6 curiosità sui ciliegi in Giappone   

Sakura (桜) significa letteralmente ciliegio ed è uno dei principali simboli della cultura giapponese.  Esistono più di 600 tipi di Sakura diffusi in tutto il Giappone, con fiori rosa, bianchi, giallastri e con forme diverse.  

Jugatsuzakura (十月桜) significa letteralmente sakura di ottobre, una varietà che fiorisce in autunno e in inverno con fiori piccoli e radi che combinano i colori dell'autunno con la neve. 

I samurai erano associati ai ciliegi, a causa del loro breve periodo di fioritura, rappresentando così la breve vita di molti samurai sul campo di battaglia. 

C'è una Sakura di 2000 anni chiamata Jindai Zakura (神代桜) con più di 10 metri di altezza e 13 di circonferenza alla radice.  Le leggende sostengono che sia stato piantato dall'imperatore Takeru no Mikoto.

Il fiore di ciliegio indica la bellezza femminile e simboleggia l'amore, la felicità, il rinnovamento e la speranza.  Il compromesso dei fiori, la loro estrema bellezza e la rapida morte, era spesso associato alla mortalità. 

Il nome Sakura è uno dei più popolari tra le ragazze in Giappone (5° posto).   - L'ideogramma di Sakura può riferirsi a un fiore, un frutto o un ciliegio.

Durante la seconda guerra mondiale furono usati nelle pubblicità per ispirare lo "spirito giapponese", principalmente a causa della loro relazione con i Samurai.