videogiochi più avanzati (e con l'aiuto di internet) è facilissimo lasciarsi abbagliare dai giochi estremamente realistici e dalle ultime uscite disponibili su Xbox, PS4, oppure, se hai un computer o uno smartphone, basta giocare online su siti Web che offrono opzioni per questo.

Tre vecchi giochi giapponesi che hanno segnato l'infanzia – e che hanno ancora successo
Controllo PS4 – Pixabay

Al giorno d'oggi ci sono diversi contorni di questi giochi, tra cui molte persone hanno trasformato la passione in affari; ci sono molte possibilità, dal giocare arcade online scommettendo su siti come quelli recensiti nei Casinò Compara – qualcosa di grosso sia in Brasile che in Giappone -, alla vendita di diverse bambole dei tuoi personaggi preferiti sia su internet che nei negozi fisici – il famosi negozi "geek" o partecipa a concorsi di anime con premi interessanti.

È fantastico che i tempi cambino, ma stiamo parlando di un'epoca in cui queste opzioni non esistevano e la cosa moderna era avere un Master System – o un Nintendo (sicuramente non quello che conosciamo oggi), ma era ancora più comune andare dietro l'angolo per giocare alla sala giochi.

Anche se abbiamo molte novità in questi giorni, abbiamo deciso di elencare i classici giapponesi che sono sopravvissuti ai cambiamenti e che sembra che ascolteremo ancora per molto tempo a venire. Nonostante la lista sia lunga, ne abbiamo scelte solo tre, altrimenti ci staremmo per giorni. Sono loro:

1. Super Mario Bros.

Tre vecchi giochi giapponesi che hanno segnato l'infanzia – e che hanno ancora successo
Mario Action Figures – Pixabay

Come non iniziare questa lista di Mario Bros? Successo assoluto, il personaggio sarebbe inizialmente un falegname, ma per l'associazione fatta con i tubi entrava e usciva, Mario divenne poi un idraulico italo-americano – la storia sarebbe stata ancora più elaborata in seguito. Mario è stato un successo assoluto oltre a diventare il videogioco più venduto per quasi tre decenni, avendo venduto oltre 184 milioni di copie!

2. La leggenda di Zelda: Ocarina Of Time (1998)

Anche Legend of Zelda ha segnato una generazione; un mix di fantasy, avventura e altri elementi, a volte aveva trame e sovrapproduzioni piuttosto complesse, ma questo era il motivo per cui era così apprezzato. Quello che stiamo citando non è stato il primo gioco della serie (lanciato nel 1986), ma è stata una pietra miliare per i giochi 3D ed è ancora uno dei più grandi giochi al mondo. Una curiosità è che il gioco è stato rilasciato quasi insieme a Super Mario 64, ed entrambi hanno superato i loro predecessori.

3. Pac-man

Tre vecchi giochi giapponesi che hanno segnato l'infanzia – e che hanno ancora successo
Vecchia Console con Pacman – Pixabay

Sì! Non esiste un classico più root di Pac-man. Il gioco è molto semplice: mangia i puntini e non farti raggiungere dai fantasmi. Il creatore del gioco, Toru Iwatani, ha detto che l'idea è nata quando ha deciso di mangiare una pizza intera e quando ha rimosso la prima fetta, la forma della pizza lo ha ispirato. Pac-man divenne così popolare nelle sale giochi che all'epoca furono create anche competizioni tra i migliori giocatori.

Nel 2010, Google ha reso omaggio al gioco per i suoi 30 anni (ma già?!), creando uno scarabocchio del divertente personaggio. La cosa più divertente è che in seguito è stato riferito che molti i dipendenti stavano procrastinando al lavoro, giocando su Google, ma poiché era Google, le aziende non potevano bloccarlo. Complessivamente, le società hanno registrato perdite fino a R$300 milioni a causa delle partite giocate dai dipendenti durante l'orario di lavoro. Degno di nota!

Condividi questo articolo: