Fine di youtube? Contenuti sensazionali? Guadagni di Adsense in calo?

Oggi vorrei affrontare un argomento diverso relativo a Youtube e Google Adsense. Alcuni grandi canali come Felipe Neto e il famoso Pewdiepie hanno realizzato video che affrontano il cambiamento nel funzionamento di Youtube e del suo sistema di monetizzazione (Adsense). Non è la prima volta che accade una cosa del genere!

Il 6 aprile, YouTube ha cambiato il modo in cui funziona con la monetizzazione. Ha cambiato il requisito minimo a 10.000 visualizzazioni, con l'obiettivo di impedire che i contenuti copiati, estremisti o offensivi ricevano pubblicità. Alcuni canali si lamentano del fatto che anche YouTube tragga profitto da video che utilizzano un linguaggio inappropriato come volgarità e gergo sessuale. Felipe Neto ha dichiarato che il suo profitto è diminuito di 90% dopo questo cambiamento in Google.

La stessa cosa è successa nel 2011

Mi piace confrontare ciò che sta accadendo ora con qualcosa che ha colpito Internet nel 2011. Nell'anno 2009 i blog hanno iniziato a diventare popolari, Internet ne era infestato. Molti hanno creato contenuti di merda concentrandosi solo sulla generazione di parole chiave e sull'apparire sulla prima pagina di Google per generare entrate con AdSense. Allora, quando cercavi su Google qualcosa non trovavi mai risposte soddisfacenti.

Nel 2011 Google ha rilasciato un nuovo algoritmo chiamato Google Panda per gestire i risultati della ricerca nel sito. Questo ha interessato 90% di siti non di qualità, sono scesi di classifica e sono rimasti solo ai vertici che facevano contenuti di qualità, decretando così la fine di diversi blog. Per questo abbiamo trovato diversi blog abbandonati e nessun aggiornamento dal 2011, tutto perché i loro guadagni sono spariti perché non si sono adeguati alle nuove regole di Google.

Purtroppo negli ultimi anni è successa la stessa cosa. Sebbene la qualità e la facilità di trovare cose rilevanti su Google siano aumentate, i siti continuano a generare storie con titoli sensazionali e contenuti irrilevanti. Io stesso ho notato diversi siti famosi che pubblicano bugie, alcuni semplicemente copiano articoli da altri siti, principalmente stranieri.

Non che copiare da siti stranieri sia un problema, ma copiano senza modifiche e finiscono per copiare cose non vere, soprattutto nel mondo dei giochi e della politica. La cosa peggiore è che le persone finiscono per credere e condividere nella foga del momento, poiché le informazioni sono facili da diventare virali.

Fine di youtube? Contenuti sensazionali? Guadagni di Adsense in calo?

Cosa può succedere a Youtube?

Se il profitto della maggior parte degli youtuber diminuisce di 90% come quello di Felipe Neto, molti canali smetteranno di creare contenuti. I creatori di contenuti dovranno iniziare a ridurre l'uso di volgarità nei loro video. Dovranno anche portare contenuti più pertinenti e di qualità per attirare gli inserzionisti. Penso che sia una buona cosa in un certo senso, YouTube è infestato da contenuti virali senza alcuna qualità. Ci sono molti canali piccoli e di qualità che sono oscurati dai canali grandi o non di qualità.

Non che i grandi canali, o i canali che usano volgarità per attirare il pubblico, siano male. Hanno un vasto pubblico di destinazione e devono lavorare su di loro. Tuttavia, in un certo senso questo finirà per filtrare ed evitare quelle persone che vanno su YouTube solo pensando di trarre profitto da contenuti virali. YouTube è pieno zeppo di video di 10 ore che ripetono una canzone, pieno di video di terze parti ripetuti e varie altre cose irrilevanti che a YouTube non mancherebbero affatto. Questi requisiti e regole che YouTube ha inserito nei suoi annunci contribuiranno a porre fine a questo come nel 2011.

Fine di youtube? Contenuti sensazionali? Guadagni di Adsense in calo?

Come guadagneranno youtuber e siti web?

Prendersi cura di un canale è molto più lavoro che prendersi cura di un sito web, soprattutto quando si modificano i video. Gli YouTuber hanno bisogno di un reddito, ma come ottenerlo senza Adsense? Attualmente è possibile ottenere sponsorizzazioni al di fuori di youtube, il sistema di super live chat ha dato buoni frutti anche agli youtuber, ma secondo me il modo più redditizio di lavorare su internet oggi è vendere prodotti fisici o digitali.

Gli YouTuber hanno già la possibilità di apparire nei video e comunicare con il pubblico. Possono guadagnare molto di più attraverso le vendite rispetto agli annunci Adsense. Non importa se il canale della persona ha 10.000 abbonati o 100.000 abbonati, o se il sito riceve 50.000 o 1.000.000 di visite mensili, se la persona sa come lavorare può guadagnare di più rispetto a quei grandi siti e canali. Conosco persone che hanno un piccolo pubblico di meno di 100.000 persone che raggiungono i milioni.

Se sei uno youtuber o il proprietario di un sito web, concentrati sulla generazione di contenuti di qualità! Dimentica i siti che pagano per visualizzazione e clic sugli annunci. Se sei interessato a lavorare come me o a creare la tua forma di reddito senza dipendere dagli altri. Contattaci o inserisci la tua email qui sotto per ricevere suggerimenti e informazioni su aziende e progetti online.

 

Consigliamo anche

Per migliorare i tuoi contenuti, ti consigliamo di leggere altri articoli come:

Condividi questo articolo: