Tutto sull'acero giapponese: una delle piante più belle che ci siano

Quando si pensa a un albero giapponese di solito viene in mente prima di tutto famoso ciliegio, ma questa non è l'unica pianta che si distingue per la sua bellezza. L'Acero giapponese è una pianta che è anche tra le più esuberanti.

Il Giappone è molto ricco di diversità vegetale e ha anche piante esotiche. Acero giapponese noto anche come Acer Palmatum (il suo nome scientifico) oltre ad essere bello e facile da trovare in Giappone, può essere utilizzato anche per fare bonsai.

Ciò è possibile grazie all'impressionante adattabilità che ha il suo fogliame. Ti piacciono anche piante diverse?

Scommetto che hai già visto questo albero giocare in un anime a colpo d'occhio, perché Bordo è uno degli alberi più popolari in Giappone.Vieni a conoscere meglio l'acero giapponese. 

Tutto sull'acero giapponese: una delle piante più belle che ci siano

Caratteristiche acero giapponese

L'acero giapponese ha anche altri nomi popolari come acero, acero giapponese, acero palmato, acero rosso giapponese. Appartiene alla famiglia delle Sapindaceae (piante da fiore).

Questo tipo di pianta oltre ad un comune albero può essere anche un Bonsai. L'acero giapponese si trova generalmente in un ambiente con climi continentali, mediterranei, subtropicali e temperati. 

Oltre che in Giappone, è comune che l'albero si trovi in Asia (dove ha avuto origine), Cina e Corea del Sud. Il fogliame dell'acero giapponese cambia colore a seconda delle stagioni. E può raggiungere anche i dieci metri di altezza. In rari casi può essere di sedici metri.

Tutto sull'acero giapponese: una delle piante più belle che ci siano

Le foglie sono grandi e lucide e possono essere un po' rossastre e anche più dorate. Le foglie possono misurare in media dai cinque ai dodici centimetri. Oltre al rosso possono essere verdi o viola.

I suoi frutti si sviluppano in coppia somigliando alla samara. I frutti vengono prodotti nei mesi di aprile e maggio. L'acero giapponese è un albero ideale per gli ambienti urbani. 

È anche molto popolare per i bonsai per la sua delicatezza. La pianta è anche resistente al vento e al forte caldo di mezzogiorno. La tavola può avere diversi tronchi aggrovigliati. 

Tutto sull'acero giapponese: una delle piante più belle che ci siano

L'Acer Palmatum si divide in tre sottospecie: 

  • Acer palmatum subsp. Matsuture: Foglie grandi fino a 12 centimetri di larghezza.
  • Acer palmatum subsp. Palmatum: foglie più piccole larghe 7 centimetri.
  • Acer palmatum subsp. Amoenum: le sue foglie sono larghe da 7 a 12 centimetri.

Quale cura dovrebbe essere presa con l'acero giapponese?

I semi di acero giapponese si trovano facilmente nelle arboriculture. La specie più coltivata è quella dal fogliame rosso. Ho anche dato un'occhiata per vedere se c'è un modo per comprare su internet e sì! E la media è R$150 reais.

Quindi, se vivi in Brasile, è possibile avere un acero giapponese, ma preferibilmente uno che vive nelle regioni del sud e del sud-est perché in questi leghe sarà possibile che l'albero si adatti in quanto è più vicino al clima di cui ha bisogno crescere sano.

È importante fare attenzione con il calore eccessivo poiché perderà le foglie prima del tempo e alla fine morirà.

 L'acero giapponese va annaffiato tutti i giorni, ma piano piano e tenendolo d'occhio in modo che il terreno non diventi troppo secco o inzuppato.

Tutto sull'acero giapponese: una delle piante più belle che ci siano

Raccomandazioni per il Consiglio

Nonostante sia un buon albero per l'adattamento, l'acero giapponese dovrebbe essere posizionato leggero, ma non a diretto contatto con la luce solare diretta.

Il terreno dovrebbe essere ben drenato, con terreno profondo e PH compreso tra quattro e sei. E stai sempre attento all'irrigazione. 

Il fertilizzante dovrebbe essere posizionato in primavera e in estate. Ma per scoprire il tipo corretto di fertilizzante per Bôrdo, parla con un professionista, perché se non è quello giusto, non si svilupperà correttamente e, inoltre, potrebbe morire.

E, ultimo ma non meno importante: la potatura. Soprattutto se il tuo acero giapponese ha la forma di un bonsai. La potatura normale può essere eseguita in qualsiasi momento dell'anno secondo necessità e la potatura per formazione è più adatta se lo è tenuto in autunno

Malattie e parassiti sull'acero giapponese

Nessuna pianta è totalmente esente da parassiti e l'acero giapponese non è diverso. In questo caso, ciò che colpisce maggiormente questo albero sono la cocciniglia e l'afide.

  • Cocciniglia: è un insetto che succhia la linfa e questo provoca la comparsa di malformazioni nelle foglie e nel fusto. Inoltre, espellono la linfa in eccesso sulla superficie delle foglie, il che porta alla comparsa del cosiddetto fungo ruggine.
  • Afide: insetti che attaccano la coltura provocando perdita di vigore, rallenta la crescita e rallenta la fioritura. Gli afidi si nutrono della linfa e inoltre si nutrono delle foglie.

Per evitare questi parassiti, il sito di piantagione degli alberi dovrebbe essere mantenuto leggermente umido. La prevenzione si può fare anche con insetticidi ecologici, ma verifica con lo specialista quali sono i migliori per il tuo tipo di acero. 

Tutto sull'acero giapponese: una delle piante più belle che ci siano

A bordo giapponese nei tatuaggi

Nonostante il tabù, alcuni giapponesi spesso tatuano le foglie degli alberi giapponesi perché sono molto delicati e l'acero giapponese è tra questi. 

Molti artisti creano arie basate su questi fogli per creare nuovi modelli di tatuaggi. Per scegliere il miglior tatuaggio che piaccia alla persona oltre al modello di foglia puoi scegliere un numero di foglie che possa indicare loro fortuna.

Alcuni significati attribuiti ai tatuaggi realizzati in modo simile a quelli di Bordo sono autocontrollo, ricordi, equilibrio e altri.

Allora, ti è venuta voglia di coltivare un acero giapponese? Hai una pianta giapponese preferita?

Condividi questo articolo: