Il Giappone aiuta gli stranieri? Siamo schiavi?

Pensi che il Giappone sia cattivo? Che il Giappone non aiuta nessuno? Che sei uno schiavo qui? Queste erano le domande che Leandro Neves di Afodeks TV fatto in un Live che mi ha suscitato molto interesse nello scrivere questo articolo.

Prima di tutto, voglio chiarire che non esiste un paese perfetto. Tuttavia, ho visto molti commenti negativi presenti su questioni positive. È come se la persona sapesse solo lamentarsi della vita senza avere alcuna gioia. La comunità brasiliana in Giappone sembra disunita, non c'è da stupirsi, viviamo nella generazione mimimi, dove le persone sanno solo lamentarsi e non si accontentano di nulla. In questo articolo vorrei affrontare alcuni problemi e riscrivere i commenti accaduti su questa Live avvenuta su Facebook. Vale la pena chiarire che le parole di questo articolo non sono mie, lo sto solo riscrivendo e spero che non ti offendi. Il video in diretta si trova alla fine dell'articolo!

Tutti gli stranieri legali che pagano le tasse correttamente hanno i loro diritti. Sta a te perseguire i tuoi benefici e diritti. Dire che il governo giapponese non aiuta nessuno è così poco brillante. Il Giappone offre molto aiuto! Ma chi vuole diritti ha dei doveri! Alcuni finiscono addirittura per essere danneggiati dagli appaltatori, non lasciare che ciò accada! Corri per i tuoi diritti!

Il Giappone aiuta gli stranieri? Siamo schiavi?

Il Giappone aiuta gli stranieri

Durante Live, alcune persone commenteranno le loro esperienze positive in Giappone Pensare alle cose belle è un grande passo verso una vita felice.

Alessandra Mitani: Mio figlio è nato prematuro, ha trascorso 6 mesi in ospedale e quando è stato dimesso ha dovuto passare 2 anni usando un pallone ad ossigeno. Non ho mai pagato nulla, ho ricevuto 2 carri DGE che erano in camera da letto e 6 piccoli per la locomozione. Ha anche ricevuto aiuto con la benzina da portare dal dottore ogni settimana.

Le sole spese ospedaliere di mio figlio ammontavano a 9 milioni di yen e non ho mai dovuto pagare. Il governo ha dato i pannolini, il latte all'ospedale e poi lo ha inviato a casa mia mensilmente. Ho passato 2 anni a ricevere aiuto per il latte fino allo scorso febbraio, quando ha finito il chugakko.

Guadagno molto bene, ho privilegi di fabbrica e lavoro molto negli appaltatori giapponesi nei fine settimana. Sono trattato come un nativo, non sono mai stato discriminato, ho studiato diritto del lavoro e conosco i miei diritti e doveri. Vedo che la maggior parte di coloro che si lamentano non parlano giapponese e stanno aspettando così tanti per risolvere i loro problemi e non preoccuparti di imparare la lingua.

Il Giappone aiuta gli stranieri? Siamo schiavi?

Deborah Okamoto: Ad oggi ricevo un pallone ad ossigeno e ho la macchina a casa. L'operazione di mia figlia è costata 20 milioni di yen, se fossi in Brasile dubito che sarei in grado di pagare. Hanno pagato tutto e guarda che mio marito è giapponese e ha condizioni economiche. Amo questo paese, te ne sono grato.

Thiago de Oliveira: Ho un amico che ha avuto un incidente in moto andando al lavoro, e purtroppo ha perso un braccio. Oltre a guadagnare il TFR, riceverà una pensione di 250.000 yen al mese per il resto della sua vita anche se lascia il Giappone.

Durante la diretta ho sentito brevemente di persone che guadagnano anche riso, e di una ragazza che ne prende 7.000 da biglietto per taxi all'anno.

Schiavi in Giappone?

Alcuni brasiliani hanno il coraggio di dire che sono ridotti in schiavitù in Giappone.Ci sono quasi 200.000 brasiliani in Giappone, sono ridotti in schiavitù con un Ipad? Macchina? In viaggio verso la Disney? Shopping? Barbecue ogni settimana? Acquistare macbook? La schiavitù è lavorare per un piatto di cibo ed essere frustata! Gli schiavi non vanno agli Universal Studios di Osaka!

Il Giappone aiuta gli stranieri? Siamo schiavi?

Ci sono persone che vanno in bicicletta che sono più grate di alcune persone che hanno tutto, che allattano sempre ma si lamentano della pancia piena. Sei arrabbiato perché sei schiavo all'interno di un Saizeriya? Dentro un MacDonald? In effetti per tutta la mia vita non ho mai mangiato in un MacDonald in Brasile, ho avuto solo la possibilità di mangiare in uno in Giappone.

Tu che sei in Giappone a stomaco pieno e sei abituato a lamentarti e a fare lo schiavo! Svegliati! Devi ringraziare per l'opportunità di entrare in Giappone! Quanti vogliono lasciare il Brasile e non possono? Se al Giappone non importasse di te, non otterrebbe nemmeno un visto. Hai davvero tutto il diritto di lamentarti del luogo in cui vivi, ma che bisogno c'è? C'è un'enorme differenza tra lamentarsi del posto o rincorrere i diritti, che è l'argomento principale che alcuni usano per lamentarsi.

Se non ottieni i tuoi diritti, assicurati di eseguire tutte le procedure corrette e di pagare tutte le tasse. se ti lamenti lavorare troppo o non avere diritti nel tuo appaltatore, non è facile, ma cercane uno migliore. Se ti senti ancora infelice, cerca un posto che ti renda felice! Potresti perdere la tua famiglia, potresti perdere il Brasile, ma dire che il Giappone non aiuta è ipocrisia, e se pensi di essere uno schiavo, la realtà è che ti stai rendendo schiavo. Ricordando che la felicità viene dalle cose semplici e non dai beni materiali, forse ti stai impegnando troppo e dimentichi le cose più importanti della vita ed è per questo che non sei felice e continui a lamentarti.

Video in diretta

Di seguito potete seguire il video Live:

Condividi questo articolo: