Giappone: Ecco Le Idee Di Viaggio Da Cogliere Al Volo

[ADS] Pubblicità

Spiagge color avorio lambite da un placido oceano turchese appena venato d'azzurro, gigantesche metropoli di grattacieli dalle facciate specchiate e animate da spot pubblicitari e notiziari flash 24 ore al giorno e, ancora, villaggi rurali tra foreste millenarie, terme, castelli e templi shintoisti e buddisti antichissimi dove il profumo del legno si intensifica con il fumo dell'incenso acceso.

Incastonato tra folklore e modernità inimmaginabili, il Giappone appare spesso una meta azzardata al turista medio. Vuoi per il costo del viaggio, la lingua, o l'eccentricità talvolta imbarazzante dei giapponesi, il Sol Levante rimane ancora oggi un angolo di pianeta troppo poco esplorato dai giramondo italiani. Eppure, da nessun'altra parte troverete un sistema di trasporti pubblici puntuale da spaccare il secondo e sempre a portata di piede come in Giappone, tanto che persino i centri urbani più piccoli sono serviti da almeno una stazione ferroviaria. Dunque, se avete già una mezza idea di inoltrarvi in terra nipponica, sappiate che non troverete la minima difficoltà di spostamento, sia che vogliate visitare la mastodontica capitale o un tipico villaggio nel sud del Paese.

Alla scoperta della spiritualità giapponese

Dovunque vogliate andare in terra giapponese, sicuramente non mancherete di notare l'accesa spiritualità degli autoctoni. Nonostante il tema religione sia, di fatto, una specie di tabù (ad una domanda in materia, il giapponese medio arrossisce imbarazzato o, per non troncare la conversazione, tergiversa e vi conduce su un argomento più "leggero"), i giapponesi conservano un forte legame con la tradizione shintoista e che, spesso e volentieri, si affianca al buddismo e a quest'ultimo si alterna secondo le varie fasi o situazioni della vita.

Un mirabile esempio di quella normalissima eccentricità giapponese in fatto di spiritualità è rappresentato dal tempio Zeniarai Benzaiten. Non ci crederete, ma in questo tempio shintoistai giapponesi vanno ogni volta che desiderano sottoporre i propri soldi al rito della purificazione. Innanzitutto, va sottolineato che il denaro è considerato oggetto maligno di per sé, perciò, il rito della purificazione aiuta a tenere lontano ogni tipo di sventura legata all'uso dei soldi. Potete trovare il tempio Zeniarai Benzaiten a Kamakura (prefettura di Kanagawa), vera e propria valle dei templi giapponese, dove potrete lavare i vostri soldi nella fontana dell'acqua sacra: la divinità buddista Benten (ed ecco che buddismo e shinto si incrociano in un'unica tradizione), dèa dell'acqua, della musica e del benessere, proteggerà ogni vostro futuro acquisto o investimento. Pensate che la fama di Benten è tale che molti giapponesi si recano a purificare le monete per acquistare i biglietti della lotteria. Da non dimenticare: il denaro "lavato" alla fontana del tempio deve essere speso per poter produrre i suoi buoni frutti!

Buddismo in Giappone - Religioni giapponesi
Monumento al Buddha

Tokyo, il gigante delle megalopoli

Un giorno solo a Tokyo non vi basterà mai per vedere tutte le meraviglie di questa città, che sa essere futuristica oltre ogni immaginazione e tradizionale nella maniera più disarmante possibile. Prima di addentrarvi nelle vie secondarie di questa immenso groviglio di strade e stradine, procuratevi una mappa da consultare passo dopo passo (praticamente, quasi ogni negozio ne ha almeno una) oppure scaricatevi un'app da internet che vi consenta di capire con estrema precisione dove siete e dove andare. Se non avete paura dei labirinti, Tokyo è tutta vostra! In questa gigantessa tra le megalopoli più sconfinateverrete letteralmente catturati per attrazione gravitazionaledalla fiumana di gente che si muove quasi sincronizzata all'unisono, impossibile non venir presi dal circuito umano di Tokyo!

Anche i vicoli apparentemente più sperduti sono, in realtà, ben illuminati e popolati di negozietti tipici o di ristorantini che espongono immagini dei loro piatti forti su dei monitor esposti in vetrina. Nel quartiere di Ginza, il più elegante e ricercato meandro della capitale, vi capiterà di imbattervi nei negozi più esclusivi di tutto il Paese: celebre è quello che vende i tipi di carta più pregiati al mondo, compresa carta made in Italy, che viene usata per avvolgere oggetti, ma anche per confezionare colorati biglietti di auguri o raffinatissimi biglietti da visita.

Japan wireless ti porta il wifi portatile in Giappone
Vista di Tokyo dall'alto

Borghi rurali da non perdere

Oltre a stupire con le sue chicche ultramoderne, il Sol Levante resta soprattutto il Paese delle tradizioni antiche e dei villaggi rurali, sperduti ai piedi di qualche monte e popolati di casette di legno e di contadini che ancora vestono in kimono (che i giapponesi di città indossano soltanto per le grandi occasioni, come le cerimonie o le feste nazionali).

Tsumago Juku è uno dei villaggi che trovate sull'ormai famosissimo percorso Magome-Tsumago. Nasce come agglomerato di abitazioni intorno alla posta, dove anticamente i viandanti pernottavano e cambiavano i cavalli. Se avete voglia di catapultarvi indietro di un paio di secoli, Tsumago è la destinazione numero uno da includere nel vostro viaggio in Giappone. Volendo, potete anche pernottare in una delle numerose locande e gustare i sapori tipici del luogo.

Magome - il villaggio dei samurai
Via Magome

Un altro villaggio che merita sicuramente una tappa è Takayama, famoso per le sue distillerie di sake e per quel profumo dolce e intenso che si fonde all'odore del legno antico delle sue abitazioni. Tanto per non farsi mancare niente, Funaya (noto anche come Ine no Funaya) è un villaggio che vi rimarrà impresso per la caratteristica unica delle sue case: tutte hanno uno spazio per alloggiare una barca. Funaya è, infatti, la Venezia giapponese, dove la gente si sposta in barca e le case paiono emergere direttamente dall'acqua.

Sempre in tema di acque, il villaggio di Oshino Hakkai nasce su otto laghetti che ricevono acqua dallo scioglimento della neve sul Monte Fuji. Dato che il monte funge da filtro naturale coi suoi strati di lava, l'acqua che ne discende a valle è limpida e pura. Potrete berne direttamente dalla sorgente, che i locali considerano al pari di una fonte sacra.

Condividi questo articolo: